Le Iene: cosa c'e' dietro i VACCINI OBBLIGATORI. VIDEO

(Genova)ore 22:08:00 del 12/12/2018 - Tipologia: , Cronaca, Denunce, Sociale

Le Iene: cosa c'e' dietro i VACCINI OBBLIGATORI. VIDEO

Walter Ricciardi è il Presidente dell’Istituto superiore di Sanità che si occupa di ricerca, sperimentazione, controllo della salute pubblica in Italia..

Walter Ricciardi è il Presidente dell’Istituto superiore di Sanità che si occupa di ricerca, sperimentazione, controllo della salute pubblica in Italia.

È stato uno dei maggior sostenitori del passaggio da quattro vaccini obbligatori a quello in vigore che ne prevede dieci.

Dopo una breve introduzione Roberta Rei, inviata de Le iene, pone una domanda tagliente: «Ci possiamo fidare di chi prende decisioni e si occupa di salute pubblica in Italia?».

Il volantino di denuncia del Codacons

Il servizio continua con le dichiarazioni di Carlo Renzi, presidente del Codacons: «Un soggetto che ha quelle funzioni e che può decidere a favore o contro le case farmaceutiche, anche per cose di valore grosso, enorme, come può essere un farmaco approvato, un vaccino, per renderlo obbligatorio o meno, non deve adottare atti in quel campo se ha avuto rapporti con quel produttore di quel farmaco».

Nel 2016 il Codacons, durante un convegno al quale partecipava Ricciardi, ha distribuito un volantino in cui si parla dei presunti rapporti tra il presidente dell’Iss e le case farmaceutiche.

In particolare si sarebbe rilevata la sussistenza di numerosi conflitti di interesse risultanti con case farmaceutiche e simili.

Il presidente del Codacons continua spiegando che c’era un’incompatibilità perché aveva fatto una ricerca finanziata da quattro case farmaceutiche che producevano vaccini.

Ricciardi corre ai ripari querelando il presidente del Codacons per diffamazione, in quanto il contenuto dei volantini non corrispondeva alla realtà dei fatti.

Ma come è finita la causa? L’avvocato del Codacons, Claudio Coratella, spiega: «Il Gip ha emesso una sentenza di assoluzione perché il fatto non sussiste».

Continua leggendo la sentenza: «Tra le altre cose il Gip dice proprio “riferendosi invece, la sponsorizzazione, alle iniziative ivi indicate, circostanza oggettivamente dimostrata”».

L’avvocato Coratella spiega che per dimostrare le accuse fatte a Ricciardi hanno chiamato gli amministratori delegati delle case farmaceutiche ed è emerso che il lavoro era stato svolto e le case farmaceutiche avevano dato un contributo.

Il Codacons chiede di rimuovere Ricciardi dall’incarico

Carlo Renzi e il Codacons hanno chiesto che Ricciardi fosse rimosso dall’incarico: «Perché una persona che querela un’associazione come il Codacons per fatti veri  e quindi querela infondatamente è un calunniatore, incominciamo a dire».

E continua: «Per difendere se stesso, nasconde o vuole nascondere di aver avuto rapporti economici con case farmaceutiche e sta a capo dell’Istituto superiore di sanità, ma come fa a rimanerci?».

Il presidente del Codacons insiste su questo punto: «Le case farmaceutiche hanno interesse a vendere i farmaci che producono e anche i vaccini sono un grosso business».

Continua «Il soggetto che decide su questi farmaci e su questi vaccini non può come direttore di questo osservatorio prendere i soldi e poi andare a decidere sul destino dei farmaci di quella casa che ha dato i soldi al suo osservatorio, non può».

Il servizio continua con l’intervento di Amelia Beltramini, giornalista scientifica, che parla delle collaborazioni di Ricciardi, ma che aggiunge anche che:

«All’Istituto superiore di Sanità non è richiesta la dichiarazione dei conflitti di interessi del presidente, quindi il presidente non l’ha fatta».

Infatti nel curriculum di Ricciardi sul sito dell’Iss non c’è traccia di collaborazioni o sponsorizzazioni ricevute da case farmaceutiche.

Mentre invece sulla dichiarazione di interessi depositata alla Commissione Europea ne vengono fuori numerose.

Dal 2007 al 2012 avrebbe svolto una serie di consulenze per varie case farmaceutiche su 15 diversi prodotti, vaccini e non.

Inoltre si sarebbe dimenticato alcuni “lavoretti” come ricorda Amelia Beltrami, tipo la collaborazione con delle lobbying come Altis OPS nel 2015, un’azienda che produce materiali per aziende farmaceutiche.

Vaccino meningococco B

Ricciardi fa parte del gruppo che decide di estendere le vaccinazioni obbligatorie italiane a 12 e tra queste c’era pure la vaccinazione del menigococco B.

Amelia Beltrami continua il suo intervento: « Lui era stato consulente nel 2012 dell’azienda che lo produce. L’insistenza di Ricciardi sul menB è se non altro sospetta».

Roberta Rei ha raggiunto Walter Ricciardi per chiedere spiegazioni, le risposte del presidente dell’Iss nel video:

[video]

Da: Qui

Articolo di Luca

ALTRE NOTIZIE
La lotta al contante? Serve per far FALLIRE piccoli imprenditori e agricoltori
La lotta al contante? Serve per far FALLIRE piccoli imprenditori e agricoltori
(Genova)
-

LA VERGOGNOSA LOTTA AL CONTANTE DEL GOVERNO PD M5S - Dite addio ai contanti.
LA VERGOGNOSA LOTTA AL CONTANTE DEL GOVERNO PD M5S - Dite addio ai contanti. Il...

Qualita' dell'aria, Italia prima in UE per morti da biossido azoto
Qualita' dell'aria, Italia prima in UE per morti da biossido azoto
(Genova)
-

ITALIA E QUALITA' DELL'ARIA - L'Italia è il primo Paese in Europa per morti premature da biossido di azoto (NO2) con circa 14.600 vittime all'anno ed è nel gruppo di quelli che sforano sistematicamente i limiti di legge per i principali inquinanti atmosfe
ITALIA E QUALITA' DELL'ARIA - L'Italia è il primo Paese in Europa per morti...

Quanto costa avere un tumore oggi in Italia?
Quanto costa avere un tumore oggi in Italia?
(Genova)
-

Avere un tumore oggi costa al malato oltre 40mila euro all’anno
QUANTO COSTA UN TUMORE OGGI IN ITALIA - Per quali ragioni un paziente affetto...

Dazi Usa: la lista nera americana sui prodotti italiani
Dazi Usa: la lista nera americana sui prodotti italiani
(Genova)
-

I dazi americani costano alle esportazioni italiane 500 milioni di euro e potrebbero determinare un calo delle vendite del 20%.
DAZI USA AL VIA - Un risarcimento che gli Usa hanno ottenuto dalla Wto per gli...

Partite IVA sotto attacco dal governo M5S PD. Quando smetteranno di tassare gli imprenditori?
Partite IVA sotto attacco dal governo M5S PD. Quando smetteranno di tassare gli imprenditori?
(Genova)
-

Il Governo ha definitivamente abbandonato l’estensione della flat tax con aliquota agevolata per le partite Iva con ricavi da 65 mila a 100 mila euro, che sarebbe dovuta entrare in vigore all’inizio del prossimo anno in base alla legge di bilancio 2019 ta
PARTITE IVA ANCORA TARTASSATE DAL GOVERNO - Cattive notizie in arrivo per il...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati