Samurai Shodown: cosa conoscere

(Trento)ore 20:38:00 del 11/07/2019 - Tipologia: , Videogames

Samurai Shodown: cosa conoscere

Certo, è palese che si tratta di un gioco realizzato con un budget limitato (purtroppo SNK non versa nella stessa, rosea situazione economica di Capcom), ma è altrettanto vero che la volontà riposta nel creare un titolo rispettoso della saga principale – .

 

RECENSIONE SAMURAI SHODOWN - Samurai Shodown non era un titolo basato su combo chilometriche e incarnava la tensione suprema dei duelli tra spadaccini provetti, dove anche un solo colpo poteva essere fatale. Ovviamente non bastava un singolo attacco per aggiudicarsi la vittoria, ma il fendente potente, soprattutto se portato in modalità Rage, faceva piangere lacrime di sangue a chi lo subiva senza parare. Il nuovo capitolo della serie giunge nei negozi senza essere affiancato da alcun numero. L'uso del titolo originale, senza fronzoli, trasmette il desiderio di SNK di trovare un nuovo punto di partenza per la serie, tornando alle origini e recuperando lo spirito che aveva conquistato i giocatori negli anni '90.

L'assenza di combo troppo lunghe e complesse non è necessariamente un male. Anche se i giocatori di picchiaduro moderni sono cresciuti a pane e colpi combinati, non è troppo tardi per recuperare la scuola del colpo singolo, quella in cui il processo per superare la guardia avversaria è molto più complesso degli attacchi da mettere a segno.

RECENSIONE SAMURAI SHODOWN - Parlando della questione tecnica, l’Unreal Engine 4 di Samurai Shodwon mette in mostra un comparto grafico solido e con un look artistico che ricorda moltissimo quello del vecchio Street Fighter IV, ossia coi modelli poligonali dei lottatori riprodotti con la tecnica del cel-shading (in grado di farli apparire come fossero stati disegnati a mano, con l’ausilio di un pennello). I vari effetti speciali e i giochi di luce tra un combattimento e un altro, i fondali animati e una colonna sonora strumentale tipica della tradizione orientale, creano un pacchetto d’insieme che non mancherà di soddisfare sia il fan storico della saga che il nuovo arrivato. Certo, è palese che si tratta di un gioco realizzato con un budget limitato (purtroppo SNK non versa nella stessa, rosea situazione economica di Capcom), ma è altrettanto vero che la volontà riposta nel creare un titolo rispettoso della saga principale – anche sotto il profilo tecnico – è sotto gli occhi di tutti.

RECENSIONE SAMURAI SHODOWN - Pollice in su anche per netcode relativo al gioco online in multiplayer (relativamente alla versione PS4 da noi testata): i server, piuttosto popolati, mostrano una struttura stabile senza cadute improvvise o lunghe attese. Unico malus, una certa pochezza di contenuti al lancio: un numero di lottatori a disposizione non proprio incredibile (siano fermi a 16, nonostante non manchi nessuno dei protagonisti storici della saga, come Haohmaru, Genjuro, Hanzo e Kyoshiro) e una modalità Storia non troppo appassionante va di pari passo alla consueta modalità Sopravvivenza, al Time Attack e alla possibilità di sfidare i Ghost degli altri lottatori. Certo, non mancano nuovi combattenti (tre, ossia Darli DaggerWu Ruxiang e Yashimaru), tuttavia è impossibile non lamentare come al day one di Samurai Shodwon SNK abbia proposto al giocatore lo stretto indispensabile (vari contenuti scaricabili sono in ogni caso attesi nelle prossime settimane grazie ai consueti DLC).

 

Articolo di Carmine

ALTRE NOTIZIE
Pokemon Masters: recensione anteprima
Pokemon Masters: recensione anteprima
(Trento)
-

Accelerando il gioco, dovrete avere un terminale di fascia alta per evitare almeno in parte lo stuttering delle animazioni e del gioco, anche abilitando la modalità grafica a qualità “bassa” nelle impostazioni.
  RECENSIONE POKEMON MASTERS - DeNA e The Pokémon Company hanno da poco...

Dying Light 2: cosa sapere
Dying Light 2: cosa sapere
(Trento)
-

Il mondo di gioco, poi, sembra essere davvero enorme, proponendo un sandbox dinamico che cambierà in base alle scelte prese dal giocatore nel corso dell’avventura
  ANTEPRIMA DYING LIGHT 2 - Tornare a immergersi tra le maestose rovine...

Gears 5: cosa sapere
Gears 5: cosa sapere
(Trento)
-

Tutto questo passa, tuttavia, per un ritmo narrativo un po’ altalenante – non sono mancati un paio di frangenti “morti” – e per una scrittura che, seppure brillante nella prima parte, si indebolirà nei pressi dell’epilogo.
  RECENSIONE GEARS 5 - Gli autori sono riusciti a mettere insieme vari elementi...

Gears Pop: cosa sapere
Gears Pop: cosa sapere
(Trento)
-

Questo è vero soprattutto nel momento in cui si aprono le loot box: quando troviamo un personaggio, esso si trova inizialmente all’interno della classica confezione Funko Pop, da cui viene poi estratto con una simpatica animazione.
  RECENSIONE GEARS POP - In prima battuta Gears POP! si pone come un tower...

NBA 2k20: cosa sapere
NBA 2k20: cosa sapere
(Trento)
-

ANTEPRIMA NBA 2K20 - Stesso discorso per la manovra difensiva, apprezzata sicuramente dagli allenatori provetti e sicuramente mal digerita da giocatori vivaci e poco riflessivi.
  ANTEPRIMA NBA 2K20 - Se la demo di NBA 2K20 scaricabile da qualche giorno si...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati