Disastro Italia: mandiamo via i nostri giovani per prendere disperati senza cultura

(Napoli)ore 21:14:00 del 14/08/2017 - Tipologia: , Denunce, Lavoro

Disastro Italia: mandiamo via i nostri giovani per prendere disperati senza cultura

Qualcosa ci inventeremo.. tra 30 anni. Oggi è troppo presto! E poi siamo ad agosto, perchè disturbare le vacanze degli Italiani!? Questi sono articoli che vanno bene a novembre! Evviva l'Italia!.

Non preoccupiamoci. Fra 30 anni, quando questi ragazzi avranno versato zero contributi e non avranno più una famiglia alle spalle, ma nemmeno una da mantenere, quando non saranno più interessati a Facebook o Clash Royale, magari daranno il voto a qualcuno che prometterà loro di espropriare la pensione ai genitori (se vivi) oppure a qualcuno che proporrà di fare venire in Italia gli immigrati sotto l'obbligo di lavoro non pagato. Qualcosa ci inventeremo.. tra 30 anni. Oggi è troppo presto! E poi siamo ad agosto, perchè disturbare le vacanze degli Italiani!? Questi sono articoli che vanno bene a novembre! Evviva l'Italia! Evviva il futuro!

Il paese in cui i giovani sono in via d'estinzione

La strada avanza in bilico sugli argini, una crepa nell’asfalto a ricordarne la precarietà sulla palude. «Che l’uomo s’addormenti, per così dire, un solo istante, ed in pochi anni troverassi affogato», annotava un geografo nel 1831: «o almeno costretto ad abbandonare il suolo che lo vide nascere». Quell’abbandono adesso è in corso, ma non è dovuto al fango. È un esodo volontario, e inarrestabile. Di giovani. La provincia di Ferrara ne è diventata un deserto: il territorio in cui si contano meno giovani in assoluto in Italia. Solo un abitante su 10 ha fra i 18 e i 30 anni. I futuri ventenni hanno smesso di nascere, quelli attuali se ne vanno. La fuga all’estero sovrapposta al declino demografico è uno dei problemi più gravi dell’ultimo decennio per tutta la nazione. Queste terre basse ne rappresentano allora il campione perfetto, lo specchio proiettato al futuro. Il ripiegamento qui raggiunge il record in un comune chiamato Lagosanto.

È una classifica. Con dati riguardano i primi 50 comuni italiani in cui è diminuta la popolazione dai 18 ai 30 anni, dal 2008 ad oggi. Le analisi si riferiscono a municipi “stabili”, che non hanno subito accorpamenti. Che hanno territori costanti, quindi, ma in declino. In termini assoluti, in cima a questa classifica c’è allora Napoli: a cui hanno detto addio 6.501 ventenni in otto anni. È la cifra più alta, seguita dai quattromila ragazzi che hanno lasciato Messina, i tremila in fuga da Taranto, da Reggio di Calabria, Palermo, Bari e  Cagliari. Il mare arriva d’estate. D’inverno, i giovani sono altrove.

Articolo di Luca

ALTRE NOTIZIE
Caso Attali: credito, per finanziare i viaggi dei migranti
Caso Attali: credito, per finanziare i viaggi dei migranti
(Napoli)
-

Conosciuto come l’eminenza grigia della politica francese dai tempi di Mitterand e noto per il suo ultraeuropeismo, Jacques Attali è l’uomo che ha scoperto Macron, presentandolo al presidente Hollande del quale è diventato consigliere.
Conosciuto come l’eminenza grigia della politica francese dai tempi di Mitterand...

Dove sono finiti i soldi destinati agli aiuti all'Africa?
Dove sono finiti i soldi destinati agli aiuti all'Africa?
(Napoli)
-

Dove sono finiti i miliardi di dollari degli aiuti all’Africa? – di Ilaria Bifarini
Ingenti prestiti da parte delle organizzazioni finanziari internazionali,...


(Napoli)
-


Italiani schiavi del lavoro? Hanno i sensi di colpa per ferie e...

10 attacchi con armi chimiche dei PACIFISTI AMERICANI!
10 attacchi con armi chimiche dei PACIFISTI AMERICANI!
(Napoli)
-

Ecco una lista di 10 attacchi con armi chimiche effettuati dal governo degli Stati Uniti o dai suoi alleati contro i civili…
1. L’esercito americano lanciò 20 milioni di galloni di sostanze chimiche sul...

CANCRO: quanti morti dal 1950 ad oggi?
CANCRO: quanti morti dal 1950 ad oggi?
(Napoli)
-

Quando nel 1971 il Presidente degli Stati Uniti Richard Nixon firmò il «National Cancer Act», si diede ufficialmente inizio alla «guerra al cancro».
Quando nel 1971 il Presidente degli Stati Uniti Richard Nixon firmò il «National...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati