Fifa 20: cosa sapere

(Genova)ore 18:30:00 del 28/09/2019 - Tipologia: , Videogames

Fifa 20: cosa sapere

Rimanendo in tema, accanto alla ritrovata Finalizzazione a tempo, è stato implementato il tocco di prima, che ci dà l'opportunità di posizionare la palla con un colpetto di piede e poi procedere al tiro, in modo da aumentare le probabilità di successo..

 

RECENSIONE FIFA 20 - La nuova release di FIFA non ha infatti i grossi scivoloni di quella precedente, proponendo un gameplay equilibrato (probabilmente più di quanto non si sia mai visto nella seconda metà del decennio), portieri che si rendono conto di stare in porta e di dover parare sempre, e legni che non vengono colpiti decine di volte a match.

A questo equilibrio ritrovato si aggiungono limature alla formula pensate palesemente per rispondere al feedback degli utenti e al contempo non snaturare il DNA di una serie che vede nella Premier League il suo massimo riferimento, ovvero un campionato veloce e spettacolare, e per certi versi diametralmente opposto a quello di Serie A (riferimento, invece, di PES).

RECENSIONE FIFA 20 - Nella fattispecie, sono state rallentate le animazioni dei calciatori, che specialmente in mezzo al campo si vedono costretti a fare un giro palla più fitto, cambiare spesso gioco e proporre una manovra più ragionata perché prima di completare la loro “mossa” si ritrovano già marcati o pressati dagli avversari.

Inoltre, a questo si aggiunge una rinfoltita massiccia del centro del rettangolo di gioco, dove per l’elevato numero e per la rigidità delle squadre avversarie spesso ci si trova davanti ad una congestione che suggerisce di spostarsi sui lati (ed impedisce parecchie volte di calciare a rete senza colpire un difendente).

Se queste componenti favoriscono il ricorso ad una dose di pensiero più sostanziosa nella creazione della manovra d’attacco, il contro risiede appunto nella frequenza con cui ci si rivolge alle fasce e al retropassaggio dietro la linea di difesa, che torna dopo diverse versioni d’assenza seppur parzialmente disinnescato dalle trovate sul tiro meno killer a confronto con capitoli di fine anni 2000.

Non si pensi però che il rallentamento dei campioni sul manto erboso equivalga ad un rallentamento complessivo dell’azione, che prevede ancora pochissimi tempi morti e tanti rovesciamenti di fronte; ci vuole solo un lasso di tempo maggiore per innescare questi meccanismi, che restano insiti nella visione di calcio del franchise.

Benché la velocità ci sembri comunque ridotta in rapporto al passato, a nostro avviso FIFA 20 non tira sufficientemente il freno, ed imbastisce di nuovo un gameplay in cui ci sono pochi momenti di calma. Un simile concept tende dunque a celare le vere potenzialità della produzione, anche a causa di una CPU sempre molto aggressiva, la quale - seguendo un ritmo inarrestabile - sotto certi aspetti costringe il giocatore ad adeguarsi ad un andamento più fulmineo.


RECENSIONE FIFA 20 - Lo ribadiamo: nelle mani degli utenti più abili, FIFA 20 riesce a garantire non poche soddisfazioni, grazie alla pletora di impostazioni tattiche, ma restiamo dell'idea che, dopo l'ennesima edizione, Electronic Arts avrebbe potuto limare ulteriormente dei difetti che si porta dietro da anni, e che ora ci sembrano per questo meno perdonabili.

Se FIFA 20 persiste nel proporre un ritmo molto sostenuto, parte della colpa ricade su una fisica della palla che, nonostante un parziale miglioramento in confronto agli scorsi anni, rimane abbastanza leggera, tale da prodigarsi in bordate, traiettorie e rimpalli non sempre del tutto credibili.

Lo si nota principalmente nelle curvature della sfera nei calci piazzati, che sono stati piacevolmente rinnovati. Adesso, prima di ogni punizione dovremo impostare non solo la traiettoria, ma anche la rotazione da imprimere al pallone, così da concludere con una precisione superiore. Rimanendo in tema, accanto alla ritrovata Finalizzazione a tempo, è stato implementato il tocco di prima, che ci dà l'opportunità di posizionare la palla con un colpetto di piede e poi procedere al tiro, in modo da aumentare le probabilità di successo.

Se si fa eccezione per alcune parabole e certi rimpalli troppo accentuati, la fisica della palla mostra pregevoli aggiustamenti nella ricezione e nel controllo, merito del sistema Active Touch, che dona ai giocatori una reattività ed un'agilità più marcata, che si esplica soprattutto in una serie di piccole animazioni più realistiche in rapporto ai precedenti capitoli. Chiaramente tal implementazioni coinvolgono anche i giocatori controllati dalla CPU, che reagiscono in maniera più verosimile ed occupano la posizione sul campo coerentemente con la strategia di gioco adottata dalla squadra: permane in generale una certa aggressività da parte dell'Intelligenza artificiale, la quale si cimenta in un pressing piuttosto considerevole, non poche volte ricorrendo al fallo, solitamente sanzionato con attenzione dal direttore di gara. In sostanza, Electronic Arts ha apportato leggere migliorie al suo FIFA 20, che danno corpo ad un gameplay funzionale ed efficace, ma privo di un'evoluzione pienamente avvertibile.

 

Articolo di Gregorio

ALTRE NOTIZIE
Red Dead Redemption 2 versione PC: requisiti e data di uscita
Red Dead Redemption 2 versione PC: requisiti e data di uscita
(Genova)
-

RED DEAD REDEMPTION VERSIONE PC STA ARRIVANDO - Red Dead Redemption 2 arriva su PC il 5 novembre e, a partire da oggi, puoi preacquistarlo esclusivamente tramite il Rockstar Games Launcher.
RED DEAD REDEMPTION VERSIONE PC STA ARRIVANDO - Red Dead Redemption 2 arriva su...

Flotsam: guida passo passo
Flotsam: guida passo passo
(Genova)
-

Spedendo le proprie imbarcazioni fra isole e relitti si ottengono infatti, per un principio abbastanza misterioso, dei punti ricerca utili per sbloccare strutture più avanzate necessarie per colmare i fabbisogni di una comunità più numerosa.
  ANTEPRIMA FLOTSAM - Flotsam, un City Builder da poco arrivato nel...

PlayStation 5: data di uscita ufficiale e anteprima
PlayStation 5: data di uscita ufficiale e anteprima
(Genova)
-

DATA USCITA UFFICIALE PS5 - Sony ha confermato ufficialmente oggi che la sua prossima console si chiamerà PlayStation 5 (fino a oggi veniva indicata genericamente come «la nostra console next-gen», ndr) e che arriverà sul mercato a Natale 2020.
DATA USCITA UFFICIALE PS5 - Sony ha confermato ufficialmente oggi che la sua...

Magic The Gathering Arena: cosa sapere
Magic The Gathering Arena: cosa sapere
(Genova)
-

RECENSIONE MAGIC THE GATHERING ARENA - Magic: The Gathering basa il suo formato Standard, quello su cui si concentra Arena, sul Set Base attuale più i due blocchi di espansioni più recenti, ognuno dei quali composto da tre espansioni diverse.
  RECENSIONE MAGIC THE GATHERING ARENA - Dopo 25 anni dall’uscita del gioco da...

Call of Duty Mobile: cosa sapere
Call of Duty Mobile: cosa sapere
(Genova)
-

I match classificati rappresentano insomma una scelta obbligata per chi desidera una sfida consistente, e infatti si rivelano fin da subito in grado di offrire situazioni più sfaccettate e impegnative, con rapidi capovolgimenti di fronte e attacchi a sorp
  RECENSIONE CALL OF DUTY MOBILE - Avviata l’app di Call of Duty Mobile, un...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati