News cucina: pesto alla trapanese

TRAPANI ore 08:43:00 del 16/06/2015 - Tipologia: Cucina - Cucina

News cucina: pesto alla trapanese

News cucina: pesto alla trapanese. Il pesto alla trapanese, in dialetto “agghiata trapanisa” ovvero agliata trapanese, è una ricetta tipica della Sicilia occidentale. Il pesto alla trapanese è una ricetta antica che ha origine nei porti trapanesi. .

Il pesto alla trapanese, in dialetto “agghiata trapanisa” ovvero agliata trapanese, è una ricetta tipica della Sicilia occidentale. Il pesto alla trapanese è una ricetta antica che ha origine nei porti trapanesi.

A Trapani si fermavano infatti le navi genovesi provenienti dall’Oriente e ovviamente i marinai genovesi fecero conoscere il pesto ai siciliani.

I trapanesi modificarono la ricetta del pesto aggiungendo gli ingredienti tipici del loro territorio.

Ecco così spiegata l’aggiunta delle mandorle e dei pomodori freschi. Il pesto alla trapanese si sposa bene con tutti i tipi di paste, ed ha un sapore delicato e molto aromatico.

Come vuole la tradizione, tutti gli ingredienti del pesto dovrebbero essere pestati in un mortaio, ma se non lo possedete andrà benissimo anche un mixer.

Il pesto alla trapanese è ottimo usato sia per la pasta servita calda che fredda.

Spaghetti con pesto alla trapanese

Ingredienti

Aglio rosso uno spicchio Pepe nero q.b. Pomodori maturi 250 gr Basilico 50 g Pecorino grattugiato 1 cucchiaio Mandorle 50 g

Preparazione

Pesto alla trapanese

Per preparare il pesto alla trapanese, si devono utilizzare mandorle pelate. Pelare le mandorle è un’operazione molto semplice, fatele sbollentare per qualche minuto in acqua bollente (1-2) poi scolatele (3)e lasciatele asciugare su un vassoio ricoperto con carta assorbente (4). Un volta raffreddate pelatele ad una ad una: basterà fare un leggera pressione con le dita per staccare la buccia (5). Una volta pelate le mandorle, preparate i pomodori: scegliete dei pomodori che siano sodi del tipo perini o ramati, mettete sul fuoco una pentola capiente piena d’acqua. Lavate per bene i pomodori sotto l’acqua corrente. Quando l'acqua inizia a sobbollire scottate i pomodori per 2 -3 minuti (6).

Scolate i pomodori con un mestolo forato (7) e lasciateli raffreddare. Una volta raffreddati spellate i pomodori (8) e poneteli in un mixer (9), in alternativa potete utilizzare anche un mortaio.

Aggiungete nel mixer il mazzetto di basilico (10), le mandorle pelate (11), l'aglio (12) e frullate il tutto per un paio di minuti.

Una volta ottenuto un composto omogeneo, unite il pecorino grattugiato (13) e trasferite il battuto in una ciotola. Aggiustate di sale e pepe, aggiungete un filo d'olio extravergine d'oliva (14) e amalgamate bene il tutto. Il vostro pesto alla trapanese è pronto (15) per condire la vostra pasta preferita.

Conservazione

E' possibile congelare il pesto alla trapanese in piccoli vasetti per poi scongelarlo in frigorifero oppure a temperatura ambiente. Conservate il pesto alla trapanese in frigorifero per 2-3 giorni in un contenitore ermetico avendo cura di ricoprire la salsa con uno strato di olio.

Consiglio

L'aglio è un aroma che caratterizza tutti i pesti, questo vale anche per il pesto alla trapanese ma se proprio non lo gradite potete ometterlo.

Articolo di Gerardo

ALTRE NOTIZIE
Cucina: Bicchierini di riso venere e spada
Cucina: Bicchierini di riso venere e spada

-

Scaldate un filo d’olio in un pentolino e fate soffriggere il porro e lo zenzero per pochi minuti (4-5). Trasferite il soffritto in un bicchiere alto e stretto, unite le foglie di basilico che avrete precedentemente lavato e asciugato (6) e i 30 g di olio
Lo sapevate che il riso venere è chiamato così perché nell’antichità era...

Bruschetta con burrata e verdure, guida passo passo
Bruschetta con burrata e verdure, guida passo passo

-

Per realizzare le bruschette con burrata e verdure, per prima cosa preparate le bruschette: tagliate il pane a fette dello spessore di circa 2-3 cm (1), sistematele su una leccarda foderata con carta forno e conditele con un filo d’olio (2), sale e pepe (
W le bruschette… così versatili e facili da preparare, sono sempre una...

Il segreto del Pane della Nonna che durava 10 GIORNI!
Il segreto del Pane della Nonna che durava 10 GIORNI!

-

Il Pane della Nonna, forse qualcuno lo ricorda, durava dieci giorni… e allora cos’è questa porcheria che ci fanno mangiare oggi?
Una volta il pane delle nonne durava, nella media, dieci giorni; ora dopo tre...

Come fare la Pasta e fagioli estiva
Come fare la Pasta e fagioli estiva

-

Un’appetitosa variante realizzata con borlotti freschi, aromatico basilico e degli ottimi pomodori ramati che risulteranno particolarmente saporiti in questo periodo.
Cremosa e saporita, la pasta e fagioli è uno di quei piatti della tradizione...

Come fare la Pasta con pomodorini e stracchino
Come fare la Pasta con pomodorini e stracchino

-

Lasciate insaporire a fuoco basso, il tempo di scaldare il sugo, poi spegnete il fuoco e profumate con foglioline di origano fresco (13).
Polposi e dolcissimi, i pomodorini datterini non possono mancare sulla tavola...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati