Prevedere l'ALZHEIMER? UN NUOVO STUDIO DA' UNA SPERANZA AI MALATI

(Genova)ore 08:01:00 del 28/01/2019 - Tipologia: , Salute, Scienze

Prevedere l'ALZHEIMER? UN NUOVO STUDIO DA' UNA SPERANZA AI MALATI

Il morbo di Alzheimer potrebbe essere prevedibile, e quindi curabile in modo efficace..

Il morbo di Alzheimer potrebbe essere prevedibile, e quindi curabile in modo efficace. Un nuovo studio condotto da un team internazionale di ricercatori ha individuato un sistema per monitorare la progressione della malattia circa dieci anni prima che si manifesti con i suoi sintomi clinici, irreversibili. Lo studio, ora nella sua seconda fase per la possibile applicazione pratica, potrebbe portare alla diagnosi del morbo molto prima che ne compaiano i segnali, permettendo la messa a punto di cure più efficaci per controllare la malattia.

La ricerca scientifica indaga in modo sempre più intenso sull'Alzheimer, per riuscire a identificarlo prima della comparsa dei segni del declino cognitivo, che cresce in modo lento e silenzioso nell'arco di 10-20 anni. È proprio questo il periodo chiave in cui intervenire per arginare la malattia con trattamenti preventivi. E uno dei campi di ricerca è quello delle proteine del sangue in grado di funzionare da marker che segnalino l'insorgere dei processi di neurodegenerazione.

Il team di ricercatori, nello studio pubblicato su Nature Medicine, ha sperimentato su 405 soggetti colpiti da Alzheimer un nuovo test del sangue che prende in considerazione una proteina chiamata neurofilament light (NfL), che viene rilasciata nel flusso sanguigno in seguito a danni alle cellule cerebrali. Hanno così scoperto un piccolo frammento che resiste a questo degrado ed è in grado di informarci sulla comparsa della malattia.

Lo studio ha rivelato una chiara correlazione tra l'aumento dei livelli di NfL e l'insorgenza dei sintomi clinici di Alzheimer. Quello che è emerso è che l'analisi del sangue ha previsto con precisione quando i membri di una famiglia con malattia di Alzheimer ereditata iniziano a mostrare i sintomi. I test hanno permesso di identificare l'insorgenza del morbo nei membri della famiglia anche un decennio prima che questi iniziassero a mostrare alterazioni cognitive.

Lo studio ora prosegue per poter arrivare alla implementazione di questo esame del sangue nelle procedure mediche. Una volta completati tutti i procedimenti necessari, può diventare una prassi utile per i pazienti con un rischio genetico familiare di sviluppare il morbo di Alzheimer.

Dago

Articolo di Gregorio

ALTRE NOTIZIE
Stop ai succhi: fino a 5 anni i bimbi dovrebbero bere solo acqua e latte
Stop ai succhi: fino a 5 anni i bimbi dovrebbero bere solo acqua e latte
(Genova)
-

SUCCHI AI BAMBINI FANNO MALE - Per i primi cinque anni di vita i bambini devono bere acqua e latte.
SUCCHI AI BAMBINI FANNO MALE - Per i primi cinque anni di vita i bambini devono...

Johnson&Johnson: amianto nel lotto di talco per neonati
Johnson&Johnson: amianto nel lotto di talco per neonati
(Genova)
-

Un nuovo caso con gravi ricadute per l'immagine del colosso e conseguenze potenzialmente molto pesanti dal punto di vista legale ed economico
JOHNSON&JOHNSON, RITIRATO LOTTO PER AMIANTO - La Johnson&Johnson sta...

Pizza a colazione? Molto meglio dei cereali!
Pizza a colazione? Molto meglio dei cereali!
(Genova)
-

Cosa c’è di meglio di una bella fetta di pizza fumante per il pasto più importante della giornata?
PIZZA A COLAZIONE FA BENE - Pizza a colazione? Per quanto possa essere gustosa e...

Dieta della Zucca Ottobre 2019 per perdere peso
Dieta della Zucca Ottobre 2019 per perdere peso
(Genova)
-

DIETA DELLA ZUCCA PER DIMAGRIRE - La zucca è uno dei frutti di stagione più popolari dell’autunno anzi, un vero e proprio simbolo del passaggio alla stagione invernale.
DIETA DELLA ZUCCA PER DIMAGRIRE - La zucca è uno dei frutti di stagione più...

Italiani popolo di fumatori: quanto ci guadagna lo Stato?
Italiani popolo di fumatori: quanto ci guadagna lo Stato?
(Genova)
-

QUANTO LO STATO GUADAGNA DAI TABACCHI - L'organizzazione mondiale della salute stima che ogni anno 6 milioni di persone muoiano per causa del tabacco, e di questi uno su dieci non è neppure un fumatore ma è solo esposto al fumo passivo.
QUANTO LO STATO GUADAGNA DAI TABACCHI - L'organizzazione mondiale della salute...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati