Prima promessa NON mantenuta: niente TAGLI sulla benzina

(Milano)ore 13:01:00 del 23/12/2018 - Tipologia: , Denunce, Economia, Politica

Prima promessa NON mantenuta: niente TAGLI sulla benzina

La notizia era ormai nota, ma ora c’è l’ufficialità: le accise sulla benzina non sono state tagliate .

Il taglio delle accise sulla benzina tante volte promesso da Matteo Salvini non ci sarà. È ormai cosa nota da tempo. Da quando la legge di Bilancio è stata presentata per la prima volta nella sua versione ufficiale, poi inviata alle Camere. Ma oggi, dopo l’arrivo del maxi-emendamento che riscrive in parte la manovra dopo l’accordo con l’Ue e le modifiche varate dal governo, c’è anche l’ufficialità. Il vicepresidente del Consiglio non ha mantenuto una delle sue più importanti promesse elettorali.

L’annuncio di tagliare, sin “dal primo Consiglio dei ministri”, aveva detto, le accise più vecchie non è stato realizzato. E per questo riparte con le promesse e afferma di voler rimediare nel 2019. Ma l’impresa sempre essere difficile, considerando che in realtà per il momento viene previsto addirittura un aumento delle accise a partire dal 2020. Il possibile aumento fa parte delle clausole di salvaguardia che il governo che varerà la prossima legge di Bilancio dovrà sterilizzare. Ma se i 400 milioni attualmente messi a bilancio per il 2020, 2021 e 2022 non si dovessero trovare, scatterebbe l’aumento.

Salvini è riuscito ad evitare l’aumento per il 2019: il governo ha sterilizzato sia le clausole di salvaguardia dell’Iva che quelle delle accise con l’attuale legge di Bilancio. Ma ha anche aumentato, rispetto alla prima versione della manovra, la clausola per il prossimo triennio. A crescere, dunque, non sarà solo l’Iva (sempre in caso di mancata sterilizzazione), ma anche l‘accisa sui carburanti. In totale si prevedono 23 miliardi di entrate tra Iva e accise per il 2020 e 28,75 miliardi per il 2021 e il 2022. A dire il vero gran parte di queste entrate derivano proprio dall’aumento dell’Iva. L’impatto delle accise è decisamente inferiore: 400 milioni di euro l’anno per tutto il triennio.

La precedente versione della legge di Bilancio prevedeva una parziale sterilizzazione delle accise sul carburante per lo stesso triennio: rimanevano, infatti, solamente 140 milioni per il 2020 e 300 milioni per il 2021 e il 2022. Ma Salvini non rinuncia e, anzi, rilancia, ammettendo di aver fallito e non aver mantenuto questa promessa: “Togliere le accise più vecchie non siamo riusciti a farlo, mi riprometto di portare a casa questo risultato nel 2019, siamo riusciti soltanto a bloccare ulteriori aumenti. Ma le accise che risalgono a 20, 30, 50 anni fa sono fuori dal mondo. Ammetto che in sei mesi non sono riuscito a fare tutto quello che mi ero proposto, ma è uno stimolo a fare ancora meglio”.

Da: QUI

Articolo di Samuele

ALTRE NOTIZIE
2 italiani su 3 scelgono prodotti Biologici: perche' conviene?
2 italiani su 3 scelgono prodotti Biologici: perche' conviene?
(Milano)
-

CONVIENE ACQUISTARE BIOLOGICO? - Quasi due italiani su tre (64%) acquistano prodotti alimentari biologici regolarmente (22%) o occasionalmente (42%).
CONVIENE ACQUISTARE BIOLOGICO? - Quasi due italiani su tre (64%) acquistano...

Cibi pericolosi che importiamo in Italia: la BLACK LIST COLDIRETTI
Cibi pericolosi che importiamo in Italia: la BLACK LIST COLDIRETTI
(Milano)
-

LA BLACK LIST 2019 DEI CIBI PERICOLOSI IMPORTATI IN ITALIA - Dall’inizio dell’anno a oggi in Italia è stato segnalato un allarme alimentare al giorno e la maggior parte dei cibi pericolosi per la nostra salute provengono dall’estero.
LA BLACK LIST 2019 DEI CIBI PERICOLOSI IMPORTATI IN ITALIA - Dall’inizio...

Batosta sulle patenti: cosa cambia sui pagamenti
Batosta sulle patenti: cosa cambia sui pagamenti
(Milano)
-

Revocata l'esenzione dell'imposta sulle lezioni per il conseguimento della patente di guida“
Patente, incubo aumenti per la batosta Iva: cosa cambia (e chi dovrà pagare)...

Paradisi fiscali: gli italiani nascondono 142 miliardi all'estero, ma nessuno fa nulla
Paradisi fiscali: gli italiani nascondono 142 miliardi all'estero, ma nessuno fa nulla
(Milano)
-

142 MILIARDI EVASI DAGLI ITALIANI - Nei paradisi fiscali ci sono 142 miliardi di euro nascosti da contribuenti italiani, una cifra grande quanto l'8,1% del Prodotto interno lordo.
142 MILIARDI EVASI DAGLI ITALIANI - Nei paradisi fiscali ci sono 142 miliardi di...

Gioco d'azzardo: chi vince sempre, e' lo STATO
Gioco d'azzardo: chi vince sempre, e' lo STATO
(Milano)
-

LO STATO “GIOCA” SUGLI ITALIANI - Che il gioco d’azzardo fosse causa di problemi per tanti cittadini, ma fonte di guadagno per le casse dello Stato, grazie alle tasse applicate su tale attività, è cosa ormai risaputa.
LO STATO “GIOCA” SUGLI ITALIANI - Che il gioco d’azzardo fosse causa di problemi...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati