Dolce vegano al cacao e amarene: guida

(Bari)ore 23:49:00 del 07/01/2019 - Tipologia: , Cucina

Dolce vegano al cacao e amarene: guida

Il dolce vegano al cacao e amarene si conserva in freezer per una settimana..

 

Un dolce senza cottura, senza latte, senza burro, senza uova... ma dal gusto che cattura al primo assaggio. Verrete investiti da una dolcezza senza mezze misure, sarà un lungo massaggio per le papille gustative! Parliamo del dolce vegano al cacao e amarene che si ispira come consistenza al fudge anglosassone: quadrotti melliflui ma scioglievoli in bocca che avrete voglia di replicare tante di quelle volte da cercare delle alternative di abbinamento. Noi abbiamo usato amarene e mandorle intere, voi potreste optare per nocciole, gherigli di noci o pistacchi... fateci sapere quale sarà la vostra variante preferita e aggiungetela all'elenco delle golosità vegan-friendly come le tartellette o il tiramisù!

Ingredienti

Cacao amaro in polvere 100 g Sciroppo di glucosio 150 g Olio di cocco 100 g Amarene sciroppate (peso sgocciolato) 80 g Mandorle 80 g Sale fino 3 g

Preparazione

Dolce vegano al cacao e amarene

Per preparare il dolce vegano al cacao e amarene versate in una ciotola il cacao amaro in polvere (1), il glucosio (2), il sale (3) e l’olio di cocco (4). Mescolate fino a ottenere un composto omogeneo. Unite le mandorle intere e le amarene sciroppate (5). Foderate con carta forno uno stampo rettangolare da 20x10 cm e versatevi il composto (6).

Lasciate cristallizzare in congelatore per 30 minuti (7). Rimuovete il dolce dallo stampo (8) e dividetelo in cubotti da circa 3x1,5 cm; servite il dolce vegano al cacao e amarene ancora freddo (9)!

Conservazione

Il dolce vegano al cacao e amarene si conserva in freezer per una settimana.

Consiglio

Potete sostituire le mandorle con delle nocciole o dei gherigli di noci.

Curiosità

Il fudge è un dolce anglosassone e degli States che viene preparato con burro, zucchero e latte. Il risultato cuocendo insieme questi ingredienti è una pasta zuccherina, elastica dal sapore molto intenso.

Giallozafferano

 

Articolo di Luca

ALTRE NOTIZIE
Pizza di carne: guida
Pizza di carne: guida
(Bari)
-

Innanzitutto potete arricchire l’impasto della vostra pizza di carne con delle erbe aromatiche o spezie a piacere: prezzemolo, aglio e paprika affumicata.
  Qualcuno potrebbe infastidirsi nel sentirla chiamare pizza, ma la pizza di...

Uova alla monachina: guida
Uova alla monachina: guida
(Bari)
-

E' importante che la besciamella sia più densa del normale perché fungerà da collante quando dovrete ricomporre le uova.
  Le uova ripiene sono un classico fra gli antipasti di Pasqua, ma quelle che...

Simnel cake: guida
Simnel cake: guida
(Bari)
-

Se desiderate portarvi avanti con le preparazioni potete realizzare la base della torta il giorno prima oppure potete congelarla.
  SIMNEL CAKE RICETTA - Dalla colomba alla pastiera, passando per tutte le...

Sardenaira: guida passo passo
Sardenaira: guida passo passo
(Bari)
-

L’impasto si può realizzare anche con la planetaria munita di gancio per impasti. Se preferite potete utilizzare i pomodori freschi al posto della polpa di pomodoro.
  Intorno al 1450 nasce a Nizza la pissaladière, una gustosa focaccia condita...

Come fare i Conchiglioni ripieni
Come fare i Conchiglioni ripieni
(Bari)
-

Un'altra variante gustosa è la versione in bianco senza sugo di pomodoro: basterà insaporire con della cremosa besciamella!
  I conchiglioni sono un formato di pasta che accende la fantasia: si prestano...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati