Scaloppine al Marsala: guida

(Torino)ore 11:22:00 del 09/04/2019 - Tipologia: , Cucina

Scaloppine al Marsala: guida

Se le fettine di lonza fossero troppo spesse battetele tra due fogli di carta da forno. Infarinatele una a una..

 

Le scaloppine sono amate da tutti perché facili e veloci da preparare, ma oltre ad essere una valida soluzione salvacena possono diventare anche un prelibato secondo piatto per le occasioni speciali… come nella versione al marsala che vi proponiamo qui! Il gusto delle scaloppine al marsala risulta più morbido rispetto a quelle al limone ed è caratterizzato dalla nota aromatica conferita dal tipico vino liquoroso che viene prodotto in Sicilia. Grazie alla breve cottura, la carne rimane tenera e succosa e il fondo di cottura con cui viene nappata risulterà cremoso e saporito. Ottime con un semplice contorno di funghi trifolati, le scaloppine al marsala sono perfette per tutti coloro che desiderano fare bella figura con poco tempo a disposizione… provate anche la variante in rosa, magari per una cena tutta al femminile!

CONSERVAZIONE

Si consiglia di consumare le scaloppine al momento perché la carne tenderà a indurirsi una volta cotta. Se necessario potete conservarle in frigorifero per 1-2 giorni, ricoperte con il loro sughetto. Si sconsiglia la congelazione.

CONSIGLIO

In alternativa alla carne di maiale potete utilizzare quella di vitello o di pollo seguendo la stessa ricetta. Se desiderate ingentilire il sapore delle scaloppine, potete aggiungere qualche goccia di miele verso la fine della preparazione!

INGREDIENTI

• 450 g di lonza di suino a fettine sottili

• 50 ml di Marsala secco

• 20 g di burro

• 1 cucchiaio di farina

• 1 bicchiere d'acqua fredda

• rosmarino

• sale

• pepe

COME PREPARARE: SCALOPPINE AL MARSALA

Se le fettine di lonza fossero troppo spesse battetele tra due fogli di carta da forno. Infarinatele una a una.

In una larga padella antiaderente scaldate il burro con l'olio e rosolatevi le scaloppine 3-4 minuti per parte fino a che saranno dorate su entrambi i lati. Trasferite le scaloppine su un piatto e tenetele in caldo.

Sfumate il fondo di cottura con il Marsala, fatelo evaporare per qualche minuto, quindi versate nella padella un bicchiere d'acqua fredda nel quale avrete sciolto la farina. Mescolate costantemente fino ad addensare leggermente quindi unite le fettine di carne. Salate, pepate e proseguite la cottura a fiamma media per qualche minuto, fino a che il fondo di cottura si sarà parzialmente assorbito diventando più denso. Spolverizzate con il rosmarino tritato, rigirate le scaloppine nel sugo perché si insaporiscano e togliete dal fuoco. Servite subito.

 

Articolo di Carla

ALTRE NOTIZIE
Crostata con ricotta e marmellata: guida passo passo
Crostata con ricotta e marmellata: guida passo passo
(Torino)
-

Se preferite è possibile conservare la frolla in frigorifero per 2-3 giorni, oppure congelarla per circa 1 mese.
  Di crostate ne abbiamo preparate tante. Dalla più semplice con la confettura...

Pizza di carne: guida
Pizza di carne: guida
(Torino)
-

Innanzitutto potete arricchire l’impasto della vostra pizza di carne con delle erbe aromatiche o spezie a piacere: prezzemolo, aglio e paprika affumicata.
  Qualcuno potrebbe infastidirsi nel sentirla chiamare pizza, ma la pizza di...

Uova alla monachina: guida
Uova alla monachina: guida
(Torino)
-

E' importante che la besciamella sia più densa del normale perché fungerà da collante quando dovrete ricomporre le uova.
  Le uova ripiene sono un classico fra gli antipasti di Pasqua, ma quelle che...

Simnel cake: guida
Simnel cake: guida
(Torino)
-

Se desiderate portarvi avanti con le preparazioni potete realizzare la base della torta il giorno prima oppure potete congelarla.
  SIMNEL CAKE RICETTA - Dalla colomba alla pastiera, passando per tutte le...

Sardenaira: guida passo passo
Sardenaira: guida passo passo
(Torino)
-

L’impasto si può realizzare anche con la planetaria munita di gancio per impasti. Se preferite potete utilizzare i pomodori freschi al posto della polpa di pomodoro.
  Intorno al 1450 nasce a Nizza la pissaladière, una gustosa focaccia condita...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati