Posti da vedere Angkor

(Roma)ore 12:23:00 del 14/11/2018 - Tipologia: , Videogames

Posti da vedere Angkor

Impressionante l'estensione dei bassorilievi che rappresentano soprattutto le scene principali dei poemi epici induisti (Ramayana, Mahabharata)..

 

COSA VEDERE ANGKOR - Consigliare dove andare e quali siti e templi visitare ad Angkor non è un compito facile. Peraltro in luoghi come Angkor la visita è una successione incalzante di emozioni e impressioni che finiscono inevitabilmente per stravolgere qualunque piano o programma.

Il nostro consiglio è comunque quello di iniziare dagli itinerari di visita “turistici”, tipicamente i templi del cosiddetto Piccolo Circuito e del Grande Circuito. Una visita guidata introduce al sito e apre la strada per l'esplorazione in solitaria.

Tra i siti e i templi imperdibili, da vedere assolutamente, annoveriamo il Tempio Bayon al centro dell'antica città di Angkor Thom, il suggestivo Ta Prohm e naturalmente Angkor Wat, l'edificio religioso più grande al mondo, un capolavoro per concezione e valore architettonico e artistico.

COSA VEDERE ANGKOR -Il sito piacerà a tal punto che non sarà affatto raro ritornare al medesimo tempio per rivederlo, magari all'alba e al tramonto quando le comitive di turisti sono lontane.

Di seguito riportiamo descrizioni sintetiche dei templi principali. Raccomandiamo di documentarsi a sufficienza prima di visitare il sito.

Tempio Angkor Wat

Angkor Wat è uno splendido tempio buddhista divenuto un'icona per Angkor e un simbolo nazionale per la Cambogia. All'epoca della fondazione, XII secolo era un tempio induista. Lo stile armonioso, solenne ma privo di virtuosismi eccessivi ha definito un canone classico per l'architettura Khmer e ha reso il tempio uno dei siti più apprezzati di Angkor.

COSA VEDERE ANGKOR -Realizzato secondo la concezione del Tempio-Montagna, il gigantesco edificio a forma rettangolare si erge su più livelli culminando in cinque torri ogivali a forma di bocciolo di loto che rappresentano le vette del Monte Meru, montagna sacra per la cosmologia induista. Un ampio fossato separa il tempio dal mondo profano e simboleggia l'oceano che circonda il Monte Meru.

Impressionante l'estensione dei bassorilievi che rappresentano soprattutto le scene principali dei poemi epici induisti (Ramayana, Mahabharata).

Consacrato a Vishnu e grande ben quattro volte il Vaticano, è l'edificio religioso più esteso del mondo, quindi prendetevi tutto il tempo per visitarlo con calma. Scoprirete così che la sua architettura riproduce l'universo indù, con le torri centrali che rappresentano il Monte Meru, cioè la casa degli Dei, mentre il fossato esterno simboleggia l'oceano.

Soffermatevi poi sui bassorilievi che ricoprono il muro esterno per ben 600 metri: praticamente un libro scolpito nella pietra, che narra del mito della "Zangolatura dell'Oceano di Latte", scene dei più popolari poemi indiani e decorazioni che riproducono migliaia di splendide Apsara, le mitologiche "ninfe celesti".

Angkor Thom, l'antica capitale dell'Impero Khmer

Dedicate almeno una giornata alla scoperta di Angkor Thom, l'ultima e più potente capitale dell'Impero Khmer che dominava il sud-est asiatico e raggiunse il massimo splendore tra il XII e il XIV secolo per poi essere inspiegabilmente abbandonata. Protetta da possenti mura, vi si accede da porte colossali, situate ai quattro punti cardinali.

Immersi tra la fitta vegetazione, spuntano a sorpresa decine di templi e resti di antichi edifici sparsi su una superficie di un centinaio di chilometri quadrati. Vista l'estensione, vi conviene spostarvi con un tuk-tuk che vi segua per tutta la visita.



Al centro sorge il Bayon, il tempio di gran lunga più spettacolare: una "montagna" di pietra formata da una cinquantina di torri-santuario sulle quali sono scolpiti enigmatici volti che sembrano scrutare i visitatori. A breve distanza sorgeva il Palazzo Reale, dimora dei re Khmer, di cui però rimane ben poco, a parte le Terrazze degli Elefanti e del Re Lebbroso, con le pareti perimetrali ricoperte di splendidi bassorilievi.

Il tempio più affascinante dovete però cercarlo in una zona isolata, fuori le mura.

Ta Prohm, il set di Tomb Raider

In una radura della giungla, ancora avviluppato da un intreccio di liane e radici, sorge il Ta Prohm, un monastero di circa 600 stanze che gli archeologi hanno volutamente lasciato allo stato originale. Se il luogo vi sembra vagamente familiare, è perché è stato il set del film e del videogioco Tomb Raider. Entrate e proverete anche voi l'emozione della scoperta vissuta un secolo e mezzo fa dagli archeologi che scoprirono questa magnifica città perduta nella foresta cambogiana.

Se avete tempo, non perdetevi la visita del delizioso Banteay Srey, "la cittadella delle donne" dedicata a Shiva, il più remoto dei templi angkoriani, che sorge a una quarantina di chilometri da Siem Reap. Una meraviglia di pietra rosa quasi interamente ricoperta da un merletto di sculture e bassorilievi.

Cambodia Landmine Museum

Sulla strada per il Banteay Srey fate una sosta al Cambodia Landmine Museum, dove potete informarvi sulla storia della guerra civile cambogianae sulla piaga delle mine antiuomo che fino a tempi recenti infestavano gran parte delle campagne del paese. In mostra ogni genere di ordigni rinvenuti durante le campagne di sminamento, oltre a foto e documentazione per sensibilizzare il pubblico verso i pericoli delle famigerate trappole esplosive.

 

Articolo di Gregorio

ALTRE NOTIZIE
Fortnite, patch 8.40: cosa sapere
Fortnite, patch 8.40: cosa sapere
(Roma)
-

È arrivata finalmente la patch 8.40 di Fortnite che, come ogni volta, introduce novità e sorprese speciali per tutti gli utenti.
È arrivata finalmente la patch 8.40 di Fortnite che, come ogni volta, introduce...

A Plague Tale Innocence: guida passo passo
A Plague Tale Innocence: guida passo passo
(Roma)
-

Ben presto però la situazione si complicherà, lasciando spazio all’orrore e alla disperazione di un crescendo drammatico che porterà la giovane quattordicenne a dover fuggire da proprio villaggio, lasciando alle spalle i suoi amici e parenti più cari.
  In occasione del What’s Next tenutosi a Parigi pochi giorni fa, Focus Home...

Heavens Vault: cosa conoscere
Heavens Vault: cosa conoscere
(Roma)
-

Rispetto ai precedenti giochi realizzati dal team inglese, Heaven's Vault si distingue in maniera netta anche per lo stile grafico utilizzato, che unisce ambienti completamente 3D a personaggi illustrati.
  Quando lo studio inkle pubblica un nuovo gioco, è bene stare attenti: di...

Anno 1800: cosa sapere
Anno 1800: cosa sapere
(Roma)
-

Il 1800 fu infatti un’era di progresso scientifico, uno spartiacque tra una società ancora ad impronta principalmente agricola e le città sempre più industrializzate, dove i fumi delle ciminiere facevano da sfondo a movimenti politici e sindacali, mentre
  L’esplorazione di mondi futuri non ha portato benissimo ad Anno e a Blue...

Weedcraft Inc: cosa sapere
Weedcraft Inc: cosa sapere
(Roma)
-

Si renderà necessaria una certa pazienza prima di veder decollare la propria attività, e con essa le interessanti occasioni che si creeranno dopo aver acquisito una certa dimestichezza con l'intero impianto di gioco.
  Sono passati oltre ottanta anni dall’emanazione del Marijuana Tax Act da...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati