Olio: fa davvero male?

(Bari)ore 23:04:00 del 04/10/2016 - Tipologia: Cucina, Denunce, Salute

Olio: fa davvero male?

Un cucchiaio d’olio contiene 120 calorie di grasso puro e quasi nessun’altro tipo di nutriente..

 

L’olio di semi irrancidisce ancora più velocemente dell’olio di oliva dato che ha naturalmente meno antiossidanti, soprattutto quando viene esposto al calore, e quindi gli oli di semi dei supermercati (girasole, soia, mais, ecc) che non sono spremuti a freddo sono rancidi e dannosi per la salute.

Uno studio finanziato da Coop e realizzato dal Dipartimento di Scienze degli Alimenti dell’Università di Bologna diretto dal Giovanni Lercker, ha scoperto che il 70% dei campioni di olio extra vergine nella fascia di 2,5 -4 € in vendita nei supermercati sono stati sofisticati, ovvero è olio dannoso per la salute.

L’olio deve essere estratto a freddo tramite procedimenti meccanici

L’olio deve essere consumato entro 1-2 anni da quando viene prodotto

Alla fine del 1940, veniva dati ai maiali l’olio rancido dato che si era scoperto che sopprimeva la funzione della tiroide e li faceva ingrassare più velocementeconsumando meno cibo.

Per poter vendere questo olio marcio i produttori aggiungono delle sostanze chimiche e fanno scaldare l’olio e spesso aggiungono anche altri oli, il tutto per mascherare l’odore, il sapore e il colore dell’olio scadente di partenza.

Questo processo non riguarda neanche solo l’olio di oliva venduto a basso prezzo, dato che spesso le maggiori aziende italiane produttrici di olio di oliva ordinano dall’estero (Spagna, Tunisia, ecc) dell’olio di oliva rancido a basso prezzo che lo allungano con l’olio di oliva italiano per poterci guadagnare di più.

Cominciamo a dare ai nostri figli una bella fetta di pane integrale con del buon olio o miele e vedrete che l'industria si adeguerà. Già si sta adeguando appiccicando sulle confezioni dei loro prodotti la scritta "senza olio di palma" come se il problema fosse l'olio e non il prodotto in sè. La causa principale della deforestazione e inquinamento è nell'allevamento intensivo. Con pane e olio e poca carne i nostri figli starebbero meglio ma la nostra economia crollerebbe. A NOI la scelta.

La maggior parte dell’olio nei supermercati è rancido causando enormi danni all’organismo, specialmente alla tiroide con conseguente aumento di peso, accumulo di tossine, circolazione lenta. Ecco come riconoscerlo

L’olio è un prodotto raffinato e la fonte di calorie più concentrata possibile

Un cucchiaio d’olio contiene 120 calorie di grasso puro e quasi nessun’altro tipo di nutriente. (Un cucchiaio di zucchero bianco ne contiene 50).

I grassi che mangi sono quelli che poi finisci col portarti addosso… e diversi cucchiai d’olio qua e là possono velocemente sommarsi aggiungendo alla tua dieta un discreto quantitativo di calorie extra di cui forse non hai bisogno.

Inoltre, si tratta di calorie “vuote”, cioè prive di fibre e di nutrienti essenziali. Molteplici studi hanno dimostrato che aggiungere grassi al cibo fa sì che le persone assumano calorie in eccesso senza accorgersene, dato che i grassi hanno un potere saziante molto basso rispetto ai carboidrati o alle proteine.

Ci vogliono ben 24 olive per ottenere 1 cucchiaio d’olio: meglio quindi utilizzare il prodotto originale (l’oliva) anziché quello processato (l’olio), in questo modo è più difficile esagerare con le quantità e si mantengono fibre e altri nutrienti utili dell’alimento.

Infatti l’olio rancido ostacola la conversione dell’ormone tiroideo da T4 in T3, che è sintomatico dell’ipotiroidismo. Per creare gli enzimi necessari per convertire i grassi in energia, T4 deve essere convertito in T3. Poiché il fegato è il luogo principale dove si verificano i danni degli oli ossidati e rancidi che causano danni alla membrana cellulare, diventa chiaro come questo influisce sulla tiroide dato che il fegato è dove avviene gran parte della conversione di T4 in T3.

Come evitare l’olio rancido

 

Gli enzimi che degradano le proteine sono inibiti da questi oli e gli enzimi sono necessarie non solo per la digestione, ma anche per la produzione di ormoni tiroidei, la rimozione di coaguli, il sistema immunitario e l’adattabilità generale delle cellule. Proprio per questo assistiamo ad un aumento dell’ipotiroidismo, coagulazione del sangue, infiammazione, immunodeficienza, invecchiamento, obesità e cancro. Diminuisce la funziona della tiroide e del progesterone . Dal momento che gli oli insaturi bloccano la digestione delle proteine nello stomaco, possiamo essere malnutriti anche mentre “mangiamo bene”.

L’olio deve essere in bottiglie di vetro molto scure al riparo dalla luce solare

L’olio è molto benefico per la nostra salute dato che i grassi sono necessari per molte funzioni nell’organismo, tra cui la formazione delle membrane cellulari,produzione di ormoni, consumo delle vitamine liposolubili e salute cerebrale (il cervello è composto per il 60% di grassi!!).

Come l’Olio può danneggiare la tua salute

 

Non consumare oli insaturi (girasole, soia, mais, lino, ecc) che diventano rancidi in poche ore dall’apertura della confezione.

Preferisci l’olio di cocco che non irrancidisce, l’olio di oliva di qualità superiore e l’avocado come le fonti principali di grassi sani fondamentali per la salute.

Sapevi che usare regolarmente olio, di qualsiasi tipo, è un’abitudine da evitare? Come fare allora per procurarci i grassi necessari? Ecco le ragioni per cui una scelta normalmente considerata salutare può rivelarsi dannosa e cosa fare per avere una dieta davvero equilibrata.

Questa in realtà è la minore frode, dato che molto spesso quello che troviamo sugli scaffali dei supermercati non è neanche olio di oliva, ma olio di semi irrancidito e con rapporto omega 3 / omega 6 completamente squilibrato, che viene sofisticato per avere la stessa consistenza e colorazione dell’olio di oliva.

Tutto questo come si riflette sulla tiroide?

L’olio rancido dei supermercati ha perso tutte le sue proprietà nutrizionali e ha sviluppato delle vere e proprie tossine che favoriscono il cancro al colon e all’apparato digestivo. Sono pieni di radicali liberi che favoriscono l’invecchiamento, stress ossidativo e danni al DNA.

Gli Effetti sulla Tiroide

L’olio non deve avere provenienze incerte del tipo UE/NON UE

Purtroppo. sebbene l’olio sia necessario per la nostra salute e le popolazioni ultracentenarie lo usano in tutti i loro piatti, oggi l’olio che troviamo nei supermercati èSOFISTIFICATO. Con questo termine si intende l’alterazione fraudolenta che permette di vendere un olio completamente scadente e dannoso per la salute.

Questo fenomeno non riguarda solo l’olio proveniente dall’estero ma anche quello italiano dato che basta far attendere le olive qualche giorno in più dopo la raccolta in attesa della spremitura (cosa che accade spesso durante la stagione dato che i frantoi non riescono a soddisfare immediatamente tutte le richieste) per far cominciare la fermentazione delle olive e quindi l’irrancidimento. Oppure spesso le olive, per risparmiare sui costi di produzione, non sono raccolte ma sono lasciate cadere dalla pianta con la conseguenza che l’oliva cade quando già ha iniziato a marcire (la cosiddetta “oliva verminosa”).

L’ideale è acquistare l’olio da frantoi locali o produttori di fiducia

Non badare a spese per acquistare un olio di qualità superiore. Puoi risparmiare comprando grandi quantitativi per soddisfare il tuo consumo annuale.

Articolo di Samuele

ALTRE NOTIZIE

(Bari)
-


Matteo Rovatti, per  ilprimatonazionale.it scrive:"Il potere della neolingua è...

100 MILIONI DI MORTI: in Italia 13 PARTITI si rifanno al COMUNISMO.
100 MILIONI DI MORTI: in Italia 13 PARTITI si rifanno al COMUNISMO.
(Bari)
-

Altro che onda nera, in Italia ci sono 13 partiti politici che si rifanno all’ideologia più sanguinaria mai esistita che ha causato 100 milioni di morti in tutto il mondo, il comunismo.
C’ è talmente un’«onda nera» che minaccia l’Italia, che siamo invasi da partiti...

Le BEVANDE ZERO? Provocano la SINDROME METABOLICA! VIDEO
Le BEVANDE ZERO? Provocano la SINDROME METABOLICA! VIDEO
(Bari)
-

Ecco di seguito la trascrizione di una parte dell’ intervento del Dott. Franco Berrino riguardo le bevande zero
Le bevande zero provocano la sindrome metabolica A detta del Dott. Franco...

Ecco le diete da seguire nel 2018
Ecco le diete da seguire nel 2018
(Bari)
-

Perdita di peso: i regimi alimentari che faranno tendenza nel 2018
Perdita di peso: i regimi alimentari che faranno tendenza nel 2018 Secondo Alix...

GOVERNO DA QUERELARE REGALA I DATI SANITARI DEGLI ITALIANI ALLE MULTINAZIONALI STRANIERE
GOVERNO DA QUERELARE REGALA I DATI SANITARI DEGLI ITALIANI ALLE MULTINAZIONALI STRANIERE
(Bari)
-

Due articoli inseriti di soppiatto nella legge europea 2017 regalano i nostri dati sanitari alle multinazionali. Tutti i dettagli della nuova normativa
I nostri dati sanitari sono probabilmente quanto di più personale, privato...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati