Fumi al lavoro in Giappone? Ecco cosa ti succede!

(Napoli)ore 08:25:00 del 31/08/2019 - Tipologia: , Ambiente, Esteri, Lavoro

Fumi al lavoro in Giappone? Ecco cosa ti succede!

Il solo Giappone con i suoi tanti fumatori rappresenta uno dei maggiori mercati asiatici, ed è al secondo posto, dopo la Cina come il paese più “fumatore” dell’Asia..

LA LOTTA AL FUMO IN GIAPPONE - Il numero dei fumatori giapponesi è di fatto cresciuto negli anni. Ad oggi sono circa 30 milioni i fumatori in Giappone. Molto diffuso il fumo tra gli adulti e anche tra gli adolescenti. Alcune stime del 2002 parlano della popolazione maschile giapponese come una delle più dedite al fumo di sigaretta. Negli ultimi anni si sono registrate cifre più basse di fumatori adulti, circa il 35% per gli uomini adulti e solo il 12% per le donne fumatrici. La legge in materia di tabacco si è fatta più dura negli ultimi decenni vietando il fumo ai minori di 20 anni. La questione del fumo in Giappone è piuttosto controversa ed anche abbastanza contraddittoria rispetto a molti altri paesi del mondo, per poterne parlare è necessario fare dapprima un piccolo excursus storico per partire dalle radici del problema. Infatti il fumo non era conosciuto in tempi antichi è stato introdotto solo nel secolo scorso.

LA LOTTA AL FUMO IN GIAPPONE - L’azienda Piala Inc, dopo le lamentele di alcuni dipendenti, ha deciso di premiare i lavoratori che non fumano.

Tutto è partito da una lettera appesa in bacheca da un dipendente che sosteneva di lavorare di più dei colleghi fumatori.

L’azienda ha colto la palla al balzo e ha subito intavolato una discussione che ha portato un grande vantaggio ai lavoratori non fumatori.

LA LOTTA AL FUMO IN GIAPPONE - Giappone: chi fuma avrà sei giorni di ferie in meno

Dopo alcune verifiche la Piala ha deciso di regalare ben 6 giorni di ferie in più ai dipendenti non fumatori.

Il calcolo è stato stimato dal tempo che ogni dipendente fumatore impiega per uscire dall’edificio e fumare la sua sigaretta.

Dato che gli uffici sono situati al 29° piano di un grattacielo e ogni impiegato deve scendere con l’ascensore per poter uscire, ogni sigaretta “costa” circa 15 minuti all’azienda.

Così a partire da Settembre del 2017 tutti coloro che non fumano hanno a disposizione ben 6 giorni in più di ferie.

Questa operazione rientra nella lotta alla dipendenza da nicotina che il Giappone sta portando avanti negli ultimi anni.

Non a caso è proprio lo stato nipponico in cima alla lista dei paesi che combattono il vizio del fumo stilata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

La Piala Inc spera dunque di essere una delle aziende modello in questa battaglia e si augura che altre aziende giapponesi seguano l’esempio.

In Giappone, come abbiamo detto, la lotta alla dipendenza dal fumo è diventata asprissima sopratutto in vista delle Olimpiadi che si terranno nel 2020.

Lo stato si vuole presentare come un modello salutista dove le persone possono girare anche nei luoghi pubblici senza essere intaccate dal fumo passivo.

Articolo di Gregorio

ALTRE NOTIZIE
Dazi: tregua tra Usa e Cina, ecco l'accordo
Dazi: tregua tra Usa e Cina, ecco l'accordo
(Napoli)
-

USA CINA GUERRA DAZI VICINA ALLA FINE? Stati Uniti e Cina hanno raggiunto un primo sostanziale accordo commerciale, la prima fase di un'intesa più ampia.
USA CINA GUERRA DAZI VICINA ALLA FINE? Stati Uniti e Cina hanno raggiunto un...

Ecco le 20 aziende responsabili di 1 terzo di tutte le emissioni del mondo
Ecco le 20 aziende responsabili di 1 terzo di tutte le emissioni del mondo
(Napoli)
-

Il 35% di tutte le emissioni di anidride carbonica e metano dal 1965 al 2017 è stato prodotto da 20 colossi del settore petrolchimico
GAS SERRA, LE AZIENDE RESPONSABILI - Oltre un terzo di tutte le emissioni di gas...

Dai migranti in Italia il 9% del PIL
Dai migranti in Italia il 9% del PIL
(Napoli)
-

Sono questi alcuni degli elementi che emergono dal nono Rapporto annuale sull’economia dell’Immigrazione, a cura della Fondazione Leone Moressa, presentato oggi (8 ottobre) a Roma.
QUANTO LAVORANI GLI IMMIGRATI IN ITALIA - Negli ultimi anni l’Italia sta...

Il paradosso tutto italiano: meno guadagno meno paghi
Il paradosso tutto italiano: meno guadagno meno paghi
(Napoli)
-

Lo studio del Senato: fino ai 28 mila euro gli aumenti di stipendi rischiano di finire divorati dal mix di aliquote e mancati bonus e detrazioni
MENO GUADAGNI, MENO PAGHI - Un primo spunto di riflessione viene dalle tasse...

Manovra: confermati bonus 80 euro e rimodulazione IVA
Manovra: confermati bonus 80 euro e rimodulazione IVA
(Napoli)
-

MANOVRA, BONUS 80 EURO E RIMODULAZIONE IVA - Il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri conferma la completa sterilizzazione degli aumenti dell’IVA previsti dalle clausole di salvaguardia ma non esclude possibili rimodulazioni dell’aliquota per un sistem
MANOVRA, BONUS 80 EURO E RIMODULAZIONE IVA - Il Ministro dell’Economia Roberto...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati