Un INCOMPETENTE e INADEGUATO a guidare la Banca d'Italia!

(Bologna)ore 21:37:00 del 25/01/2019 - Tipologia: , Denunce, Economia, Politica

Un INCOMPETENTE e INADEGUATO a guidare la Banca d'Italia!

Ignazio Visco, messo dal PD di Napolitano e da Draghi a guidare l’istituzione finanziaria più delicata e importante dell’Italia, si è rivelato del tutto inadeguato a svolgere un compito di tale portata. .

Ignazio Visco, messo dal PD di Napolitano e da Draghi a guidare l’istituzione finanziaria più delicata e importante dell’Italia, si è rivelato del tutto inadeguato a svolgere un compito di tale portata.

Sorge il dubbio, e ci sono tutte le ragioni per averlo, che sia stato messo a dirigere la Banca d’Italia non per la sua competenza e preparazione, rivelatesi inesistenti, ma per la fedeltà a chi lo ha voluto in quella posizione, tra le più delicate e decisive per le sorti del nostro Paese.

È vero che la nostra banca centrale è stata svuotata di competenze che sono andate alla BCE, prima di tutto la responsabilità di stampare moneta.

Ma in capo ad essa è restata la vigilanza sulle banche in coppia con la BCE, la quale assume poi le decisioni finali. Diciamo subito quindi che Mario Draghi si è rivelato incapace e incompetente tanto quanto la persona che ha scelto a sostituirlo una volta che è stato designato a presiedere la BCE solamente, a sua volta, per provata fedeltà verificata durante le prime privatizzazioni italiane, a tedeschi, francesi e angloamericani.

Durante la reggenza di Ignazio Visco alla Banca d’Italia e di Mario Draghi alla BCE sono successi disastri e scandali bancari di gravissima rilevanza finanziaria, con gravissimi risvolti umani, in cui a Siena c’è pure scappato il morto, un dirigente del Monte Paschi, e un risparmiatore che si è tolto la vita a Vicenza, per aver perso tutti i risparmi investiti nella Banca Popolare con sede centrale in quella città.

Sono i seguenti:

Monte dei Paschi di Siena;
Banca Popolare di Vicenza;
Banca Etruria;
Carife;
Cari Chieti;
Banca Marche;
Veneto Banca;
AntonVeneta;
Carige, buona ultima.

Il solo Monte Paschi di Siena è costato – al momento – allo Stato italiano, cioè a tutti noi, 20 miliardi di euro, il doppio di quanto costa Reddito di Cittadinanza e Pensioni a Quota 100 messi insieme, appena approvati dal Governo Conte.

Complessivamente i costi diretti di questi disastri finanziari – perché ci sono anche quelli indiretti da stimare, cosa che mai alcuno ha fatto – per le casse del nostro Stato di questi disastri finanziari sono di svariate decine di miliardi di euro, che avrebbero potuto pagare diverse annualità del Reddito di Cittadinanza e delle Pensioni a Quota 100.

Draghi, Visco, Napolitano e gli altri a seguire di PD e FI e i loro mentori della finanza globale, della super burocrazia europea e italiana, della politicaglia italiana e europea, del nostro sistema mediatico servile, della imprenditoria – avida, incapace, stracciona e corrotta – di casa nostra rappresentata da Confindustria, hanno scatenato un gigantesco putiferio per impedire che Reddito di Cittadinanza e Pensioni a Quota 100 divenissero leggi dello Stato Italiano.

Ma ognuno di questi personaggi, per la parte di responsabilità che porta ciascuno, non sono stati in grado di evitare, o per lo meno contenere, un disastro di proporzioni così devastanti da risultare il più grave da quando esiste lo Stato unitario.

Essi non possono non risponderne dal punto di vista politico. Sotto altri aspetti è cosa che non ci riguarda, essendovi le autorità che hanno il compito istituzionale, la competenza e l’autorevolezza per occuparsene con credibilità.

Quindi cosa aspetta Ignazio Visco, se un po’ di pudore e dignità gli sono rimasti, ad abbandonare di corsa Palazzo Koch, sede di Banca d’Italia? Non è posto per lui! In quella sede ha già fatto abbastanza disastri!

Qualunque cosa dica, qualunque previsione riporti nei bollettini di Banca d’Italia – positiva o negativa per il Governo – mancano di qualsiasi credibilità e autorevolezza.

È semplicemente un cane che abbaia alla luna.

Ciampi e Banfi, degni Governatori, si stanno girando e rigirando nella loro tomba finché Visco non va via da Palazzo Koch. Li lasci in pace, si porti via le sue cose, e liberi la loro poltrona che indegnamente ha occupato dopo di loro.

Da: QUI

Articolo di Alberto

ALTRE NOTIZIE
Tasse sulla casa: oggi scadono Imu, Tasi e Tari
Tasse sulla casa: oggi scadono Imu, Tasi e Tari
(Bologna)
-

TASSE SULLA CASA - Oggi è il «lunedì nero» per tanti contribuenti savonesi alle prese con la scadenza del pagamento dell’Imu, dell’acconto della Tasi e della seconda rata della Tari, per chi avesse deciso di pagare in tre rate la tassa sui rifiuti.
TASSE SULLA CASA - Oggi è il «lunedì nero» per tanti contribuenti savonesi alle...

Elezioni comunali Sardegna 2019: centrodestra avanti, primo sindaco alla Lega
Elezioni comunali Sardegna 2019: centrodestra avanti, primo sindaco alla Lega
(Bologna)
-

ELEZIONI COMUNALI SARDEGNA 2019 - Centrodestra avanti a Cagliari e, forse, in grado di spuntarla al primo turno.
ELEZIONI COMUNALI SARDEGNA 2019 - Centrodestra avanti a Cagliari e, forse, in...

Allarme Sanita': 20milioni di italiani costretti a rivolgersi al privato per accedere alle cure
Allarme Sanita': 20milioni di italiani costretti a rivolgersi al privato per accedere alle cure
(Bologna)
-

CRISI SANITARIA IN ITALIA - La sanità italiana ha accumulato un debito con i propri fornitori di 22,9 miliardi di euro.
CRISI SANITARIA IN ITALIA - La sanità italiana ha accumulato un debito con i...

Imu Tasi acconto giugno prima casa: chi la paga?
Imu Tasi acconto giugno prima casa: chi la paga?
(Bologna)
-

IMU TASI ACCONTO GIUGNO PRIMA CASA - Anche per il 2019 nulla è dovuto dai possessori di abitazione principale, sia per l’Imu che per la Tasi, a condizione che non si abbia una casa di lusso.
IMU TASI ACCONTO GIUGNO PRIMA CASA - Anche per il 2019 nulla è dovuto dai...

Ilva, cassa integrazione per 1400 lavoratori
Ilva, cassa integrazione per 1400 lavoratori
(Bologna)
-

CASSA INTEGRAZIONE PER 1400 LAVORATORI ILVA - Non sembra esserci pace per la situazione industriale dell'ex Ilva.
CASSA INTEGRAZIONE PER 1400 LAVORATORI ILVA - Non sembra esserci pace per la...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati