Nubia Alpha: lo smartwatch che diventa...smartphone!

(Genova)ore 09:05:00 del 01/03/2019 - Tipologia: , Tecnologia

Nubia Alpha: lo smartwatch che diventa...smartphone!

NUBIA ALPHA RECENSIONE - A vederlo sembra l'orologio dell'ispettore gadget ma il Nubia Alpha ha una missione ben precisa che va oltre lo scherzo..

NUBIA ALPHA RECENSIONE - A vederlo sembra l'orologio dell'ispettore gadget ma il Nubia Alpha ha una missione ben precisa che va oltre lo scherzo. Gli smartwatch attuali hanno un grande limite: il display è piccolo e ciò li rende sempre schiavi dello smartphone.

Anche se dotati di eSim, la Sim virtuale, è difficile allontanarli dal dispositivo principale per usarli in modo indipendente. I cinesi al Mobile World Congress provano a rompere questa barriera con un dispositivo a metà strada tra un orologio e un telefono e dotato di uno schermo flessibile fuori dal comune. Come un polsino, il display Oled flessibile da 4 pollici (960x192) abbraccia quasi tutto il polso, lo circonda quindi anche ai lati per poi finire in un cinturino in acciaio o placcato oro. Vista la forma peculiare, lo schermo appare molto lungo e stretto, mentre sulla «cassa» ci sono una fotocamera frontale e due corone che permettono di controllarne le funzioni. Va detto fin da subito che questo Alpha non è un concept ma un prodotto finito che arriverà sul mercato già in aprile.

NUBIA ALPHA RECENSIONE - Nubia Alpha ha i controlli aerei

La fotocamera grandangolare da 5 megapixel con apertura f/2.2 non serve solo per i selfie: oltre al classico touch possiamo usare anche i controlli gestuali. Basta muovere il dito sopra il display, senza mai toccarlo, per scorrere tra le diverse app e funzioni. È piuttosto lento e non sempre preciso, alla fine nella nostra breve anteprima il tocco si è dimostrato sempre migliore e diretto, ma i gesti aerei potrebbero essere utili per il controllo di musica e chiamate quando si fa sport. L'Alpha infatti è resistente all'acqua. Volendo poi c'è l'assistente vocale.

NUBIA ALPHA RECENSIONE - Lo schermo OLED ha una diagonale di 4 pollici, ma è estremamente allungato: ha infatti un fattore di forma di 45:9 (5:1), con una risoluzione di 960 x 192 e una densità di 244 ppi che conferiscono alle immagini e al testo sufficiente chiarezza. Il pannello OLED in sé offre una buona qualità delle immagini, sebbene l'area di visualizzazione sia estremamente ridotta e siano pertanto pochi i contenuti visibili su questo schermo.

Lo schermo nel suo complesso è composto da 11 strati: nubia ha sviluppato appositamente un insieme complesso di strati che includono polimeri plastici, adesivi e vetro in modo tale da ottenere uno schermo flessibile che non mostri pieghe o imperfezioni estetiche quando viene piegato. L'effetto è certamente riuscito, dal momento che è possibile piegare il pannello mantenendo inalterate le sue caratteristiche: un risultato certamente degno di nota. La sensazione al tocco è identica a quella del vetro dei normali smartphone, e anche questo è un fatto notevole visto l'impiego di polimeri plastici dalla sensazione ben differente sulla maggioranza dei dispositivi pieghevoli.

Se nubia dimostra di saper riuscire quando osa nel comparto tecnico, non si può affermare altrettanto per quanto riguarda il design: per quanto il vecchio detto la bellezza è negli occhi di chi guarda rimanga valido, il nubia alpha non è dissimile dal prototipo mostrato qualche tempo fa, che non appare esattamente grazioso. Il problema principale di questo fatto è che il dispositivo è molto grande e pesante, con linee ben lontane da quelle dettate dalla semplicità e linearità in voga negli ultimi anni. Al contrario, il nubia alpha sembra uscito dalla metà del decennio precedente. C'è un certo fascino in questo fatto, indubbiamente, ma l'attrattività è limitata.

Il problema principale sta nel corpo del dispositivo e nel cinturino in acciaio, che appaiono di dimensioni elevate rispetto all'area dello schermo. Anche il peso è elevato: è comparabile (se non superiore) a quello di uno smartphone "tradizionale", anche se l'alpha è pensato per essere indossato e dovrebbe dunque essere più leggero.

Il concetto alla base è però certamente interessante e rappresenta la naturale evoluzione di smartphone e dispositivi indossabili, essendo un incontro dei due. Oltre ad avere le classiche funzioni di uno smartwatch, ed essendo dunque dotato di vari sensori (tra cui un sensore di battito cardiaco), il nubia alpha è dotato di connettività 4G LTE tramite eSIM. Ciò lo rende teoricamente perfetto per sostituire lo smartphone durante lo sport o durante la guida, dato che il suo particolare formato lo rende adatto a essere consultato al volo senza distrazioni eccessive.

All'interno del nubia alpha trovano posto un processore Qualcomm Snapdragon Wear 2100, 1 GB di memoria RAM e appena 8 GB di memoria interna - a quanto pare non espandibile. Il sistema operativo è proprietario ed è stato sviluppato appositamente da nubia per l'alpha. Non è noto se saranno installabili applicazioni di terze parti e come questa installazione potrà eventualmente avvenire.

Dal momento che l'alpha non possiede un'uscita per le cuffie, nubia ha collaborato con 1More per creare delle cuffie "true wireless" con cui ascoltare la musica dal dispositivo. Tali cuffie, note come nubia Pods, saranno disponibili a un prezzo di 99€ e supporteranno anche il codec aptX.

Il nubia alpha dovrebbe arrivare in Europa nel terzo trimestre di quest'anno. I prezzi vanno dai 449€per la versione nera con sola connettività Bluetooth fino ai 549€ della versione nera con eSIM. Esiste anche una versione con placcatura d'oro a 18 carati, il cui prezzo sarà di 649€ (ma che sarà funzionalmente identica alla versione nera con eSIM).

 

Articolo di Gregorio

ALTRE NOTIZIE
Ho Mobile per spendere di meno all'estero?
Ho Mobile per spendere di meno all'estero?
(Genova)
-

Ho Mobile aggiorna l'applicazione e introduce il blocco di spesa per la navigazione dall'estero. Ecco come attivarlo sul proprio smartphone
Ho mobile è uno degli ultimi operatori virtuali arrivati in Italia. È stato...

Fortnite, patch 8.40: cosa sapere
Fortnite, patch 8.40: cosa sapere
(Genova)
-

È arrivata finalmente la patch 8.40 di Fortnite che, come ogni volta, introduce novità e sorprese speciali per tutti gli utenti.
È arrivata finalmente la patch 8.40 di Fortnite che, come ogni volta, introduce...

WhatsApp, ecco gli sticker animati: come funzionano
WhatsApp, ecco gli sticker animati: come funzionano
(Genova)
-

Un continuo lavoro di perfezionamento. Negli ultimi mesi gli sviluppatori di WhatsApp sono alle prese con molte novità: la modalità scura (che dovrebbe arrivare già nelle prossime settimane), un nuovo sistema per proteggere le chat su Android e un nuovo m
Un continuo lavoro di perfezionamento. Negli ultimi mesi gli sviluppatori di...

Edge e Chrome: tutte le differenze!
Edge e Chrome: tutte le differenze!
(Genova)
-

Sono in molti a temere che Edge non sarà altro che una versione di Chrome con una interfaccia rivisitata da Microsoft.
Sono in molti a temere che Edge non sarà altro che una versione di Chrome con...


(Genova)
-


La presenza di vita nell'Universo è un dilemma che continua a tormentare gli...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati