Giovani italiani dipendenti dalle scommesse sul web. Popolo di perdenti che non sogna piu'

(Napoli)ore 07:16:00 del 21/10/2019 - Tipologia: , Denunce, Sociale

Giovani italiani dipendenti dalle scommesse sul web. Popolo di perdenti che non sogna piu'

Secondo i dati di un rapporto ufficiale, nel Regno Unito sempre più adolescenti sono coinvolti nelle scommesse online. Il numero di giocatori tra gli 11 e i 16 anni è quadruplicato in due anni .

ITALIANI DIPENDENTI DALLE SCOMMESSE ONLINE - Molte persone afflitte dalla «febbre del gioco d’azzardo» riferiscono di provare la sensazione di vivere come all’interno di una «bolla», una sorta di mondo ovattato scandito dal gioco dove è possibile provare sensazioni di gioia, speranza, dolore e rabbia, mentre al di fuori tutto appare piatto e inutile.

Ma a destare preoccupazione è il fatto che molti di loro non identificano il gioco come un problema, se non quando la situazione è ormai compromessa al punto da aver mandato a monte i risparmi e gli affetti di una vita intera.

I soldi che settimanalmente vengono spesi dagli adolescenti sono impiegati in particolare per giochi come il bingo e slot machine online e anche nei negozi di scommesse. Nel rapporto viene specificato, inoltre, che i bambini vengono inondati dalla pubblicità e infatti, due su tre indicano la tv come fonte dalla quale apprendono l'esistenza di questi giochi.

ITALIANI DIPENDENTI DALLE SCOMMESSE ONLINE - Altra pubblicità sulle scommesse online che attira quasi un milione di giovani è quella presente nei giochi per computer o nelle varie applicazioni per gli smartphone. Sempre più ragazzini affermano di aver scommesso nell'ultima settimana e questo dato supera quello degli altri pericoli che sino a oggi circondavano i giovani e parliamo del consumo di alcolici, fumo e droga.

L'ex presidente di Action on Addiction, Lord Chadlington, ha chiesto espressamente una repressione sulle varie pubblicità presenti, facendo un confronto con l'Italia: "Chiedo - ha dichiarato - di interrompere la pubblicità sul gioco d'azzardo su eventi sportivi in ​​diretta in televisione, e questi numeri rafforzano la necessità di un'azione urgente. L'Italia, che ha il 20% in meno di giocatori problematici rispetto al Regno Unito, la sta mettendo al bando. Perché questo bombardamento di pubblicità sul gioco d'azzardo in televisione continua nel Regno Unito?".

Il rapporto si è basato su uno studio Ipsos Mori e ha coinvolto 2.865 ragazzi, di età compresa tra gli 11 e i 16 anni, nel periodo febbraio - luglio 2018. Le domande a cui sono stati sottoposti includevano: quanto spesso hanno pensato al gioco d'azzardo, se hanno rubato per avere i soldi e se le scommesse li hanno mai portati a mentire ai genitori. Alcuni bambini hanno ammesso di aver giocato nei negozi di scommesse o sui siti online. Inoltre, sempre secondo lo studio, un ragazzo su sette ha seguito alcune compagnie di scommesse sui social network come Facebook e Instagram.

Dunque, i numeri parlano chiaro: 55.000 giocatori d'azzardo problematici, ovvero l'1,7% dei bambini di età compresa tra gli 11 e i 16 anni. Sull'argomento è intervenuto anche Clive Hawkswood, amministratore delegato della Remote Gambling Association, associazione che rappresenta alcune delle principali società di scommesse: "Ci sono ancora troppi bambini - afferma - che giocano d'azzardo. Dobbiamo fare di più per spingere quel numero verso il basso. Diciamo che il numero di giocatori problematici è inaccettabile, ma molti di questi sono fuori dal nostro controllo. Nella pubblicità, il legame tra il gioco d'azzardo dei bambini e la stessa pubblicità non è chiaro, ma siamo consapevoli che vi siano serie preoccupazioni. Speriamo che il processo di revisione in cui ci troviamo risolverà tutto ciò."

 

Articolo di Samuele

ALTRE NOTIZIE
Seggiolini antiabbandono obbligatori da oggi 7 novembre
Seggiolini antiabbandono obbligatori da oggi 7 novembre
(Napoli)
-

Chi non si doterà di questi dispositivi incorrerà in una sanzione amministrativa da 81 a 326 euro e la decurtazione di 5 punti dalla patente
SEGGIOLINI ANTIABBANDONO OBBLIGATORI - Da domani 7 novembre scatta l'obbligo per...

La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio...MA DOVE????
La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio...MA DOVE????
(Napoli)
-

LA REPUBBLICA INCORAGGIA E TUTELA IL RISPARMIO ? - Qualcuno saprebbe dirci se sia ancora in vigore quell’articolo 47 della Costituzione italiana, che recita più o meno
LA REPUBBLICA INCORAGGIA E TUTELA IL RISPARMIO ? - Qualcuno saprebbe dirci se...

Tim, Vodafone e Wind denunciate per i tagli alle ricariche: VERGOGNA!
Tim, Vodafone e Wind denunciate per i tagli alle ricariche: VERGOGNA!
(Napoli)
-

Il Codacons denuncia all'Agcom e all'Antitrust la ricarica premium, novità messa sul mercato da Tim, Vodafone e Wind.
Il Codacons ha formalizzato il pensiero di milioni di utenti italiani sotto...

Limoni spagnoli CANCEROGENI in SICILIA
Limoni spagnoli CANCEROGENI in SICILIA
(Napoli)
-

LIMONI SPAGNOLI CANCEROGENI IN SICILIA - Una quarantina di confezioni contenenti limoni provenienti dalla Spagna sono state sequestrate dal corpo forestale della Regione siciliana.
LIMONI SPAGNOLI CANCEROGENI IN SICILIA - Una quarantina di confezioni contenenti...


(Napoli)
-


"Carenza di un'adeguata impiantistica per il riciclo dei rifiuti, assenza di...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati