Struffoli ai frutti rossi: guida

(Firenze)ore 18:08:00 del 30/11/2018 - Tipologia: , Cucina

Struffoli ai frutti rossi: guida

Potete conservare gli struffoli fritti ma non glassati in una scatola di latta per una settimana; in alternativa potete congelarli..

 

Gli struffoli ai frutti rossi sono una variante gourmet dei classici struffoli partenopei, serviti solitamente durante il periodo natalizio.

La versione che vi proponiamo oggi tiene fede alla tradizione con un pizzico di originalità grazie al raffinato tocco dello Chef Roberto Di Pinto... riunite la vostra famiglia e lasciatevi aiutare da tutti i componenti, soprattutto dai più piccoli, per formare le tipiche palline! Una volta fritte daranno vita a dei piccoli bocconcini esternamente molto fragranti, ma morbidissimi all'interno. Per ottenere un risultato non troppo vi proponiamo una glassa ai lamponi, che con il suo gusto acidulo contrasterà la dolcezza del miele. E per la decorazione? Nessuna codetta colorata ma meringhette sbriciolate, cioccolato fuso e lamponi per una composizione del piatto da veri gourmand! Preparate questi struffoli ai frutti rossi, oltre ad essere un fantastico dessert per concludere in bellezza una cena sarà un momento indimenticabile da condividere con amici e parenti!

Ingredienti

Uova medie 3 Farina 00 300 g Zucchero 20 g Olio extravergine d'oliva 1 cucchiaio Arance 1 Scorza di lime q.b. Sale fino 1 pizzico

PER LA GLASSA

Lamponi 250 g Miele 50 g

PER LA DECORAZIONE

Meringhe q.b. Cioccolato fondente da fondere q.b. Lamponi disidratati q.b. Lamponi freschi q.b.

PER FRIGGERE

Olio di semi di girasole q.b.

Come preparare gli Struffoli ai frutti rossi

Per preparare gli struffoli ai frutti rossi iniziate dalla preparazione dell'impasto. Rompete le uova in una ciotola capiente (1), aggiungete lo zucchero (2) e un pizzico di sale (3).

Struffoli ai frutti rossi

Unite anche un filo d'olio (4), una grattugiata di buccia d'arancia (orientativamente ne servirà 1/4) (5), e una grattugiata di scorza di lime (6).

Aggiungete poi anche il succo dell'arancia (7) e iniziate a mescolare il composto utilizzando una frusta (8). Versate la farina in una volta sola all'interno del composto (9) e iniziate a lavorarlo con le mani, sempre all'interno della ciotola (10). Non appena risulterà piuttosto compatto trasferitelo su un piano di lavoro infarinato abbondantemente (11) e proseguite la lavorazione, impastando con le mani con pochi movimento giusto il tempo di ottenere un risultato liscio ed omogeneo (12).

A questo punto avvolgete il vostro panetto con della pellicola per alimenti (13) e riponete in frigorifero a riposare per un'ora. Trascorso il tempo indicato riprendete il panetto e spolverizzatelo con dell'altra farina, giusto quella necessaria per aiutarsi nella lavorazione dell'impasto (14). Da questo ricavate dei filoni spessi circa 1 cm, allungando ciascun pezzetto di impasto (15) e sbattendolo leggermente sul bancone prendendolo dalle estremità, per rendere l'impasto più elastico e allungarlo più facilmente.

Utilizzando un coltello ricavate da ogni filone degli gnocchetti larghi circa mezzo cm (16). Poi utilizzando il palmo della mano fate roteare i pezzetti di pasta uno per volta (17) in modo da dargli una forma sferica (18), tipica degli struffoli

A questo punto potete occuparvi della frittura. Mettete a scaldare l'olio di semi in un tegame in modo da raggiungere la temperatura di 170° e solo quando sarà caldo aiutandovi con una schiumarola lasciate scivolare i pezzetti di impasto nell' olio caldo (19). Per non abbassare troppo la temperatura dell'olio si consiglia di cuocere pochi pezzi per volta. Girate di tanto in tanto i vostri struffoli utilizzando una schiumarola e non appena saranno ben dorati estraeteli dall'olio (ci vorranno circa 5 minuti) (20) e trasferiteli su un vassoio foderato con della carta per fritti (21).

Una voltra fritti gli struffoli passate a preparare la glassa. Per prima cosa frullate i lamponi utilizzando un mixer ad immersione (22); quindi setacciate la polpa (23) in modo da ricavare una purea liscia (24).

Versate il miele in una padella calda ma non rovente (25), aggiungete gli struffoli e mescolate con una spatola fino a glassarli completamente (26). Aggiungete la purea di lamponi appena setacciata e mescolate in modo da ricoprire gli struffoli in maniera uniforme (27).

Saltate ancora qualche minuto (28), trasferite gli struffoli su un piatto da portata (29) insieme a un pò del sughetto e decorate con qualche meringa sbriciolata (30).

Aggiungete dei lamponi disidratati (31) quindi ultimate il piatto con un pò di cioccolato fuso (32), dei lamponi freschi e servite i vostri struffoli ai frutti rossi (33)!

Conservazione

Potete conservare gli struffoli fritti ma non glassati in una scatola di latta per una settimana; in alternativa potete congelarli. Una volta glassati si consiglia di consumarli al momento.

Consiglio

Si consiglia di fare degli struffoli abbastanza grandi così risulteranno fragranti ma dentro resteranno sempre morbidi.

Giallozafferano

 

Articolo di Carla

ALTRE NOTIZIE
Simnel cake: guida
Simnel cake: guida
(Firenze)
-

Se desiderate portarvi avanti con le preparazioni potete realizzare la base della torta il giorno prima oppure potete congelarla.
  SIMNEL CAKE RICETTA - Dalla colomba alla pastiera, passando per tutte le...

Sardenaira: guida passo passo
Sardenaira: guida passo passo
(Firenze)
-

L’impasto si può realizzare anche con la planetaria munita di gancio per impasti. Se preferite potete utilizzare i pomodori freschi al posto della polpa di pomodoro.
  Intorno al 1450 nasce a Nizza la pissaladière, una gustosa focaccia condita...

Come fare i Conchiglioni ripieni
Come fare i Conchiglioni ripieni
(Firenze)
-

Un'altra variante gustosa è la versione in bianco senza sugo di pomodoro: basterà insaporire con della cremosa besciamella!
  I conchiglioni sono un formato di pasta che accende la fantasia: si prestano...

Colomba di Pasqua: guida
Colomba di Pasqua: guida
(Firenze)
-

Se volete stupire i vostri invitati per il pranzo di Pasqua, preparate anche la versione salata!
  COLOMBA DI PASQUA RICETTA - I dolci che arricchiscono le tavole degli...

Vitello tonnato: guida
Vitello tonnato: guida
(Firenze)
-

Il vitello tonnato si conserva per 1-2 giorni al massimo in frigorifero, coperto con pellicola. E' preferibile conservare la crema da parte.
  VITELLO TONNATO RICETTA - Molti non sanno che il vitello tonnato, o vitel...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati