GILET GIALLI: svuotare i conti correnti per mettere in ginocchio il sistema bancario.

(Milano)ore 13:36:00 del 19/01/2019 - Tipologia: , Economia, Esteri, Lavoro

GILET GIALLI: svuotare i conti correnti per mettere in ginocchio il sistema bancario.

È l’ultima richiesta degli attivisti aderenti al movimento di protesta francese dei gilet gialli, che incoraggiano i sostenitori del movimento a correre in banca e prelevare i risparmi..

Svuotare i conti correnti per mettere in ginocchio il sistema bancario. È l’ultima richiesta degli attivisti aderenti al movimento di protesta francese dei gilet gialli, che incoraggiano i sostenitori del movimento a correre in banca e prelevare i risparmi.

Gli aderenti al movimento hanno detto di sperare in una corsa agli sportelli massiccia, un’azione che potrebbe costringere il governo francese a prestare attenzione alle loro richieste, soprattutto dando ai cittadini il diritto di proporre e votare nuove leggi.

Nel frattempo, il primo ministro Edouard Philippe ha anticipato un “grande dibattito” che il governo intende iniziare la prossima settimana in tutte le regioni della Francia. “Vogliamo che sia ricco, imparziale e fruttuoso”, ha detto Philippe.

I dibattiti si concentreranno su quattro temi principali: cambiamenti climatici, questioni democratiche, tasse e servizi pubblici, ha detto il primo ministro. Allo stesso tempo l’esecutivo pare intenda imporre la legge marziale per vietare qualsiasi nuova manifestazione di protesta, che spesso dal 17 novembre – data di inizio della ribellione – è sfociata in episodi di violenza.

Per sedare la protesta e gettare acqua sul fuoco, il presidente Emmanuel Macron dal canto suo ha proposto anche 10 miliardi di euro ($ 11,5 miliardi) di misure per aumentare il potere d’acquisto delle famiglie francesi. Le concessioni del governo potrebbero costare caro alla lunga in termini di fiducia nei Bond sovrani dell’area euro.

La risposta di Macron potrebbe infatti segnare un punto di svolta anche per i mercati del debito dell’area euro, proprio in un momento in cui vengono meno le grandi iniezioni di liquidità da parte della Bce. Se la Francia corre troppi rischi dal punto di vista dell’espansione fiscale per venire incontro alle richieste dei manifestanti, potrebbe aumentare ulteriormente i debiti in un mercato che è già abbastanza nervoso per la fine del Quantitative Easing e le tensioni tra Italia e Ue sul bilancio.

Da: QUI

Articolo di Samuele

ALTRE NOTIZIE
CROAZIA, un piccolo paradiso europeo dove vivi BENISSIMO con 1000 euro al mese
CROAZIA, un piccolo paradiso europeo dove vivi BENISSIMO con 1000 euro al mese
(Milano)
-

Piccola, eppure una star. E già perché la Croazia può considerarsi a tutti gli effetti la vera regina dell’estate 2018
Piccola, eppure una star. E già perché la Croazia può considerarsi a tutti gli...

Canarie, il PARADISO europeo: benzina 1 Euro, sigarette 2 e IVA al 7%
Canarie, il PARADISO europeo: benzina 1 Euro, sigarette 2 e IVA al 7%
(Milano)
-

Canarie: ecco il paese dove la benzina costa 1 euro, le sigarette 2 e l’IVA è al 7%
Benvenuti nel paradiso dei pensionati dove con 1000 euro si può fare una vita da...


(Milano)
-


  Di Notre-Dame è salva la struttura muraria, insieme a un terzo del tetto. Il...

32 anni dalla fine del nucleare e ancora non sappiamo dove mettere i RIFIUTI RADIOATTIVI
32 anni dalla fine del nucleare e ancora non sappiamo dove mettere i RIFIUTI RADIOATTIVI
(Milano)
-

Si chiama Sogin e pochi la conoscono: è la società creata ad hoc per gestire la denuclearizzazione in Italia, dopo il referendum del 1987 e lo spegnimento delle centrali
Se pensavate di aver chiuso con il nucleare più di 30 anni fa, vi siete...

FALLIMENTO MOSE: costato 5,5 miliardi di euro
FALLIMENTO MOSE: costato 5,5 miliardi di euro
(Milano)
-

State sereni, il suo obiettivo lo ha raggiunto: far mangiare tutti gli sciacalli che ci giravano intorno!
Mose, con le tangenti di Galan appartamenti di lusso a Dubai. Sequestrati 12,3...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati