Fusaro: 'PREPARATEVI, faranno di TUTTO per far cadere il GOVERNO'

(Roma)ore 15:42:00 del 28/08/2018 - Tipologia: , Denunce, Politica

Fusaro: 'PREPARATEVI, faranno di TUTTO per far cadere il GOVERNO'

“Preparatevi. Faranno di tutto per far cadere il governo nazionale-popolare odiato dall’aristocrazia finanziaria. O colpo di Stato giudiziario (modalità Mani Pulite 1992) o colpo di Stato finanziario (modalità Monti 2011)”..

“Preparatevi. Faranno di tutto per far cadere il governo nazionale-popolare odiato dall’aristocrazia finanziaria. O colpo di Stato giudiziario (modalità Mani Pulite 1992) o colpo di Stato finanziario (modalità Monti 2011)”.

Lo ha scritto Diego Fusaro su Facebook.

Il filosofo, molto critico verso le opposizioni e gli intellettuali che da mesi attaccano il governo, ha commentato ironicamente l’attacco di Roberto Saviano al premier Giuseppe Conte sul caso Diciotti:

“‘Presidente del Consiglio per mancanza di dignità’. Così, in riferimento a Conte, sermoneggiò il bardo cosmopolita dal sontuoso attico di Nuova York. Gravido di dignità – pari solo alla patrizia noia – addentò una titillevole aragosta: il palato vibrò con veemenza all’incontenibile sapore, che inondò il corpo intiero del plusgaudente bardo liberal-libertario con scorta guardinga pagata (con somma dignità) dalle vili et rozze plebaglie italiche. Poscia calzò, sempre con immensa dignità, la rossa maglietta della protesta, cucita da remoti popoli coartati al neoschiavile lavoro. Nel trionfo della dignità, alzò lo sguardo verso il divino Soros: giustizia era fatta, i padroni erano serviti. Sempre con somma dignità”.

Quanto all’episodio dei manifestanti che a Catania, dove è ormeggiata la Diciotti, hanno cantato Bella Ciao, Fusaro, sempre con la sua ironia, ha osservato:

“‘Diciotti, manifestanti provano a forzare cordone della polizia cantando Bella ciao’ (La Repubblica). Si vocifera che in prima fila, a intonare a pieni polmoni il noto motivetto, vi fossero anche Soros, Mario Monti, JP Morgan e molti altri corifei della società aperta e della libera circolazione delle merci e delle persone mercificate”.

Fusaro è da sempre critico nei confronti dell’immigrazione incontrollata. E anche in questa occasione ha espresso la sua opinione in merito, nonostante non sia politicamente corretto:

“Anche in questi giorni arrivano in Italia altri deportati dall’Africa. Ecco che tutto procede secondo copione. I deportati sono chiamati migranti dalla neolingua. E, in tal guisa, chi si opponga alle abominevoli pratiche della deportazione è condannato dai padroni del discorso politicamente corretto come criminale che si oppone all’integrazione e all’accoglienza”.

Sull’Europa che non aiuta l’Italia sull’emergenza migranti, Fusaro ha affermato:

“Avete ancora dubbi a riguardo? L’Unione Europea non esiste, è solo una moneta e un pugno di banchieri apolidi.”

Da: QUI

Articolo di Sasha

ALTRE NOTIZIE

(Roma)
-


  Di Notre-Dame è salva la struttura muraria, insieme a un terzo del tetto. Il...

Business del dimagrimento: come non abboccare ai trucchi che ti propongono!
Business del dimagrimento: come non abboccare ai trucchi che ti propongono!
(Roma)
-

Conosci la differenza tra perdere peso e dimagrire?
Conosci la differenza tra perdere peso e dimagrire?  Oggi voglio farti...

32 anni dalla fine del nucleare e ancora non sappiamo dove mettere i RIFIUTI RADIOATTIVI
32 anni dalla fine del nucleare e ancora non sappiamo dove mettere i RIFIUTI RADIOATTIVI
(Roma)
-

Si chiama Sogin e pochi la conoscono: è la società creata ad hoc per gestire la denuclearizzazione in Italia, dopo il referendum del 1987 e lo spegnimento delle centrali
Se pensavate di aver chiuso con il nucleare più di 30 anni fa, vi siete...

FALLIMENTO MOSE: costato 5,5 miliardi di euro
FALLIMENTO MOSE: costato 5,5 miliardi di euro
(Roma)
-

State sereni, il suo obiettivo lo ha raggiunto: far mangiare tutti gli sciacalli che ci giravano intorno!
Mose, con le tangenti di Galan appartamenti di lusso a Dubai. Sequestrati 12,3...

Francia: cancellato l'ITALIANO dalle Scuole
Francia: cancellato l'ITALIANO dalle Scuole
(Roma)
-

Dopo il corposo taglio di cattedre per l’insegnamento dell’italiano nella scuola francese, arriva l’appello firmato da diversi docenti francesi e molti intellettuali italiani, da Andrea Camilleri ad Ascanio Celestini, per il ripristino dell’insegnamento d
Prima la Gioconda, poi il primato sulla cucina, oggi l'insegnamento...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati