OMICIDIO DI STATO A NAPOLI: operaia Fiat in cassa integrazione si uccide

(Napoli)ore 08:42:00 del 26/07/2018 - Tipologia: , Cronaca, Denunce, Lavoro

OMICIDIO DI STATO A NAPOLI: operaia Fiat in cassa integrazione si uccide

La 47enne è stata trovata morta nel suo appartamento di Acerra. A luglio le sarebbe scaduto l'ammortizzatore sociale..

Per uccidersi si è sferrata alcune coltellate all’addome, che le hanno provocato emorragie mortali. Si è suicidata così Maria B., 47 anni, operaia del reparto logistico Fiat a Nola. Da sei anni era in cassa integrazione, ma l’ammortizzatore sociale sarebbe scaduto il prossimo 13 luglio. La donna è morta martedì scorso nella propria abitazione di Acerra (Napoli), ma il cadavere è stato ritrovato solo ieri sera (sabato 24 maggio). A dare l’allarme alcuni sono stati alcuni vicini preoccupati dei cattivi odori che provenivano dall’appartamento chiuso dall’interno.

La donna, dalla separazione dal marito – avvenuta qualche anno fa – viveva da sola nel Rione Spiniello e secondo gli amici e colleghi soffriva di crisi depressive. Il 2 agosto 2011, la 47enne, dopo che un operaio dello stabilimento Fiat di Pomigliano D’Arco aveva tentato di togliersi la vita ferendosi più volte con un’arma da taglio, aveva scritto una sorta di articolo dal titolo “Suicidi in Fiat”, pubblicato un anno più tardi sul sito del Comitato mogli operai Pomigliano, del quale la 47enne faceva parte.

“L’intero quadro politico-istituzionale – scriveva la donna – che da sinistra a destra ha coperto le insane politiche della Fiat, è corresponsabile di questi morti insieme alle centrali confederali”. Nello scritto, Maria B. accusava Fiat e l’amministratore delegato, Sergio Marchionne, di “fare profitti letteralmente sulla pelle dei lavoratori che sono costretti ormai da anni alla miseria di una cassa integrazione senza fine ed a un futuro di disoccupazione”. E aggiungeva: “‘Non si può continuare a vivere per anni sul ciglio del burrone dei licenziamenti”.

Gli investigatori non hanno dubbi sulla dinamica e le cause della morte. Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna, l’operaia si è stesa sul letto, e dopo essersi ferita con un coltello da cucina, ha cercato di raggiungere il telefono, senza però riuscire ad afferrarlo per le forti emorragie interne che l’hanno soffocata. Sarà comunque l’autopsia disposta dal magistrato di turno a confermare l’ipotesi degli investigatori.

Da: IL Fatto

Articolo di Carmine

ALTRE NOTIZIE
Perche' in Russia tutti stanno comprando compresse allo IODIO?
Perche' in Russia tutti stanno comprando compresse allo IODIO?
(Napoli)
-

ALLERTA NUCLEARE IN RUSSIA - Sale a 7 il numero dei morti causato dall’incidente avvenuto giovedì 8 agosto nell’area militare di Nyonoksa, nella regione di Arkhangelsk durante i test di un motore jet a propellente liquido.
ALLERTA NUCLEARE IN RUSSIA - Sale a 7 il numero dei morti causato dall’incidente...

Migranti, crolla il numero degli sbarchi col governo gialloverde. 80% in meno
Migranti, crolla il numero degli sbarchi col governo gialloverde. 80% in meno
(Napoli)
-

MENO SBARCHI IN ITALIA - Crolla il numero dei migranti che sbarcano sulle coste italiane.
MENO SBARCHI IN ITALIA - Crolla il numero dei migranti che sbarcano sulle coste...

Legge 104 bonus 1900 euro in arrivo: tutti i dettagli
Legge 104 bonus 1900 euro in arrivo: tutti i dettagli
(Napoli)
-

LEGGE 104 BONUS 1900 EURO - Bonus dell’ importo di 1900 euro per coloro che assistono familiari disabili o anziani con più di 80 anni.
LEGGE 104 BONUS 1900 EURO - Bonus dell’ importo di 1900 euro per coloro che...

Allarme Furti con Chiave Bulgara mentre siamo in vacanza: come i ladri entrano in casa in pochi secondi
Allarme Furti con Chiave Bulgara mentre siamo in vacanza: come i ladri entrano in casa in pochi secondi
(Napoli)
-

ALLARME FURTI CHIAVE BULGARA IN ITALIA - L’allarme sulla sicurezza delle nostre abitazioni è un problema crescente, il numero di furti continua ad aumentare.
ALLARME FURTI CHIAVE BULGARA IN ITALIA - L’allarme sulla sicurezza delle nostre...

Crisi di Governo? Tutte le POLTRONE che fanno gola ai parlamentari
Crisi di Governo? Tutte le POLTRONE che fanno gola ai parlamentari
(Napoli)
-

CRISI DI GOVERNO TUTTE LE POLTRONE IN GIOCO - Una settantina di nomine da effettuare entro l’autunno per evitare che la governance economica del Paese vada in folle.
CRISI DI GOVERNO TUTTE LE POLTRONE IN GIOCO - Una settantina di nomine da...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati