Reddito di Cittadinanza in anticipo: come fare domanda

(Genova)ore 20:24:00 del 07/03/2019 - Tipologia: , Economia, Guide, Lavoro, Politica

Reddito di Cittadinanza in anticipo: come fare domanda

Da Oggi mercoledì 6 marzo, sarà possibile presentare domanda per accedere al reddito di cittadinanza. .

Il reddito di cittadinanza potrà essere erogato in anticipo. A comunicarlo è l’Inps: l’istituto di previdenza, attraverso un comunicato con cui ricorda che da mercoledì 6 marzo sarà possibile presentare domanda, annuncia che sarà “in grado di trasmettere a Poste Italiane il flusso degli ordinativi di accreditamento sulle carte Rdc già dal 15 aprile prossimo, in anticipo rispetto a quanto originariamente programmato”.

Ieri, infatti, i Caf – i Centri di assistenza fiscale – avevano comunicato che potranno comunicare gli esiti dei controlli sulle domande ricevute entro il 26 aprile, erogando così l’assegno del reddito di cittadinanza a partire da maggio. Anche il ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, nelle scorse settimane aveva detto che gli assegni sarebbero arrivati ai beneficiari a partire dal 27 aprile. Ora, a un giorno dalla partenza vera e propria della misura, l’Inps fa sapere che già il 15 aprile potrebbero essere accreditati sulle tessere del reddito i primi importi.

L’istituto di previdenza ricorda nella nota che “da mercoledì 6 marzo, è possibile presentare le domande per ottenere il reddito e la pensione di cittadinanza”. E assicura di aver “predisposto le procedure informatiche che consentiranno la ricezione delle domande”, che potranno essere inoltrate – tramite l’apposito modulo – attraverso diverse modalità. La prima possibilità è quella di recarsi agli sportelli degli uffici postali a partire da domani, “utilizzando il modulo cartaceo predisposto dall’Inps e pubblicato sul sito Internet”. Il rischio di code e caos alle Poste non va però sottovaluto e gli stessi uffici stanno predisponendo diverse contromisure, come quella delle convocazioni in ordine alfabetico sulla base del cognome del beneficiario.

Sarà possibile presentare domanda anche online, sul sito del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali www.redditodicittadinanza.gov.it, utilizzando le credenziali SPID 2. Dopo l’accordo siglato negli scorsi giorni, sarà possibile inoltrare la richiesta anche attraverso i Caf, i Centri di assistenza fiscale. Prima di presentare domanda, gli interessati “devono avere presentato una DSU (dichiarazione sostitutiva unica) finalizzata al rilascio di ISEE. Non è necessario allegare alla domanda alcun documento, né l’attestazione ISEE, che verrà abbinata alle domande in modalità telematica direttamente dall’Inps”.

Una volta presentate le domande attraverso le diverse modalità indicate, i dati verranno trasmessi all’istituto di previdenza che si occuperà della verifica dei requisiti, provvedendo quindi ad accogliere o a rigettarle. Per le domande che verranno accolte, Poste italiane inviterà quindi i futuri beneficiari della misura ai propri sportelli, per poter ritirare la Card Rdc, ovvero la tessera – che funziona come un normale bancomat – su cui verranno caricate le somme e con cui potranno essere spese.

Da: QUI

Articolo di Gregorio

ALTRE NOTIZIE
Sgrassare le salsicce: cosa conoscere
Sgrassare le salsicce: cosa conoscere
(Genova)
-

Sul mercato, oltre alla salsiccia di solo suino o di carne miste, si trovano salsicce a base di carne di bovino, agnello, pollo o tacchino, cavallo, asino, cinghiale, fegato, variamente aromatizzate.
COME SGRASSARE LE SALSICCE - La salsiccia è un insaccato costituito da carne...

Dazi Usa: la lista nera americana sui prodotti italiani
Dazi Usa: la lista nera americana sui prodotti italiani
(Genova)
-

I dazi americani costano alle esportazioni italiane 500 milioni di euro e potrebbero determinare un calo delle vendite del 20%.
DAZI USA AL VIA - Un risarcimento che gli Usa hanno ottenuto dalla Wto per gli...

Partite IVA sotto attacco dal governo M5S PD. Quando smetteranno di tassare gli imprenditori?
Partite IVA sotto attacco dal governo M5S PD. Quando smetteranno di tassare gli imprenditori?
(Genova)
-

Il Governo ha definitivamente abbandonato l’estensione della flat tax con aliquota agevolata per le partite Iva con ricavi da 65 mila a 100 mila euro, che sarebbe dovuta entrare in vigore all’inizio del prossimo anno in base alla legge di bilancio 2019 ta
PARTITE IVA ANCORA TARTASSATE DAL GOVERNO - Cattive notizie in arrivo per il...

Concorsi universita': assunzioni per 2.400 docenti
Concorsi universita': assunzioni per 2.400 docenti
(Genova)
-

Lo sblocco delle assunzioni nelle università si avvicina.
UNIVERSITA', ASSUNZIONI 2400 DOCENTI - Dopo lo stop decretato dalla Legge di...

Diesel Euro 3, stop a Roma: 40mila imprese a rischio
Diesel Euro 3, stop a Roma: 40mila imprese a rischio
(Genova)
-

DIESEL EURO 3 VIETATI A ROMA - Provvedimenti contro il diesel anche a Roma.
DIESEL EURO 3 VIETATI A ROMA - Provvedimenti contro il diesel anche a Roma. Dal...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati