Risotto ai 4 formaggi: guida

(Palermo)ore 09:41:00 del 13/11/2018 - Tipologia: , Cucina

Risotto ai 4 formaggi: guida

Per preservare l’effetto cremoso, consigliamo di consumare subito il risotto ai 4 formaggi..

 

Quando i formaggi sono protagonisti dei primi piatti la golosità è garantita: lo sappiamo bene noi che abbiamo arricchito il nostro ricettario con morbidi gnocchi, vellutate pennette e da oggi si aggiunge alla lista anche un saporito risotto ai 4 formaggi che vi delizierà al primo boccone entrando di diritto nell’Olimpo dei comfort food. Formaggi freschi, erborinati e dai sapori decisi, a voi la scelta del mix appetitoso: noi abbiamo scelto Taleggio, Gorgonzola, Groviera e Grana Padano. Lasciatevi tentare da questo primo piatto candido e avvolgente e ricordatevi di gustarlo ben caldo!

Conservazione

Per preservare l’effetto cremoso, consigliamo di consumare subito il risotto ai 4 formaggi. Se dovete conservarlo, potete tenerlo in un contenitore ermetico e in frigo per 1 giorno e poi scaldarlo all'occorrenza. O potreste trasformarlo in deliziose crocchette o realizzare un timballo.

Consiglio

Scegliete i formaggi che più gradite per combinare sapori diversi ma ottenere la stessa cremosità: Gorgonzola dolce, Blu di capra, Brie, provola, Pecorino... a voi la scelta!

Per ottenere un piatto ancora più aromatico, aggiungete al risotto con foglioline di timo fresco.

Ingredienti

40 g di burro 1 cipolla media 350 g di riso Arborio 1 l di I Brodi Star Verdure 200 ml di vino bianco secco 50 g di gorgonzola 50 g di taleggio 50 g di fontina 50 g di parmigiano reggiano 1 pizzico di sale 1 pizzico di pepe 2 cucchiai di prezzemolo tritato

Step 1

Riscaldate il burro in una pentola dal fondo piuttosto alto, per garantire una cottura uniforme. Tritate la cipolla, aggiungetela in padella e soffriggetela a fiamma bassa per 5 minuti. Mescolatela di tanto in tanto, fino a farla diventare tenera e imbiondita, ma non troppo colorata.

Step 2

Aggiungete il riso e tostatelo per qualche minuto senza smettere di girare. I chicchi si devono impregnare bene di burro e devono diventare quasi trasparenti. A questo punto sfumate col vino: alzate la fiamma e versate subito il vino bianco secco nella pentola, senza smettere di mescolare. Lasciate che cuocia fino a che l’alcol non sarà evaporato completamente, quindi abbassate nuovamente la fiamma.

Step 3

Nel frattempo, mettete a riscaldare I Brodi Star Verdure in una pentola, fino a fargli sfiorare il bollore. Quando sarà ben caldo, aggiungete abbastanza brodo nella pentola da coprire il riso e lasciate cuocere, mescolando costantemente, fino a far assorbire tutto il brodo. Continuate ad aggiungere il brodo un mestolo alla volta, ricordando di lasciare che il riso assorba completamente il brodo prima di aggiungere un altro mestolo. Continuate l’operazione fino a che il riso non avrà ultimato la cottura (saranno necessari circa 20 minuti).

Step 4

Mentre il riso cuoce, tagliate a scaglie (o grattugiate, nel caso del parmigiano) tutti i formaggi. Due o tre minuti prima che il riso completi la cottura, togliete la pentola dal fuoco e aggiungete gorgonzola, taleggio, fontina e parmigiano. Mescolate bene per amalgamare tutti gli ingredienti. Disponete il risotto in una teglia per servirlo e spolverizzatelo con una manciata di prezzemolo tritato e un altro po’ di parmigiano grattugiato. Servite ben caldo.

Giallozafferano

 

Articolo di Carla

ALTRE NOTIZIE
Crostata con ricotta e marmellata: guida passo passo
Crostata con ricotta e marmellata: guida passo passo
(Palermo)
-

Se preferite è possibile conservare la frolla in frigorifero per 2-3 giorni, oppure congelarla per circa 1 mese.
  Di crostate ne abbiamo preparate tante. Dalla più semplice con la confettura...

Pizza di carne: guida
Pizza di carne: guida
(Palermo)
-

Innanzitutto potete arricchire l’impasto della vostra pizza di carne con delle erbe aromatiche o spezie a piacere: prezzemolo, aglio e paprika affumicata.
  Qualcuno potrebbe infastidirsi nel sentirla chiamare pizza, ma la pizza di...

Uova alla monachina: guida
Uova alla monachina: guida
(Palermo)
-

E' importante che la besciamella sia più densa del normale perché fungerà da collante quando dovrete ricomporre le uova.
  Le uova ripiene sono un classico fra gli antipasti di Pasqua, ma quelle che...

Simnel cake: guida
Simnel cake: guida
(Palermo)
-

Se desiderate portarvi avanti con le preparazioni potete realizzare la base della torta il giorno prima oppure potete congelarla.
  SIMNEL CAKE RICETTA - Dalla colomba alla pastiera, passando per tutte le...

Sardenaira: guida passo passo
Sardenaira: guida passo passo
(Palermo)
-

L’impasto si può realizzare anche con la planetaria munita di gancio per impasti. Se preferite potete utilizzare i pomodori freschi al posto della polpa di pomodoro.
  Intorno al 1450 nasce a Nizza la pissaladière, una gustosa focaccia condita...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati