SUPER BATTERI: entro il 2050 faranno un morto ogni 3 secondi

(Firenze)ore 21:36:00 del 08/07/2018 - Tipologia: , Salute, Scienze

SUPER BATTERI: entro il 2050 faranno un morto ogni 3 secondi

Super batteri resistenti ai farmaci, un morto ogni 3 secondi nel 2050.

Entro il 2050, i superbatteri resistenti ai farmaci potrebbero fare un morto ogni 3 secondi. Ecco cosa dovremmo fare per evitare questo pericolo per la nostra salute.

Può sembrare apocalittico, ma secondo il recente rapporto del Review on Antimicrobial Resistance (voluto nel 2014 dal primo ministro David Cameron), entro il 2050, 10 milioni di persone potrebbero morire ogni anno a causa della resistenza ai farmaci che non permetterà di contrastare alcune infezioni e i superbatteri che si stanno già formando.

Il dato è paragonabile ad 1 morto ogni 3 secondi, più di quanti ne faccia il cancro al giorno d’oggi. Ma come è possibile?

Quando parliamo di “antibiotico resistenza” ci riferiamo alla capacità dei batteri di superare le barriere imposte dai farmaci: in pratica si intende l’impossibilità di un antibiotico di sconfiggere una malattia.

Il problema legato all’antibiotico resistenza è dunque evidente: sempre più persone non riusciranno a guarire, questo porterà quindi ad un crescente numero di vittime.

Non tutto è perduto. Ci sono infatti alcune modifiche al nostro stile di vita che possono ridurre il rischio di non avere farmaci utili a sconfiggere i batteri che, tra le altre cose, stanno diventando sempre più forti.

Il rapporto elenca dunque le precauzioni che dovremmo prendere per evitare, o ridurre, i rischi dell’antibiotico resistenza:

Super batteri, le precauzioni

1) informare i cittadini in modo che siano consapevoli e a conoscenza di cosa sia l’antibiotico resistenza;

2) sviluppare nuovi antibiotici che possano sostituire quelli vecchi che ormai sono quasi inefficaci, in pratica “cogliere di sorpresa” i batteri;

3) utilizzare gli antibiotici con più coscienza evitando di assumere farmaci inutilmente. Per rendere possibile questo è necessario l’aiuto dei dottori che spesso prescrivono gli antibiotici con troppa leggerezza;

4) ridurre l’utilizzo di antibiotici in agricoltura. Forse non tutti sanno che, ad esempio, il 70% dei farmaci distribuiti negli USA finiscono nello stomaco degli animali da allevamento e, di conseguenza, nel corpo dei consumatori di carne.

La prossima volta che vorrete assumere un antibiotico, chiedetevi se sia davvero necessario o se potete farne a meno.

Ovviamente questo non significa smettere di curarsi, ma semplicemente avere maggiore coscienza.

Quello del Review on Antimicrobial Resistance non è l’unico rapporto a mettere in luce i problemi per la nostra salute legati all’antibiotico resistenza: già l’anno scorso l’OMS ne aveva elencato le criticità.

Da: QUI

Articolo di Samuele

ALTRE NOTIZIE
Estate: migliorare il sesso? Puntate sulla VITAMINA D!
Estate: migliorare il sesso? Puntate sulla VITAMINA D!
(Firenze)
-

Non servono pasticche blu o un bicchierino in più. Per migliorare il sesso, secondo la scienza, c’è una soluzione molto più semplice.
ESTATE, MOLLATE IL VIAGRA - PER MIGLIORARE IL SESSO PUNTATE SULLA VITAMINA D -...

CANCRO: quanti morti dal 1950 ad oggi?
CANCRO: quanti morti dal 1950 ad oggi?
(Firenze)
-

Quando nel 1971 il Presidente degli Stati Uniti Richard Nixon firmò il «National Cancer Act», si diede ufficialmente inizio alla «guerra al cancro».
Quando nel 1971 il Presidente degli Stati Uniti Richard Nixon firmò il «National...

Analisi dei vaccini? PEGGIO DEL PREVISTO
Analisi dei vaccini? PEGGIO DEL PREVISTO
(Firenze)
-

I vaccini si sa contengono sostanze note e altre meno note perché coperte dall’inviolabile segreto industriale, quasi a livello militare. Ma dietro a sigle e acronimi si celano materiali che potrebbero giocare un ruolo prioritario nell’eziologia di gravis
I vaccini si sa contengono sostanze note e altre meno note perché coperte...

Dimagrire senza seguire una dieta? Ecco le 10 regole fondamentali!
Dimagrire senza seguire una dieta? Ecco le 10 regole fondamentali!
(Firenze)
-

Quante volte ci siamo promessi “da lunedì starò a dieta!” e quanti articoli abbiamo letto per scegliere la dieta migliore per noi, quella meno drastica e restrittiva?
Quante volte ci siamo promessi “da lunedì starò a dieta!” e quanti articoli...

Miele contaminato da pesticidi: quali sono i rischi
Miele contaminato da pesticidi: quali sono i rischi
(Firenze)
-

I 3/4 del miele prodotto in tutto il mondo contiene pesticidi neonicotinoidi. Le concentrazioni rilevate dall’indagine non risultano pericolose per l’uomo, ma rappresentano una seria minaccia per le api.
Il 75 percento del miele venduto in tutto il mondo è contaminato da pesticidi;...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati