Le Armi? Passano dalla CIA all'ISIS in meno di 2 mesi!

(Roma)ore 11:21:00 del 01/01/2018 - Tipologia: , Cronaca, Denunce, Esteri, Sociale

Le Armi? Passano dalla CIA all'ISIS in meno di 2 mesi!

Con anni di ritardo, i media mainstream come USA Today, la Reuters e BuzzFeed pubblicano “attualissimi” ed “esclusivi” report che dettagliano come un vasto arsenale militare inviato in Siria dalla CIA in collaborazione con alleati USA ha alimentato la rap.

I media mainstream nel 2013: “Complottisti!”
I media mainstream nel 2017: “l’ISIS ha un potente missile acquistato dalla CIA!”

Con anni di ritardo, i media mainstream come USA Today, la Reuters e BuzzFeed pubblicano “attualissimi” ed “esclusivi” report che dettagliano come un vasto arsenale militare inviato in Siria dalla CIA in collaborazione con alleati USA ha alimentato la rapida crescita dell’ISIS. La storia raccontata da BuzzFeed si intitola “Effetto Boomerang: l’ISIS ha un potente missile che la CIA aveva segretamente acquistato in Bulgaria”, e comincia facendo riferimento a un “nuovo rapporto su come l’ISIS ha costruito il suo arsenale, che sottolinea come le munizione comprate dagli Stati Uniti, destinate ai ribelli siriani, siano finite nelle mani di gruppi di terroristi”.

La storia originale a cui fanno riferimento BuzzFeed e altri media arriva da una organizzazione indipendente di ricerca sugli armamenti con sede nel Regno Unito, nota come Ricerca sugli Armamenti dei Conflitti (CAR), che ha impiegato un team di esperti in armi e munizioni sul campo del Medio Oriente per anni, per esaminare armi ed equipaggiamenti recuperati dall’ISIS e da altri gruppi terroristi in Iraq e in Siria. Grazie ai numeri seriali, ai numeri di spedizione sugli imballaggi e ad altri dati affidabili disponibili, gli esperti del CAR hanno iniziato a determinare che fin dal 2013 e 2014 buona parte dei sistemi avanzati di armamenti dello Stato Islamico erano chiaramente stati acquistati dagli Stati Uniti e dall’Occidente.

“Il rifornimento di materiale nell’ambito del conflitto siriano da parte di paesi stranieri – in particolare gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita – ha permesso indirettamente all’ISIS di ottenere sostanziali quantità di munizioni anti-corazza” dice il rapporto del CAR. “Queste armi includono missili guidati anti-carro e molte varietà di razzi con doppie testate, progettate per penetrare le moderne corazze difensive”.

Lo studio rivela inoltre che in un caso particolare, la consegna di un sistema missilistico avanzato, le attrezzature sono passate di mano dall’intelligence USA ai gruppi “moderati” siriani e da questi all’ISIS in due mesi. Benché questo rapporto stia suscitando shock e confusione tra gli esperti, lo stesso gruppo di ricerca sugli armamenti in realtà aveva pubblicato rapporti simili e simili conclusioni riguardo al conflitto in Siria già anni fa.

Per esempio, un precedente rapporto del CAR del 2014 rivelava che missili anti-carro di origini balcaniche che erano stati recuperati da combattenti ISIS erano identici a quelli inviati nel 2013 a forze ribelli siriane nell’ambito di un programma della CIA.

E le schiaccianti pubblicazioni del CAR che rivelavano questi antipatici fatti sono andate avanti per anni, ma sono state per lo più ignorate e sottaciute dagli analisti e dai media mainstream, troppo occupati a celebrare il sostegno USA ai “ribelli” siriani, dipinti come romantici rivoluzionari che lottano per sconfiggere Assad e il suo governo di nazionalisti secolari. Naturalmente, questa storia è vecchia per chi legge Zero Hedge o gli innumerevoli rapporti indipendenti che hanno da tempo rivelato la verità riguardo alla “guerra sporca” segreta condotta in Siria fin dall’inizio.

Da: QUI

Articolo di Sasha

ALTRE NOTIZIE
Cracco: 3 pizze, bevande e caffe' 80 EURO. Una margherita? 20 EURO
Cracco: 3 pizze, bevande e caffe' 80 EURO. Una margherita? 20 EURO
(Roma)
-

Ancora una “vittima” dei prezzi del ristorante di Carlo Cracco nella Galleria Vittorio Emanuele II di Milano.
Della pizza margherita di Carlo Cracco e del suo ristorante nella Galleria...

Francia di Macron Paese piu' INDEBITATO DELL'EUROZONA. E nessuno FIATA
Francia di Macron Paese piu' INDEBITATO DELL'EUROZONA. E nessuno FIATA
(Roma)
-

Nella classifica del debito pubblico in rapporto al Pil (che in Italia fa 130%, in Francia e Usa 100%, e nella media dell’Eurozona 90%) l’Italia ne esce, da tempo, come tra le economie più “a leva” del pianeta.
Nella classifica del debito pubblico in rapporto al Pil (che in Italia fa 130%,...

Ora e' chiaro che: NON C'E' GOVERNO CHE POSSA PIEGARE L'UE
Ora e' chiaro che: NON C'E' GOVERNO CHE POSSA PIEGARE L'UE
(Roma)
-

IL PASSO INDIETRO AGITA I 5 STELLE: INUTILE FARE I DURI SE POI TI ARRENDI
1. SALVINI, DI MAIO E CONTE AVEVANO FATTO I BULLETTI, DICENDO CHE NON SI...

Genova: 5mila posti di lavoro per ricostruire il ponte
Genova: 5mila posti di lavoro per ricostruire il ponte
(Roma)
-

Quasi 5000 lavoratori, tra occupati diretti e indotto, lavoreranno per realizzare il nuovo ponte dopo il crollo del Morandi.
Quasi 5000 lavoratori, tra occupati diretti e indotto, lavoreranno per...

Natale: la SOLITA storia degli imprenditori (PRENDITORI) degli italiani che non vogliono lavorare
Natale: la SOLITA storia degli imprenditori (PRENDITORI) degli italiani che non vogliono lavorare
(Roma)
-

Si avvicina il Natale, periodo in cui i politici pensano ai presepi e alle feste di fine anno negli asili, gli italiani alla busta paga e a come far quadrare i conti e le imprese a lamentarsi di non riuscire a trovare personale.
Si avvicina il Natale, periodo in cui i politici pensano ai presepi e alle feste...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati