Draugen: cosa conoscere

(Catanzaro)ore 15:25:00 del 31/05/2019 - Tipologia: , Videogames

Draugen: cosa conoscere

Fin qui, Draugen potrebbe sembrare un gioco come tanti, un titolo dalla storia non esattamente tra le più originali, che sa di già visto..

 

RECENSIONE DRAUGEN - Disponibile per essere aggiunto alla lista dei desideri di Steam e GOG.com, il gioco sarà usufruibile dai giocatori tra poche settimane. In accompagnamento all’annuncio, gli sviluppatori hanno pubblicato le biografie dei due protagonisti del titolo, Edward Charles Hardene la sua giovane accompagnatrice Lissie.

L’uomo, ha trascorso tutta la propria vita in una vecchia casa di HanoverMassachusets, in compagnia soltanto di mobili polverosi, una grande collezione di insetti e centinaia di libri. L’unica ragione che lo tiene in vita è sua sorella Elisabeth, che egli adora. Essa è la luce nella sua vita, anche se i due si vedono raramente. Quando Elisabeth viene dichiarata dispersa durante un viaggio in Norvegia, Edward è costretto ad affrontare coraggiosamente il mondo esterno, cosa che non faceva ormai da anni.

Lissie, il cui vero nome è Alice, è una giovane donna coraggiosa e forte di spirito, la quale accompagna Edward nel suo viaggio in Norvegia alla ricerca di sua sorella Elisabeth. Nata vicino a Boston, MassachusetsLissie è cresciuta in una modesta abitazione nella quale essa veniva ignorata e dimenticata. Questa solitudine la porta molto lontano da casa, e una volta che i suoi genitori sono deceduti, essa diventa la protetta di Edward.

Tutti i dettagli scoperti da Edward potrebbero essere legati direttamente alla scomparsa della sorella, i cui vestiti sono sparsi qua e là in punti diversi del villaggio, come molliche di pane che conducono nel posto giusto. Fin qui, Draugen potrebbe sembrare un gioco come tanti, un titolo dalla storia non esattamente tra le più originali, che sa di già visto. E invece al di sotto della pittoresca superficie si celano delle verità che vanno anche al di là di ciò che è successo in quel luogo isolato, ma interessano in prima persona il protagonista, il suo stato mentale e la battaglia silenziosa che si anima nel profondo della sua coscienza.

RECENSIONE DRAUGEN - Per chi non ha alcun problema con la lingua anglofona (il gioco non è tradotto nella nostra lingua) ed è pronto ad affrontare una discreta mole di dialoghi, considerazioni tra personaggi e testi, avrà come ricompensa una storia intensa, a tratti cruda e drammatica; una parabola sulla difficoltà di accettare un destino infausto e sulle ripercussioni che terribili casualità possono avere sulla psiche e sul modus operandi degli uomini.

RECENSIONE DRAUGEN - Mistery Island

In tutto il gioco non incontrerete altri personaggi all’infuori della vostra compagna di avventure Elizabeth, pertanto gli sviluppatori hanno deciso di implementare un sistema di dialoghi dinamico che vi consente di scegliere delle risposte in base alle deduzioni che farete. Le opzioni che appaiono in sovrimpressione, dopo qualche secondo tenderanno a sbiadire e infine a sparire del tutto, motivo per cui, come avviene nella realtà, non potrete indugiare oltre il dovuto. È sostanzialmente identico a quello visto in Oxenfree e offre la possibilità di decidere, secondo le personali intuizioni, quali sono i dettagli della storia. È un modo per rigiocare Draugen, che dura circa cinque o sei ore al massimo, e per scoprire le risposte a delle domande che continueranno a ronzarvi in testa anche dopo averlo finito.

Detto ciò, Draugen è poco più di un walking simulator: non esistono dei veri puzzle, tutto è piuttosto guidato, le strade da seguire sono univoche e senza bivi e il villaggio è davvero minuscolo. Consta di una chiesa, un negozio giù al centro, qualche casa abbandonata, una miniera e la villa principale.

E beninteso, dal punto di vista artistico il tutto è magnificamente rappresentato, dando un’istantanea credibile delle bellezze fredde e incontaminate della Norvegia. L’andirivieni tra un luogo e l’altro, assieme ai colpi di scena che vi obbligheranno a esaminare nuovi dettagli, riescono a colmare le palesi mancanze, ma è chiaro che i giocatori più esigenti non riusciranno a passare sopra l’assenza di un vero e proprio gameplay limitato alle sole interazioni obbligate.

RECENSIONE DRAUGEN - Sta dunque a voi capire se Draugen è un’opera adatta ai vostri gusti, se considerate la storia al di sopra di tutto così come la considerano i ragazzi di Red Thread Games, impegnati sin dal loro esordio a concentrarsi sulla bellezza delle trame. Tecnicamente Draugen è un’opera nella media, senza particolari guizzi né evidenti bassi. Si segnalano però le espressioni facciali poco convincenti della co-protagonista, che sfoggia degli sguardi nel vuoto che non aiutano a immergersi troppo nei suoi panni, e anche un bug nei pressi della villa principale che non consente di muoversi sulle passerelle del giardino che portano alle cascine vuote. Al di là di ciò, Draugenmerita la vostra attenzione per ciò che riesce a fare a livello narrativo; sia per come è scritto, sia per come la densità dei testi eviti di fare volume e basta. Al contrario, vi sentirete sin dall’inizio addentro alla vicenda, coi giusti ritmi da romanzo breve.

 

Articolo di Carmine

ALTRE NOTIZIE
Biomutant: provato
Biomutant: provato
(Catanzaro)
-

Biomutant è effettivamente questo: un minestrone di idee, meccaniche ed elementi di design che tuttavia, assieme, danno vita a un gioco d'azione con una sua chiara identità.
  ANTEPRIMA BIOMUTANT - Fin dal suo annuncio, Biomutant si è presentato come un...

La prova di Rad
La prova di Rad
(Catanzaro)
-

Nell'incipit del gioco ci vengono presentate le motivazioni che innescano l'avventura: il piccolo villaggio dove vivono i protagonisti è a corto di energia e l'Anziano, uno dei superstiti degli antichi popoli che prima abitavano la terra, è alla ricerca d
  RECENSIONE RAD - Immerso in un’atmosfera post-apocalittica (le RAD del titolo...

Borderlands 3: cosa conoscere
Borderlands 3: cosa conoscere
(Catanzaro)
-

ANTEPRIMA BORDERLANDS 3 - Ciò che possiamo affermare con certezza è la presenza di quattro nuovo eroi presenti al day one: una sirena che sembra avere la possibilità di generare una serie di braccia in stile divinità indiana, un robotche a detta di molti
  ANTEPRIMA BORDERLANDS 3 - Tra le premesse dello sviluppo del terzo capitolo...

Play Station 5: anteprima e specifiche tecniche
Play Station 5: anteprima e specifiche tecniche
(Catanzaro)
-

PLAYSTATION 5 SPECIFICHE TECNICHE - L'anno 2020 sarà quello di debutto della prossima generazione di console Sony e Microsoft: Playstation 5 per la prima e Project Scarlett, ma avremo sicuramente un nome ufficiale della famiglia Xbox, per la seconda. 
PLAYSTATION 5 SPECIFICHE TECNICHE - L'anno 2020 sarà quello di debutto della...

The Sinking City: cosa conoscere
The Sinking City: cosa conoscere
(Catanzaro)
-

Proprio mentre la popolazione locale sta perdendo progressivamente le speranze di tornare ad avere una vita normale, il mistero che aleggia per le strade e i canali si infittisce a causa dell'incessante presenza di stranieri in arrivo da ogni dove.
  RECENSIONE THE SINKING CITY - The Sinking City narra le vicende di Charles...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati