Juventus IN ROSSO, 280 milioni di debiti

(Torino)ore 23:11:00 del 11/07/2018 - Tipologia: , Calcio, Denunce

Juventus IN ROSSO, 280 milioni di debiti

Un’operazione da 340 milioni e manca ancora la commissione per Mendes. I costi sono già aumentati con gli ultimi acquisti, la gestione si è un po’ stressata .

La domanda è sempre la stessa: come farà la Juventus a consentirsi l’acquisto e soprattutto l’ingaggio di Cristiano Ronaldo? Quesito che si sono posti anche alla Gazzetta dello Sport dove i giornalisti Luca Bianchin e Marco Iaria hanno provato a immaginare la strategia della società bianconera. Società che, ricordano, chiuderà l’ultimo esercizio in perdita (dopo tre di fila positiva) a causa dei minori premi Champions, delle plusvalenze più basse e dei maggiori ammortamenti.

La Gazzetta ricorda che la prudenza è sempre stata la linea guida di Agnelli. Ma sottolinea anche che con l’operazione CR7 la Juve entrerà definitivamente nel club delle grandi d’Europa. Oggi ha un fatturato di circa 400 milioni, ancora lontano dalle big, che aumenterebbe con l’arrivo del fuoriclasse portoghese.

Manca ancora la commissione per Mendes

“Per Agnelli è un mantra la «potenza di fuoco», somma degli stipendi dei tesserati e degli ammortamenti dei «cartellini», sostenibili in base alla capacità del club di generare risorse”.

La potenza di fuoco – scrive la Gazza – è salita a circa 340 milioni – su un fatturato di 400, “la gestione caratteristica si è un po’ stressata e può essere riequilibrata solo da un trading sostenuto. Insomma, l’esercizio scattato il 1° luglio parte già con un saldo contabile negativo”. Cui vanno sommati i costi già aumentati con i recenti acquisti di Emre Can, Perin, Cancelo.

Capitolo cessioni

Servono cessioni. Higuain sicuramente, ma anche “un altro giocatore di primo piano oltre ai giovani in partenza”. La crescita dei ricavi, scrive la Gazzetta, ci sarà ma non sarà immediata. Si pensa a un ritocco dello sponsor di magia, Jeep assicura 17 milioni.

E poi c’è l’indebitamento finanziario “cresciuto a 280 milioni al 31 dicembre (erano 163 sei mesi prima). “L’operazione Ronaldo dovrebbe richiedere un ulteriore ricorso al credito bancario, o a un prestito di Exor (al momento non ci sono avvisaglie di aumenti di capitale, ma non è detto, e sono da escludere coinvolgimenti dei marchi automobilistici di famiglia)”. Nessuna preoccupazione invece per il fair play finanziario.

QUI

Articolo di Gregorio

ALTRE NOTIZIE
Smartphone e social dipendenti: come NON siamo piu' essere umani
Smartphone e social dipendenti: come NON siamo piu' essere umani
(Torino)
-

Smartphones, social e tutto il resto. La fine dell’umanità così come è sempre stata.
Ho sempre avuto una istintiva repulsione, o come minimo diffidenza, nei...

Consumatori perfetti, cioe' INFELICI. Perche' SERVIAMO cosi'
Consumatori perfetti, cioe' INFELICI. Perche' SERVIAMO cosi'
(Torino)
-

L’espressione “decrescita felice” suscita ancora oggi molta perplessità. E’ un equivoco tutto italiano. Io non ho mai usato questa espressione. La decrescita ha un significato preciso e parte dall’assunto che noi viviamo in un mondo finito e con risorse f
L’espressione “decrescita felice” suscita ancora oggi molta perplessità. E’ un...

Perche' i nostri risparmi sono in pericolo
Perche' i nostri risparmi sono in pericolo
(Torino)
-

Questa volta il Cigno nero, per quanto potrà apparire incredibile, lo stiamo fabbricando da soli con le nostre mani, anzi per la precisione con le nostre bocche. Apriamo gli occhi e facciamoci sentire. Aiuteremo il cambiamento. Quello vero
Ho scritto questa lettera agli italiani, donne e uomini, madri e padri, ma...

Volete sapere le vere emergenze? In Italia 1,2 bambini vivono in condizioni di poverta'! assoluta!
Volete sapere le vere emergenze? In Italia 1,2 bambini vivono in condizioni di poverta'! assoluta!
(Torino)
-

L’organizzazione non governativa denuncia come in Italia 1,2 milioni di minori vivano in condizioni di povertà assoluta e come vi sia un enorme divario educativo tra quartieri poveri e ricchi delle città.
1,2 milioni di bambini e adolescenti vivono in Italia in condizioni di povertà...

Microchip negli umani? NON saranno facoltativi!
Microchip negli umani? NON saranno facoltativi!
(Torino)
-

Le tecnologie progettate specificamente per tracciare e monitorare gli esseri umani sono in sviluppo da almeno due decadi.
 Nel mondo virtuale, i software sono oggi in grado di osservarci in tempo reale,...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati