Francia, la strana strage di poliziotti: 1 suicidio ogni 4 giorni

(Bari)ore 09:21:00 del 14/08/2019 - Tipologia: , Cronaca, Denunce, Sociale

Francia, la strana strage di poliziotti: 1 suicidio ogni 4 giorni

SUICIDIO DEI POLIZIOTTI IN FRANCIA - Centinaia di agenti di polizia francesi si sono radunati oggi in silenzio davanti al commissariato di Montpellier, dove una collega di 48 anni, madre di due figli, si è suicidata il giorno prima..

SUICIDIO DEI POLIZIOTTI IN FRANCIA - Centinaia di agenti di polizia francesi si sono radunati oggi in silenzio davanti al commissariato di Montpellier, dove una collega di 48 anni, madre di due figli, si è suicidata il giorno prima. Visi tesi, occhi gonfi di lacrime, hanno reso omaggio all'ultima poliziotta che ha scelto di togliersi la vita con un'arma d'ordinanza, una pallottola nel cuore.

Si tratta del ventottesimo suicidio tra forze di polizia dall'inizio dell'anno, tre in qualche giorno nella regione. L'anno scorso, stimano i sindacati, nello stesso periodo dell'anno, i casi sono stati la metà, 14.

SUICIDIO DEI POLIZIOTTI IN FRANCIA - Qualche ora prima, un altro agente di 25 anni è stato ritrovato senza vita nella sua abitazione a Villejuif, nei pressi di Parigi. Apparteneva alla divisione regionale per la sicurezza stradale e lavorava nelle scuole.

"Il colleghi possono essere molto legati tra loro, ma quando un agente di polizia esprime un disagio, la direzione deve imparare ad ascoltare e prendere le misure necessarie", ha commentato all'Afp Bruno Bartocetti del sindacato SGP Police-FO. La richiesta è quella di incrementare la prevenzione e il personale specializzato. Nel frattempo, è stata istituita un'unità psicologica e aperta un'indagine di cui si occupa l'Ispezione generale della polizia nazionale.

SUICIDIO DEI POLIZIOTTI IN FRANCIA - Francia, serve un "piano Marshall" per contrastare una situazione "esplosiva"

Nel 2018, secondo i dati del Ministero dell'Interno, in Francia sono stati 35 gli agenti di polizia che hanno rivolto le armi contro se stessi (a cui si aggiungono altri 33 gendarmi suicidatisi).

La polizia francese ha confermato a Euronews il suicidio di 51 agenti nel 2017, 39 nel 2016, 44 nel 2015 e 55 nel 2014.

I numeri sono impressionanti, fa notare Mazzucco: «Di fatto nel 2018 vi erano stati 68 fra poliziotti e gendarmi che si erano tolti la vita in Francia. E sono già 44 i loro colleghi che hanno fatto la stessa fine nei primi 6 mesi del 2019. Praticamente uno Macronogni 4 giorni». Per Mazzucco «sono cifre chiaramente fuori dalla norma, al punto che i due sindacati francesi dei poliziotti hanno chiesto al governo “misure urgenti per fermare questo massacro”». Tra i motivi dei suicidi, i sindacati citano «la fatica accumulata che continua ad affliggere quelli fra noi che sono più vulnerabili in termini di disponibilità di fronte ad un lavoro difficile». Sulla settimana nera delle forze di polizia francesi, “Le Figaro” scrive: il sindacato Alternative Police-Cfdt chiede «azioni concrete» per arginare questo «flagello». “Le Parisien” avverte: alcuni casi sono “sospetti suicidi”, la certezza sulle cause della morte degli agenti arriverà solo con le autopsie. L’associazione Mpc (Mobilitazione di Poliziotti Arrabbiati) scrive su Twitter che è come se fossero state eliminate, da inizio anno, «due brigate di polizia».

 

Ma basta davvero la “fatica accumulata” per un “lavoro difficile” a portate tutte queste persone ad una scelta così drastica? Si domanda Mazzucco: se uno non ce la fa più, non può semplicemente dare le dimissioni e cercarsi un altro lavoro? E quindi: quale può essere la vera causa di un malessere così diffuso e così drammatico nelle forze di polizia francesi? Il primo presunto suicidio (eccellente) tra le forze di polizia francesi fu quello di Helric Fredou, commissario a Limoges, incaricato di indagare sulla strage di Charlie Hebdo. Aveva scoperto che la fidanzata di uno degli attentatori aveva stretti rapporti con un funzionario della Dgse, il servizio segreto nazionale. Il governo Hollande “seppellì” le indagini su Charlie Hebdo – apponendo il segreto di Stato (segreto militare, in questo caso) – quando un magistrato di Parigi, poco convinto del “suicidio” del commissario Fredou, aveva scoperto che il commando terrorista aveva usato dei Kalashnikov di fabbricazione slovacca appena acquistati da funzionari della Dgse presso un mercante d’armi, in Belgio

Articolo di Luca

ALTRE NOTIZIE
Farmaco anti ulcera e anti reflusso Omeprazolo ritirato, ecco perche'
Farmaco anti ulcera e anti reflusso Omeprazolo ritirato, ecco perche'
(Bari)
-

Il precipitato è stato trovato in due lotti, ma tale fenomeno non deve portare ad allarmismi: l’Agenzia Italiana del Farmaco precisa di non doversi preoccupare.
Farmaco anti ulcera e anti reflusso Omeprazolo ritirato - La decisione è...

Cibi pericolosi che importiamo in Italia: la BLACK LIST COLDIRETTI
Cibi pericolosi che importiamo in Italia: la BLACK LIST COLDIRETTI
(Bari)
-

LA BLACK LIST 2019 DEI CIBI PERICOLOSI IMPORTATI IN ITALIA - Dall’inizio dell’anno a oggi in Italia è stato segnalato un allarme alimentare al giorno e la maggior parte dei cibi pericolosi per la nostra salute provengono dall’estero.
LA BLACK LIST 2019 DEI CIBI PERICOLOSI IMPORTATI IN ITALIA - Dall’inizio...

I single? Si sentono piu' felici, appagati e realizzati degli impegnati
I single? Si sentono piu' felici, appagati e realizzati degli impegnati
(Bari)
-

Il luogo comune secondo il quale chi è scapolo se la passa peggio di chi invece ha pronunciato il fatidico 'sì' potrebbe essere sfatato. Adesso la situazione sembra quasi essersi rovesciata e a dirlo sono diversi studi condotti nell'ultimo anno
ESSERE SINGLE TI RENDE PIU' FELICE - SI ARRIVA all'altare sempre più tardi e c'è...

Paradisi fiscali: gli italiani nascondono 142 miliardi all'estero, ma nessuno fa nulla
Paradisi fiscali: gli italiani nascondono 142 miliardi all'estero, ma nessuno fa nulla
(Bari)
-

142 MILIARDI EVASI DAGLI ITALIANI - Nei paradisi fiscali ci sono 142 miliardi di euro nascosti da contribuenti italiani, una cifra grande quanto l'8,1% del Prodotto interno lordo.
142 MILIARDI EVASI DAGLI ITALIANI - Nei paradisi fiscali ci sono 142 miliardi di...

Gioco d'azzardo: chi vince sempre, e' lo STATO
Gioco d'azzardo: chi vince sempre, e' lo STATO
(Bari)
-

LO STATO “GIOCA” SUGLI ITALIANI - Che il gioco d’azzardo fosse causa di problemi per tanti cittadini, ma fonte di guadagno per le casse dello Stato, grazie alle tasse applicate su tale attività, è cosa ormai risaputa.
LO STATO “GIOCA” SUGLI ITALIANI - Che il gioco d’azzardo fosse causa di problemi...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati