Pasta allo scarpariello, guida

(Napoli)ore 17:16:00 del 02/07/2018 - Tipologia: , Cucina

Pasta allo scarpariello, guida

Si consiglia di mescolare bene e in maniera continua nel momento in cui si versano i formaggi grattugiati alternando con l'acqua di cottura della pasta per evitare che il formaggio si rapprenda..

Una pasta sciuè sciuè: pomodorini, formaggio e basilico fresco in abbondanza.

La ricetta dello scarpariello, una pasta veloce e gustosa che fa parte della tradizione napoletana, nata decenni fa tra i vicoli dei Quartieri Spagnoli a Napoli.

Era l'epoca degli scarpari, ovvero i vecchi calzolai, che venivano ripagati del proprio lavoro artigianale anche con ciò che si aveva in dispensa.

Così con i pezzi di formaggio a disposizione, il sugo di pomodoro avanzato dal giorno prima (il ragù napoletano) e le foglie di basilico si dava vita ad un piatto dal condimento semplice e genuino, veloce da realizzare e saporito.

Nel tempo si è "accettata" l'usanza di realizzare la ricetta dello scarpariello con i pomodorini freschi: noi ve la proponiamo con i datterini lasciati cuocere dolcemente, conditi con Pecorino e Parmigiano che avvolgeranno lo spaghetto per un condimento cremoso!

La pasta allo scarpariello è una vera prelibatezza, grazie principalmente alla qualità degli ingredienti utilizzati: in alcune parti della Campania viene preparata anche con il formato di pasta scialatielli e con il pomodorino giallo.

Conservazione

Si consiglia di consumare subito la pasta allo scarpariello.

Si sconsiglia qualsiasi forma di conservazione.

Consiglio

Potete variare il tipo di pasta, preferibilmente lunga o fresca come gli scialatielli che trattengono bene il condimento e utilizzare anche pomodoro in filetti o pomodorini gialli.

Si consiglia di mescolare bene e in maniera continua nel momento in cui si versano i formaggi grattugiati alternando con l'acqua di cottura della pasta per evitare che il formaggio si rapprenda.

Dosi per

4 persone

 300 gr di pasta corta

 1 kg di pomodorini

 1 fascetto di basilico

 25 gr di pecorino grattugiato

 25 gr di provolone

 1 spicchio di aglio

 sale

 olio di oliva extravergine

COME FARE LA PASTA ALLO SCARPARIELLO

Pulite i pomodori e tagliateli a metà.

In una padella con l'olio fate soffriggere l'aglio.

Aggiungete quindi i pomodori ed il sale e fate cuocere per circa 10 minuti.

A fine cottura mettete il basilico spezzettato e amalgamate.

Intanto cuocete la pasta in abbondante acqua bollente salata e scolatela al dente.

Trasferitela in padella assieme al provolone alla julienne ed il pecorino.

La vostra pasta allo scarpariello è pronta per essere portata in tavola aggiungendo del basilico fresco direttamente sui piatti.

Articolo di Carla

ALTRE NOTIZIE
Crostata con ricotta e marmellata: guida passo passo
Crostata con ricotta e marmellata: guida passo passo
(Napoli)
-

Se preferite è possibile conservare la frolla in frigorifero per 2-3 giorni, oppure congelarla per circa 1 mese.
  Di crostate ne abbiamo preparate tante. Dalla più semplice con la confettura...

Pizza di carne: guida
Pizza di carne: guida
(Napoli)
-

Innanzitutto potete arricchire l’impasto della vostra pizza di carne con delle erbe aromatiche o spezie a piacere: prezzemolo, aglio e paprika affumicata.
  Qualcuno potrebbe infastidirsi nel sentirla chiamare pizza, ma la pizza di...

Uova alla monachina: guida
Uova alla monachina: guida
(Napoli)
-

E' importante che la besciamella sia più densa del normale perché fungerà da collante quando dovrete ricomporre le uova.
  Le uova ripiene sono un classico fra gli antipasti di Pasqua, ma quelle che...

Simnel cake: guida
Simnel cake: guida
(Napoli)
-

Se desiderate portarvi avanti con le preparazioni potete realizzare la base della torta il giorno prima oppure potete congelarla.
  SIMNEL CAKE RICETTA - Dalla colomba alla pastiera, passando per tutte le...

Sardenaira: guida passo passo
Sardenaira: guida passo passo
(Napoli)
-

L’impasto si può realizzare anche con la planetaria munita di gancio per impasti. Se preferite potete utilizzare i pomodori freschi al posto della polpa di pomodoro.
  Intorno al 1450 nasce a Nizza la pissaladière, una gustosa focaccia condita...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati