Google Wifi arriva in Italia: ecco a cosa serve

(Roma)ore 21:41:00 del 03/07/2018 - Tipologia: , Tecnologia

Google Wifi arriva in Italia: ecco a cosa serve

«È un dispositivo che serve a risolvere un problema comune a molte persone: avere una buona copertura del segnale wifi in casa». .

«È un dispositivo che serve a risolvere un problema comune a molte persone: avere una buona copertura del segnale wifi in casa».

Così Sanjay Noronha, Product Manager di Google, presenta Google Wifi. Una piccola scatola che migliora e rende più semplice l’accesso a Internet domestico e che si aggiunge alla famiglia di dispositivi fisici prodotti dal colosso del motore di ricerca.

Wifi mesh

Google Wifi è simile, per prestazioni e caratteristiche, ad altri prodotti che sfruttano il concetto del cosiddetto «wifi mesh». Si tratta, semplificando, di una rete senza fili “intelligente” che permette di coprire estese superfici domestiche (o di lavoro) senza cali prestazionali e in maniera più facile di quanto accade con un «range extender» (i dispositivi che duplicano e allargano la rete wifi del modem router). Sul mercato ci sono soluzioni come Orbi di Netgear, la prima ad arrivare in Italia già un paio di anni fa, o Covr di D-Link, Deco M5 di Tp-Link, Velop di Linksys .

Perché è nato

«Il wifi diventa sempre più importante nella vita di tutti. Nel passato i dispositivi di rete erano apparecchiature brutte, complicate, disegnate da ingegneri delle telecomunicazioni per i loro colleghi e non per gli utenti di tutti i giorni, con problemi di aggiornamenti software non facili e quindi con conseguenti limiti di sicurezza. E infine si trattava di dispositivi brutti da vedere, che nessuno avrebbe messo in vista nella propria casa. Queste erano le sfide che ci eravamo posti prima di creare Google Wifi» ci raccontato ancora Noronha. Sfide che a Mountain View pensano di aver vinto con il nuovo «scatolotto», un cilindretto bianco non troppo diverso da Google Home nell’aspetto.

Pacco da uno o da tre

Google Wifi è sostanzialmente inutile se abitate in un piccolo appartamento ma che può invece risolvere i problemi di rete per superfici più estese o comunque laddove il segnale sia indebolito (o addirittura bloccato) da pareti e interferenze elettromagnetiche. Ville, villette, appartamenti su più livelli, uffici e studi professionali. Google Wifi è un sistema modulare: si parte da un solo «scatolotto» e se ne possono aggiungere a piacere (i prezzi: 139 euro per un dispositivo e 359 per il «pacco» da tre Wifi). La configurazione è molto semplice e tutta la gestione avviene attraverso un’app di Google. La tecnologia Network Assist lavora dietro le quinte per mantenere veloce la connessione wifi, sfruttando il canale più libero e la banda wifi ottimale (2.4 oppure 5 GHz). Quando ci si sposta nella casa, Network Assist farà passare senza interruzioni il dispositivo tra i vari punti del sistema Google Wifi, per evitare ritardi o mancanza di segnale (cosa che con un range extender non è invece automatico).

Cosa si può fare

Attraverso l’app dedicata (per Android e iOS) è possibile mettere in pausa il wifi sui dispositivi dei minorenni presenti in casa ed è possibile configurare dei filtri basati su Safesearch (la funzione anti-porno e anti-violenza del motore di ricerca Google) oppure su «blacklist» e «whitelist» a scelta dell’utente. Gli aggiornamenti software sono inviati in maniera automatica da Google.  Quando c’è Google di mezzo le preoccupazioni sulla privacy sono all’ordine del giorno: su questo terreno l’azienda di Mountain View precisa che Google Wifi consente impostazioni per una gestione semplice del cloud e funzionalità di sicurezza come la crittografia wireless, l’avvio verificato e gli aggiornamenti automatici per mantenere sicura la vostra rete.

Da: QUI

Articolo di Gregorio

ALTRE NOTIZIE
Edge e Chrome: tutte le differenze!
Edge e Chrome: tutte le differenze!
(Roma)
-

Sono in molti a temere che Edge non sarà altro che una versione di Chrome con una interfaccia rivisitata da Microsoft.
Sono in molti a temere che Edge non sarà altro che una versione di Chrome con...


(Roma)
-


La presenza di vita nell'Universo è un dilemma che continua a tormentare gli...

Sud Italia, dove INTERNET non esiste per 1 persona su 3
Sud Italia, dove INTERNET non esiste per 1 persona su 3
(Roma)
-

Secondo gli ultimi dati sull'utilizzo di internet e dei social network, anche per gli italiani l'utilizzo dei social è in crescita, dove Facebook è in testa con 31 milioni di utenti, seguito da Instagram e Pinterest. Ma quanto a penetrazione di internet r
Gli italiani sono sempre più online, sebbene al di sotto della media...

Stato WhatsApp anche su Facebook: come funziona
Stato WhatsApp anche su Facebook: come funziona
(Roma)
-

Grandi novità per chi ama condividere contenuti temporanei sull’app di messaggistica. Tra qualche tempo sarà possibile condividerli anche su Facebook
Lo Stato WhatsApp è un contenuto sempre più usato dagli utenti. Il suo...

TitTok: la nuova app social che sta spopolando! Come funziona
TitTok: la nuova app social che sta spopolando! Come funziona
(Roma)
-

Il successo della piattaforma per video cinese è dovuto anche all’inglobazione che TikTok ha fatto di Musical.ly; ve la ricordate? 
Il successo della piattaforma per video cinese è dovuto anche all’inglobazione...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati