Marmellata di mandarini, guida passo passo

CASERTA ore 07:12:00 del 24/02/2016 - Tipologia: Cucina - Marmellata di mandarini

Marmellata di mandarini, guida passo passo

Il profumo intenso riempirà tutta la cucina e riuscirete ad intrappolarlo nei vasetti per gustare tutta la squisitezza della marmellata di mandarini... quando più desidererete!.

Marmellata di mandarini

Preparazione

In un tegame versate la purea che avete ottenuto, poi unite lo zucchero (10), accendete il fuoco basso e mescolate (11); cuocete il composto per circa 45 minuti, controllando con un termometro da cucina che la temperatura raggiunga e non superi i 108° (12).

Consiglio

Marmellata di mandarini

Marmellata di mandarini

togliete gli eventuali semini presenti con la punta di un coltello (7), divideteli ulteriormente in spicchi e trasferiteli nel mixer (8); frullate il tutto per alcuni istanti, grossolanamente (9)

Conservate la confettura di mandarini in dispensa, in luogo fresco e asciutto al riparo da fonti di luce e calore, per circa 3 mesi. Si consiglia di attendere almeno 2-3 settimane prima di consumare la marmellata.

Marmellata di mandarini

Una volta aperta, consumare nel giro di pochissimi giorni, 3-4 al massimo. Per questo si consiglia di utilizzare piccoli vasetti per evitare un'apertura troppo prolungata.

Chiudete i barattoli (16) stringendo molto forte; capovolgeteli (17) e lasciateli raffreddare completamente; la vostra marmellata di mandarini è pronta (18) per essere coservata. Dopo 2 giorni (e un massimo di 7) verificate se il sottovuoto è avvenuto correttamente: potete pigiare al centro del tappo e se non sentirete il classico "click-clack" il sottovuoto sarà avvenuto, mentre in caso contrario potete far bollilre i barattoli in un tegame capiente, per circa 30 minuti, con il tappo rivolto verso l'alto e coperti con acqua fino alla metà. Dopodichè dovrete farli asciugare e raffreddare sempre capovolti.

Marmellata di mandarini

Per preparare la marmellata di mandarini, iniziate dalla sanificazione dei barattoli e dei tappi, facendo riferimento alle linee guida del Ministero della Salute riportate in fondo alla ricetta. Mentre i barattoli bollono, iniziate la preparazione sciacquando i mandarini sotto acqua corrente (1) e togliendo il picciolo se presente (2). Quindi scaldate l'acqua in un tegame capiente e quando inizerà a bollire versateci i mandarini e sbollentateli per circa 5-6 minuti (3).

Potete usare la varietà clementine se preferite un gusto leggermente più dolce; per rendere la vostra marmellata di mandarini ancora più profumata e saporita, potete aromatizzare con una stecca di cannella o i semini di 1 bacca di vaniglia durante la cottura!

Scolate i mandarini (4) e poneteli su un vassoio foderato con carta da cucina (5); fateli asciugare leggermente, quindi divideteli a metà (6),

Raggiunta la giusta temperatura (13), spegnete il fuoco e frullate la vostra marmellata con un frullatore ad immersione (15); una volta pronta e pronti anche i barattoli da utilizzare, versate la marmellata ancora calda nei vasetti sanificati (15), senza arrivare fino all'orlo.

Marmellata di mandarini

Mandarini 1 kg Zucchero 400 g

Marmellata di mandarini

Ingredienti per 850 g di marmellata

Le buone conserve, quelle genuine che sprigionano tutto il gusto degli ingredienti freschi. Nel caso di marmellate e conserve fatte in casa, la sola aggiunta di zucchero senza altre sostanze chimiche o conservanti vi assicura un prodotto fatto con le vostre Mani e davvero naturale. Pensate che soddisfazione realizzare una deliziosa crostata con una buona confettura o marmellata homemade, ma anche da spalmare sul pane appena tostato per una colazione ricca e gustosa. Dedichiamo questa ricetta agli amanti dei sapori piacevolmente agrumati e a chi preferisce una marmellata non troppo dolce: marmellata di mandarini! Il profumo intenso riempirà tutta la cucina e riuscirete ad intrappolarlo nei vasetti per gustare tutta la squisitezza della marmellata di mandarini... quando più desidererete!

Conservazione

Articolo di Carla

ALTRE NOTIZIE
Cucina: Bicchierini di riso venere e spada
Cucina: Bicchierini di riso venere e spada

-

Scaldate un filo d’olio in un pentolino e fate soffriggere il porro e lo zenzero per pochi minuti (4-5). Trasferite il soffritto in un bicchiere alto e stretto, unite le foglie di basilico che avrete precedentemente lavato e asciugato (6) e i 30 g di olio
Lo sapevate che il riso venere è chiamato così perché nell’antichità era...

Bruschetta con burrata e verdure, guida passo passo
Bruschetta con burrata e verdure, guida passo passo

-

Per realizzare le bruschette con burrata e verdure, per prima cosa preparate le bruschette: tagliate il pane a fette dello spessore di circa 2-3 cm (1), sistematele su una leccarda foderata con carta forno e conditele con un filo d’olio (2), sale e pepe (
W le bruschette… così versatili e facili da preparare, sono sempre una...

Il segreto del Pane della Nonna che durava 10 GIORNI!
Il segreto del Pane della Nonna che durava 10 GIORNI!

-

Il Pane della Nonna, forse qualcuno lo ricorda, durava dieci giorni… e allora cos’è questa porcheria che ci fanno mangiare oggi?
Una volta il pane delle nonne durava, nella media, dieci giorni; ora dopo tre...

Come fare la Pasta e fagioli estiva
Come fare la Pasta e fagioli estiva

-

Un’appetitosa variante realizzata con borlotti freschi, aromatico basilico e degli ottimi pomodori ramati che risulteranno particolarmente saporiti in questo periodo.
Cremosa e saporita, la pasta e fagioli è uno di quei piatti della tradizione...

Come fare la Pasta con pomodorini e stracchino
Come fare la Pasta con pomodorini e stracchino

-

Lasciate insaporire a fuoco basso, il tempo di scaldare il sugo, poi spegnete il fuoco e profumate con foglioline di origano fresco (13).
Polposi e dolcissimi, i pomodorini datterini non possono mancare sulla tavola...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati