Sarde a beccafico: guida

(Napoli)ore 08:36:00 del 07/05/2019 - Tipologia: , Cucina

Sarde a beccafico: guida

Il composto viene spalmato sulla carne della sarda che viene sovrapposta ad un’altra sarda a mo’ di sandwich (lasciando la pelle verso l’esterno); queste vengono poi passate nell’uovo sbattuto, successivamente nel pangrattato, ed infine fritte..

Basta svoltare l'angolo di una qualunque città siciliana per scoprirne una nuova versione... oggi parliamo delle sarde a beccafico! Un gustosissimo secondo piatto colorato, profumato e saporito. Il nome di questa ricetta deriva proprio dai beccafico, degli uccellini che anticamente venivano consumati soltanto dai nobili. Allora il popolo preparò un piatto simile, ma con quello che aveva a disposizione, come melanzane, carne o proprio le sarde che vi proponiamo oggi. ll connubio di sapori che si mescolano in questo piatto ne fa una pietanza particolarmente saporita e ghiotta, sicuramente da provare. Gli involtini di sarde sono infatti farcite con una miscela gradevolmente dolce realizzata con pangrattato, pinoli, uvetta e zucchero. Il tutto viene ricoperto da una emulsione al profumo d'arancia. Preparate insieme a questa ricetta anche la variante con la lonza, per accontentare i gusti di tutti a tavola!

CONSERVAZIONE

Le sarde a beccafico si conservano in frigo per un paio di giorni al massimo.

CONSIGLIO

Se volete preparare le sarde a beccafico all’uso catanese, nel ripieno, dovete sostituire metà del pangrattato con lo stesso peso di pecorino grattugiato, e aggiungere aglio o cipolla tritati. Inoltre il composto viene spalmato sulla carne della sarda che viene sovrapposta ad un’altra sarda a mo’ di sandwich (lasciando la pelle verso l’esterno); queste vengono poi passate nell’uovo sbattuto, successivamente nel pangrattato, ed infine fritte.

INGREDIENTI

SARDE   300 gr

PINOLI  10 gr • 595 kcal

PANGRATTATO  50 gr • 351 kcal

UVETTA               15 gr • 317 kcal

PREZZEMOLO     qb • 79 kcal

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA   qb • 79 kcal

ARANCIA             1/2 • 34 kcal

ALLORO              

Come preparare le sarde a beccafico

Tostate il pangrattato in padella per qualche minuto e lasciatelo raffreddare (1). Tritate grossolanamente l’aglio (2), i pinoli, l’uvetta (3)e il prezzemolo.

Condite il pangrattato con un filo d’olio, l'aglio, un pizzico di sale. Aggiungete il prezzemolo (4), i pinoli (5) e l’uvetta. Amalgamate per bene gli ingredienti e lasciate riposare per qualche minuto. Pulite le sarde (6) nel frattempo.

Mettete al centro di ogni sarda un cucchiaio di impasto (7) e avvolgetela su se stessa. Mettete le sarde in una teglia da forno, precedentemente oleata, e posizionatele vicine (8). Posizionate una foglia di alloro tra una sarda e l'altra in modo che si insaporiscano tutte (9). Inumidite le sarde nella teglia con il succo d'arancia. Cuocetele in forno preriscaldato a 180° per circa 15 minuti. Servite le sarde a beccafico fredde.

Articolo di Carla

ALTRE NOTIZIE
Pasta alla vecchia bettola: guida passo passo
Pasta alla vecchia bettola: guida passo passo
(Napoli)
-

Se preferite potete sostituire la vodka col vino bianco oppure ometterla, ma in questo caso otterrete un sapore meno intenso.
  RICETTA PASTA ALLA VECCHIA BETTOLA - Come ve lo immaginate un classico piatto...

Polpettone di pollo: guida passo passo
Polpettone di pollo: guida passo passo
(Napoli)
-

Il vostro polpettone di pollo è pronto per essere portato in tavola.
RICETTA POLPETTONE DI POLLO - Alzi la mano chi non ama il polpettone! Classico o...

Tempura: guida passo passo
Tempura: guida passo passo
(Napoli)
-

Si consiglia di consumare subito la tempura per gustarne tutta la fragranza.
RICETTA TEMPURA - La tempura è uno dei piatti più conosciuti e amati della...

Sformato di Patate alla Pizzaiola: guida passo passo
Sformato di Patate alla Pizzaiola: guida passo passo
(Napoli)
-

Lavare accuratamente le patate, rimuovendo eventualmente i residui di terriccio con una spazzolina. Mettere a bollire abbondante acqua con un po' di sale grosso.
SFORMATO DI PATATE ALLA PIZZAIOLA - Lo sformato di patate alla pizzaiola è un...

Croissant bicolore: guida passo passo
Croissant bicolore: guida passo passo
(Napoli)
-

CROISSANT BICOLORE RICETTA - Caldi e fragranti... dal profumo di burro che ricorda subito la Francia! Ovviamente stiamo parlando dei croissant, le classiche brioche immancabili per la colazione di tutti i giorni.
CROISSANT BICOLORE RICETTA - Caldi e fragranti... dal profumo di burro che...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati