NO a una Legge Elettorale Incostituzionale: FIRMA LA PETIZIONE

(Napoli)ore 12:49:00 del 05/10/2017 - Tipologia: , Denunce, Nuove Leggi, Politica

NO a una Legge Elettorale Incostituzionale: FIRMA LA PETIZIONE

Questa lettera è l’oggetto di una petizione rivolta ai capi-partito e promossa dal Fatto Quotidiano in collaborazione con Change.org (firma qui).

Malgrado due pronunce della Corte costituzionale, che hanno pesantemente censurato il Porcellum e l’Italicum… ancora una volta una ristretta oligarchia, composta dai capi dei principali partiti, potrà determinare la composizione delle Assemblee parlamentari, assegnando il seggio ai propri fedelissimi ed espropriando gli elettori della possibilità di scegliersi i propri rappresentanti… La volontà degli elettori viene ulteriormente manipolata attraverso una formula che favorisce coalizioni di facciata destinate a sciogliersi dopo il voto, a scapito delle formazioni non coalizzate e della pari dignità dei cittadini elettori… Facciamo appello alle elettrici e agli elettori a mobilitarsi per informare i cittadini… e fare arrivare ai partiti una disapprovazione forte e netta rispetto alle scelte che stanno discutendo in Parlamento.

Questa lettera è l’oggetto di una petizione rivolta ai capi-partito e promossa dal Fatto Quotidiano in collaborazione con Change.org (firma qui)

Truffa, non vi è altro da aggiungere, ma da simili delinquenti non ci si può aspettare altro! A loro le sentenze della Corte Costituzionale fanno un baffo! Siamo noi cittadini che dobbiamo farci sentire scendendo in piazza, che non ne possiamo più di queste solenni truffe, che servono solo a loro per preservare privilegi inauditi, che fanno a pugni con la democrazia!

La cosa ridicola è che molti continuano a non capire....Faranno una altra legge probabilmente incostituzionale, la consulta non farà in tempo a bocciarla e quindi le elezioni si faranno con questa legge che quando e se verrà annullata non avrà effetti sul parlamento che ha creato. Senza le preferenze o con solo una piccola quota di parlamentari eletti e non nominati non si rischia che ci sia un parlamento che si oppone a chi comanda veramente in Europa e non solo. Questo lo sanno, è tutto premeditato per evitare brutte sorprese. Potranno forse anche riproporre riforme costituzionali bocciate da referendum se due terzi dei parlamentari sono in accordo. Mi viene da ridere quando abbiamo ancora il coraggio di considerarci una democrazia e magari ci permettiamo anche di criticare altri paesi e di bollare i loro governi come dittature, loro almeno ne sono consapevoli.....

Articolo di Gerardo

ALTRE NOTIZIE
Bavaglio al web dall'Ue: vietato diffondere POST dei BLOG
Bavaglio al web dall'Ue: vietato diffondere POST dei BLOG
(Napoli)
-

Il 12 settembre il Parlamento Europeo ad ampia maggioranza ha approvato la legge sul copyright.
Il 12 settembre il Parlamento Europeo ad ampia maggioranza ha approvato la legge...

New York sposa il Gender: ecco il sesso X
New York sposa il Gender: ecco il sesso X
(Napoli)
-

Il genere indefinito diventa legge. Esultano le comunità Lgbt. I critici: “Rischio abusi”
Il genere indefinito diventa legge. Esultano le comunità Lgbt. I critici:...

Sindacalisti in PENSIONE con 1 MESE di contributi: VIDEO
Sindacalisti in PENSIONE con 1 MESE di contributi: VIDEO
(Napoli)
-

Lo sai che esiste una legge che permette ai sindacalisti di andare in pensione con un solo mese di contributi?Molti ne approfittano mentre noi paghiamo!
Lo sai che esiste una legge che permette ai sindacalisti di andare in pensione...

Ponte Morandi: lo strano scambio di mail nella notte tra il 14 e il 15
Ponte Morandi: lo strano scambio di mail nella notte tra il 14 e il 15
(Napoli)
-

A poche ore dal crollo, Autostrade scrive a Cesi che risponde dimenticando il report allarmante di due anni prima e quindi assolvendo Autostrade
Partiamo dal principio. Nel 2015, Autostrade incaricò l’Ismes, del gruppo Cesi,...

SALUTE SPA: il DELITTO PERFETTO sulla sanita' tra POLITICA e ASSICURAZIONI
SALUTE SPA: il DELITTO PERFETTO sulla sanita' tra POLITICA e ASSICURAZIONI
(Napoli)
-

Settantamila posti letto in meno in dieci anni. Centosettantacinque gli ospedali chiusi. Liste d’attesa sempre più lunghe che fanno aumentare la spesa privata
Settantamila posti letto in meno in dieci anni. Centosettantacinque gli ospedali...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati