Polenta chips: guida passo passo

(Palermo)ore 21:11:00 del 22/02/2019 - Tipologia: , Cucina

Polenta chips: guida passo passo

Sappiamo che già vi sta venendo l’acquolina in bocca con le polenta chips. Cosa state aspettando a correre ai fornelli per prepararle? Ecco come si fanno!.

Siete più tipi da aperitivo o da brunch? Che sia di sera dopo il lavoro, magari sorseggiando qualcosa di fresco, oppure di giorno durante il fine settimana, quando vi svegliate tardi e avete troppa fame per aspettare l'ora del pranzo... vi suggeriamo una ricetta che, una volta provata, vedrete non potrà mai più mancare in questi due momenti così conviviali: le polenta chips! Si tratta di croccanti bastoncini di polenta insaporiti da un profumato mix di rosmarino e sale: ogni boccone sarà un momento di irresistibile goduria per il palato! Sappiamo che già vi sta venendo l’acquolina in bocca con le polenta chips. Cosa state aspettando a correre ai fornelli per prepararle? Ecco come si fanno!
Ingredienti per circa 30 chips di polenta
Farina di mais fioretto 250 g Acqua 1 l Olio extravergine d'oliva 1 cucchiaio Rosmarino 1 rametto Sale grosso 1 pizzico
PER FRIGGERE
Olio di semi q.b.
Come preparare la Polenta chips

Per preparare le polenta chips cominciate proprio dalla polenta. Ponete sul fuoco un pentolino con l’acqua e l’olio (1) e non appena raggiungerà il bollore versate a pioggia la farina di mais fioretto (2) mentre mescolate rapidamente con una frusta (3). 

Non appena avrà preso un po’ di consistenza abbassate la fiamma e continuate a cuocere, mescolando di continuo con un cucchiaio di legno (4), per circa 30-40 minuti finché la polenta non avrà raggiunto una consistenza piuttosto solida (5), quindi spegnete la fiamma. Ungete una teglia rettangolare da 38x25 cm (6) e versate al suo interno la polenta ancora calda. Livellate la superficie con una spatola cercando di ottenere uno spessore di 1 cm (7-8). Infine coprite con un foglio di carta forno e pareggiate la superficie con un matterello per renderla liscia; lasciate raffreddare per almeno 2 ore in frigorifero fino a che non risulterà compatta (9).
Trascorso il tempo indicato, riprendete la teglia con la polenta e trasferitela su un tagliere, dopodiché con una lama liscia ricavate dei bastoncini larghi circa 2 cm. Tagliate quindi per lungo allo spessore indicato (10) e poi tagliate nell'altro verso per creare delle file di bastoncini di circa 8 cm di lunghezza (11): otterrete così delle chips tutte uguali (12) e pronte per essere fritte.
Ponete sul fuoco un tegame con abbondante olio e scaldatelo fino a raggiungere la temperatura di 180° (potete utilizzare un termometro da cucina per misurarla). Non appena l'olio sarà caldo immergete pochi pezzi di polenta per volta (13) per circa 8 minuti fino a che risulteranno ben dorate. A questo punto scolatele utilizzando una schiumarola (14) e posizionatele su un vassoio foderato di carta assorbente (15) che servirà ad eliminare l'olio in eccesso (15).
Nel frattempo tritate il rosmarino finemente il rosmarino insieme a del sale grosso. Poi trasferite le chips di polenta in un cestino con della carta paglia magari (16), per servirle cosparse con il trito appena preparato. Gustate le polenta chips ancora calde e fumanti (18)!
Conservazione
I bastoncini di polenta non fritti si conservano in frigorifero per due giorni coperti con pellicola. E' possibile inoltre congelare la polenta chips avendo cura di porre i bastocini ben distanziati su un vassoio per evitare che si attacchino, una volta congelati è possibile trasferirli in un apposito sacchetto da freezer, così da ottimizzare anche lo spazio!
Una volta fritti vanno consumati subito.
Consiglio
Se volete optare per una cottura più leggera, potete cuocere le chips di polenta in forno, a 220°, per circa 15 minuti, fino a quando risulteranno ben dorate e croccanti.

Giallozafferano

Articolo di Carla

ALTRE NOTIZIE
Pizza di carne: guida
Pizza di carne: guida
(Palermo)
-

Innanzitutto potete arricchire l’impasto della vostra pizza di carne con delle erbe aromatiche o spezie a piacere: prezzemolo, aglio e paprika affumicata.
  Qualcuno potrebbe infastidirsi nel sentirla chiamare pizza, ma la pizza di...

Uova alla monachina: guida
Uova alla monachina: guida
(Palermo)
-

E' importante che la besciamella sia più densa del normale perché fungerà da collante quando dovrete ricomporre le uova.
  Le uova ripiene sono un classico fra gli antipasti di Pasqua, ma quelle che...

Simnel cake: guida
Simnel cake: guida
(Palermo)
-

Se desiderate portarvi avanti con le preparazioni potete realizzare la base della torta il giorno prima oppure potete congelarla.
  SIMNEL CAKE RICETTA - Dalla colomba alla pastiera, passando per tutte le...

Sardenaira: guida passo passo
Sardenaira: guida passo passo
(Palermo)
-

L’impasto si può realizzare anche con la planetaria munita di gancio per impasti. Se preferite potete utilizzare i pomodori freschi al posto della polpa di pomodoro.
  Intorno al 1450 nasce a Nizza la pissaladière, una gustosa focaccia condita...

Come fare i Conchiglioni ripieni
Come fare i Conchiglioni ripieni
(Palermo)
-

Un'altra variante gustosa è la versione in bianco senza sugo di pomodoro: basterà insaporire con della cremosa besciamella!
  I conchiglioni sono un formato di pasta che accende la fantasia: si prestano...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati