Rainbow Six Siege Operation Grim Sky: provato

(Genova)ore 10:14:00 del 23/08/2018 - Tipologia: , Videogames

Rainbow Six Siege Operation Grim Sky: provato

Assieme ai due nuovi operatori però, verrà introdotta la nuova versione della mappa Base di Hereford.

Come per ogni nuova stagione, anche in Grim Sky si aggiungeranno due nuovi operarori: Clash e Maverick. Il primo è un difensore, ed anche la prima classe della storia di Rainbow a utilizzare uno scudo in difesa. Come per Montagne lo scudo avrà due modalità di impugnatura, la prima ridotta che permetterà di inclinare lo scudo e utilizzare un’arma per sparare e la seconda completa che coprirà ogni singola parte del corpo, impedendo però l’utilizzo di ogni altra arma o gadget.
In modalità copertura completa inoltre, lo scudo rilascerà scariche elettriche (come un teaser) non letali a chiunque si avvicini. Queste scariche consumeranno una barra simile a quella del martello di Sledge che, una volta esaurita, necessiterà di un periodo di ricarica. Per quanto riguarda la dotazione dell’operatrice, Clash disporrà di un’arma secondaria e di un gadget oltre allo scudo: per l’arma potrete scegliere tra una normale pistola ad alto impatto, o una pistola semi-automatica a raffica, per il gadget potrete scegliere tra il filo spinato e le granate a impatto. L’altro operatore, Maverick, è invece un attaccante dotato di fiamma ossidrica. La sua specialità permetterà di aprire linee di tiro su ogni superficie distruttibile, dalle botole ai muri normali e dalle finestre o porte ai muri rinforzati, potendone regolare la forma e la dimensione. Anche in questo caso, l’abilità sarà legata ad una barra di consumo che una volta esaurita però segnerà la fine dell’utilizzo dell’abilità. I due nuovi operatori sono davvero interessanti, durante la nostra prova entrambi hanno dimostrato di integrarsi bene nel roster attuale e possono fornire diverse nuove soluzioni e approcci. Soprattuto l’abilità di Maverick, che non viene fermata nè dai bandit nè dai mute, permette di diversificare l’approccio all’ingresso nelle stanze barricate.
Assieme ai due nuovi operatori però, verrà introdotta la nuova versione della mappa Base di Hereford. Più verticale, con una migliore gestione degli spazi e con una migliorata mobilità trai i piani, questa rivisitazione della mappa ci ha piacevolmente soddisfatto. Scontri ravvicinati o a lungo raggio, entrambi sono ora equamente valorizzati. I giocatori di lunga data si ritroveranno sicuramente tra i vari piani dell’edificio, mentre i nuovi giocatori avranno modo di sperimentare una mappa che fin dagli albori del titolo è stata una delle più giocate. Oltre alla Base Hereford però, in Grim Sky anche la mappa Consolato vedrà delle sostanziali modifiche: alcune location delle bombe sono state modificate per rendere più equilibrate le azioni di attacco e difesa e anche la conformazione di alcune zone della parte esterna dell’edificio è stata modificata al fine di renderla più in linea con il gioco.

Il concept che avvolge tutta l'espansione Grim Sky caratterizza anche i due nuovi operatori, entrambi un manifesto alle origini di Rainbow Six Siege. Se gli ultimi DLC avevano introdotto abilità come le nanoparticelle, gli ologrammi e l'invisibilità ai droni, le capacità dei due nuovi effettivi potranno sembrare banali nella loro semplicità. Clash, agente della polizia metropolitana di Londra, è il primo operatore di difesa dotato di scudo balistico, mentre lo statunitense Maverick potrà creare dei fori nelle pareti rinforzate grazie a una potente fiamma ossidrica.

Gli scudi balistici non sono una novità all'interno di Rainbow Six Siege, ma essi erano sempre stati appannaggio esclusivo degli attaccanti, che li utilizzavano per avanzare all'interno della mappa senza rischiare di essere presi di sorpresa dal nemico. Clash sarà un operatore sui generis, poiché è il primo rappresentante di una nuova generazione di difensori che potrà rendere davvero dura la vita di tutti quei personaggi d'attacco che fanno della velocità la loro arma più letale.

Dotata di uno scudo CCE (Crowd Control Electro), Clash può posizionarsi lontana dagli obiettivi e affrontare direttamente le forze di attacco che in quel momento stanno entrando nella struttura, raccogliendo preziose informazioni per i compagni e interrompendo nello stesso momento, in maniera decisiva, l'avanzata della squadra nemica. Grazie al taser montato sullo scudo che rallenta e ferisce gli assalitori, Clash è una spina nel fianco per tutte quelle formazioni che organizzano un'offensiva rapida nei confronti degli obiettivi.

Al sicuro dietro al proprio scudo, il nuovo difensore può inoltre attirare il fuoco nemico mentre i compagni sfruttano la confusione per cogliere di sorpresa gli avversarsi dai fianchi. Al netto di questa sua capacità di infastidire la squadra nemica, Clash soffre di una ridotta potenza di fuoco: l'inventario dell'operatrice include solo armi secondarie, che in ogni caso non possono essere equipaggiate mentre lo scudo è in posizione. Le potenzialità di Clash trovano difficilmente paragone all'interno del roster dei difensori, per un personaggio che ha tutte le caratteristiche per diventare la scelta obbligata di ogni squadra che ambisca alla vittoria.

Articolo di Alberto

ALTRE NOTIZIE
Fifa 20 Volta Football: guida passo passo
Fifa 20 Volta Football: guida passo passo
(Genova)
-

Rush Keepers, ad esempio, offrirà l'opportunità di giocare in 3 contro 3 e 4 contro 4, in una modalità senza portieri e con porte piccole che obbligherà tutti i calciatori in campo - o meglio, in strada - a coprire bloccando un tiro, oltre che a segnare.
  FIFA 20 VOLTA FOOTBALL ANTEPRIMA - Le meccaniche di gioco di Volta...

Hearthstone Salvatori di Udlum: guida passo passo
Hearthstone Salvatori di Udlum: guida passo passo
(Genova)
-

ANTEPRIMA HEARTHSTONE SALVATORI DI UDLUM - Anche il sacerdote non si segnala per carte particolarmente potenti, a nostro avviso, eppure due delle carte a basso costo ci hanno colpito: Contrizione infligge 3 danni ad un servitore e ne rigenera altrettanti
  ANTEPRIMA HEARTHSTONE SALVATORI DI UDLUM - La nuova espansione di Hearthstone...

Darksiders III Keepers of the Void: cosa conoscere
Darksiders III Keepers of the Void: cosa conoscere
(Genova)
-

Ogni zona richiede una determinata forma di Furia, e se non l’avrete ancora acquisita sarà impossibile proseguire in determinati percorsi.
  DARKSIDERS III KEEPERS OF THE VOID RECENSIONE - A mesi di distanza dalla...

Final Fantasy XIV ShadowBringers: cosa sapere
Final Fantasy XIV ShadowBringers: cosa sapere
(Genova)
-

Anche se affiancato a un lavoro di design e una regia di gran lunga superiori a quelli di molti videogiochi AAA, il Luminous Studio è un engine proprietario con ormai parecchi anni sulle spalle, in grado di gestire egregiamente ampi ambienti di gioco stra
  FINAL FANTASY XIV SHADOWBRINGERS RECENSIONE - Esistono due tipi di "veri fan...

Age of Wonders Planetfall: provato
Age of Wonders Planetfall: provato
(Genova)
-

La campagna in singleplayer è molto di più che un semplice antipasto, ma è negli scenari casuali che l’opera raggiunge il suo massimo potenziale, libera da briglie pre-imposte da vincoli di narrazione.
  RECENSIONE AGE OF WONDERS PLANETFALL - Planetfall è, in un certo senso, una...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati