Grostl alla tirolese: guida

(Firenze)ore 08:04:00 del 18/01/2019 - Tipologia: , Cucina

Grostl alla tirolese: guida

Anche la congelazione è possibile seppur non consigliabile per non alterare la consistenza..

 

E' uno dei piatti must da gustare in Alto Adige, in un rifugio d'alta quota dopo una sciata, magari insieme ai crauti o anche durante la sosta in una delle meravigliose cittadine tirolesi. Parliamo del gröstl alla tirolese, un piatto che nasce per recuperare gli avanzi dell'arrosto del giorno prima e che conosce diverse varianti: la base sono patate, carne bovina o di maiale, cipolle, spezie e uovo, il tutto fatto arrostire (in tedesco rösten). Alcuni lo servono in padella per gustare in maniera ancora più rustica questo corroborante secondo piatto. Noi vi proponiamo la nostra versione veloce e saporita con pancetta e speck. Fateci sapere come la trovate e qual è la vostra preferita!

Ingredienti

Patate 600 g Speck un pezzo da affettare 150 g Pancetta dolce già a cubetti 160 g Uova medie 4 Burro 50 g Cipolle bianche 350 g Erba cipollina q.b. Cumino in polvere ½ cucchiaino Pepe nero q.b. Olio extravergine d'oliva q.b.

Come preparare il Grostl alla tirolese

Per preparare il gröstl alla tirolese cominciate dalle patate. Sbucciatele con un pelapatate, o uno spelucchino, (1) e poi tagliatele a tocchetti di un paio di centimetri (2). Versatele in una pentola con abbondante acqua bollente e cuocetele per una ventina di minuti (3).

Nel frattempo tagliate a cubetti lo speck ottenendo dei pezzetti grossi circa 1 cm (4). Poi affettate finemente la cipolla già mondata (5) e spostatevi ai fornelli. Mettete sul fuoco una casseruola e all’interno fate sciogliere il burro. Poi aggiungete i cubetti di pancetta dolce e quelli di speck (6).

Unite le cipolle (7) e lasciate cuocere il tutto per 15 minuti a fuoco medio alto e mescolando di tanto in tanto (8). Trascorso il tempo anche le patate saranno cotte, quindi scolatele e tuffatele nel condimento (9).

Aggiustate di pepe (10) e cumino in polvere (11), infine l’erba cipollina sminuzzata (12) mescolate e fate insaporire qualche istante ancora (13). Ecco pronto il vostro gröstl (14) manca soltanto l’uovo fritto. In un padellino con un filo d’olio versate un uovo per volta da una ciotolina (15).

Cuocetelo per 3-4 minuti (16) e rovesciate l’uovo su ogni porzione (17). Profumate con una grattata di pepe e ancora un po’ di erba cipollina, e il vostro gröstl alla tirolese è finalmente pronto per essere gustato (18)!

Conservazione

Si consiglia di consumare subito il gröstl alla tirolese affinché la consistenza non subisca alterazioni, ma se dovesse avanzarvi potete conservarlo in frigorifero per un paio di giorni. Anche la congelazione è possibile seppur non consigliabile per non alterare la consistenza.

Consiglio

Cosa può mancare al vostro gröstl alla tirolese per renderlo ancora più gustoso? Chiaramente del formaggio! Potete grattugiarne qualcuno di vostro gradimento, meglio se semi stagionati e saporiti, come del casera o del bitto, i formaggi valtellinesi. Chi invece desidera accompagnare il piatto con una nota di freschezza può aggiungere una fresca insalata di cavolo rosso condito con un po’ di olio e aceto!

Giallozafferano

 

Articolo di Carla

ALTRE NOTIZIE
Crostata con ricotta e marmellata: guida passo passo
Crostata con ricotta e marmellata: guida passo passo
(Firenze)
-

Se preferite è possibile conservare la frolla in frigorifero per 2-3 giorni, oppure congelarla per circa 1 mese.
  Di crostate ne abbiamo preparate tante. Dalla più semplice con la confettura...

Pizza di carne: guida
Pizza di carne: guida
(Firenze)
-

Innanzitutto potete arricchire l’impasto della vostra pizza di carne con delle erbe aromatiche o spezie a piacere: prezzemolo, aglio e paprika affumicata.
  Qualcuno potrebbe infastidirsi nel sentirla chiamare pizza, ma la pizza di...

Uova alla monachina: guida
Uova alla monachina: guida
(Firenze)
-

E' importante che la besciamella sia più densa del normale perché fungerà da collante quando dovrete ricomporre le uova.
  Le uova ripiene sono un classico fra gli antipasti di Pasqua, ma quelle che...

Simnel cake: guida
Simnel cake: guida
(Firenze)
-

Se desiderate portarvi avanti con le preparazioni potete realizzare la base della torta il giorno prima oppure potete congelarla.
  SIMNEL CAKE RICETTA - Dalla colomba alla pastiera, passando per tutte le...

Sardenaira: guida passo passo
Sardenaira: guida passo passo
(Firenze)
-

L’impasto si può realizzare anche con la planetaria munita di gancio per impasti. Se preferite potete utilizzare i pomodori freschi al posto della polpa di pomodoro.
  Intorno al 1450 nasce a Nizza la pissaladière, una gustosa focaccia condita...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati