Dieta: come mantenere i chili persi?

(Genova)ore 08:20:00 del 04/02/2019 - Tipologia: , Salute

Dieta: come mantenere i chili persi?

Quando si finisce una dieta, passato il momento di euforia, il primo pensiero che viene in mente riguarda la possibilità di recuperare velocemente i chili persi..

Quando si finisce una dieta, passato il momento di euforia, il primo pensiero che viene in mente riguarda la possibilità di recuperare velocemente i chili persi. Purtroppo si tratta di una situazione che si presenta piuttosto spesso e che in pochi riescono a tenere sotto controllo.

Oggi, quindi, dopo aver visto le regole per mantenere il peso forma, proveremo a capire da cosa dipende il recupero dei chili persi e come comportarsi per far si che ciò non avvenga più e che la dieta appena terminata sia anche quella definitiva.

Dieta e mantenimento. Come fare a restare in forma

Quando si è a dieta, il modo di alimentarsi è generalmente basato su un quantitativo di calorie giornaliere o se di pasti ben precisi da inserire durante il giorno. Si sa di non poter consumare cibi fritti o ricchi di zuccheri e grassi, si fa movimento e si procede ben motivati verso l’obiettivo. Quando questo è finalmente raggiunto, però, le cose cambiano ed è proprio qui che si inserisce il momento più delicato. Perché il metabolismo è ancora abituato ad un determinato regime e la voglia di tornare a mangiare in modo normale spinge molto spesso ad esagerare con le portate e a riacquistare i vizi di un tempo.

Per prima cosa, quindi, è necessario capire che se si è dovuti ricorrere ad una dieta, ciò che si mangiava prima, molto probabilmente, non andava bene. Questo significa che tornare ad un’alimentazione come quella che si aveva in passato, con molta probabilità, porterà a riacquistare i chili persi, riportando l’organismo alla situazione precedente.
La verità è che per restare in forma dopo una dieta, è necessario imparare a mangiare in modo nuovo. Certo, il periodo di ristrettezze è finito ma questo non significa che si può mangiare tutto quello che ci capita sotto tiro. Va piuttosto delineato un nuovo modo di mangiare che consenta di togliersi tutti gli sfizi senza però esagerare.
Questa fase, per certi versi, è molto più delicata di quella della dieta stessa e per molte persone la soluzione migliore sarebbe quella di rivolgersi ad un nutrizionista in modo da imparare un modo di alimentarsi corretto e da poter portare con se per il resto della vita.

Un altro aspetto da non sottovalutare è che dopo la dieta il cibo in più andrebbe reintrodotto pian piano, in modo da far salire il metabolismo senza prendere peso. Anche la durata del periodo di mantenimento ha molta importanza e dovrebbe essere stabilito in base a quello della dieta. In poche parole, più si è stati a dieta e più lungo dovrà essere il periodo di mantenimento in cui andranno inseriti volumi più grandi di pane e pasta, magari aumentandoli gradualmente, zuccheri seppur moderati e qualche alimento gradito ma che è risaputo essere estraneo ad una sana alimentazione.

Un ultimo aspetto importante riguarda la quantità di cibo consumata durante il giorno. Da recenti studi è emerso che più si è stati a dieta e più si tende a mangiare una volta entrati nel periodo di mantenimento. Meglio, quindi, munirsi di verdure da sgranocchiare e di tanta forza di volontà. Perché se la dieta è una scusa più che valida per resistere alle tentazioni, durante il mantenimento, il gioco si fa duro, mettendo seriamente alla prova chi desidera mantenere la forma fisica raggiunta con tanta fatica.

Ma cosa mangiare, quindi? In realtà basta seguire le normali norme che ormai conosciamo un po’ tutti e che sono:

  • Fare almeno cinque pasti al giorno

  • Mangiare in modo bilanciato

  • Togliersi qualche sfizio di tanto in tanto

  • Mangiare per lo più cereali di tipo integrale

  • Consumare tanta frutta e verdura

  • Non esagerare con carni rosse, uova e latticini

  • Ridurre il più possibile gli zuccheri raffinati

  • Evitare gli alcolici

  • Bere tanta acqua

  • Fare un po’ di movimento ogni giorno

Si tratta di regole che aiutano a mangiare sano e a mantenersi in forma. In caso di difficoltà in tal senso, però, è sempre meglio chiedere un aiuto al proprio nutrizionista che sarà in grado di stilare un piano alimentare adatto al mantenimento del peso.
Perché ciò che è importante ricordare è che per mantenere il peso raggiunto bisognerà imparare a mangiare bene e farlo per tutto il resto della vita. Ciò, oltre a mantenere in forma, aiuterà anche ad avere una salute più forte ed una mente più attiva.

Da: QUI

 

Articolo di Gerardo

ALTRE NOTIZIE
Stop ai succhi: fino a 5 anni i bimbi dovrebbero bere solo acqua e latte
Stop ai succhi: fino a 5 anni i bimbi dovrebbero bere solo acqua e latte
(Genova)
-

SUCCHI AI BAMBINI FANNO MALE - Per i primi cinque anni di vita i bambini devono bere acqua e latte.
SUCCHI AI BAMBINI FANNO MALE - Per i primi cinque anni di vita i bambini devono...

Johnson&Johnson: amianto nel lotto di talco per neonati
Johnson&Johnson: amianto nel lotto di talco per neonati
(Genova)
-

Un nuovo caso con gravi ricadute per l'immagine del colosso e conseguenze potenzialmente molto pesanti dal punto di vista legale ed economico
JOHNSON&JOHNSON, RITIRATO LOTTO PER AMIANTO - La Johnson&Johnson sta...

Pizza a colazione? Molto meglio dei cereali!
Pizza a colazione? Molto meglio dei cereali!
(Genova)
-

Cosa c’è di meglio di una bella fetta di pizza fumante per il pasto più importante della giornata?
PIZZA A COLAZIONE FA BENE - Pizza a colazione? Per quanto possa essere gustosa e...

Dieta della Zucca Ottobre 2019 per perdere peso
Dieta della Zucca Ottobre 2019 per perdere peso
(Genova)
-

DIETA DELLA ZUCCA PER DIMAGRIRE - La zucca è uno dei frutti di stagione più popolari dell’autunno anzi, un vero e proprio simbolo del passaggio alla stagione invernale.
DIETA DELLA ZUCCA PER DIMAGRIRE - La zucca è uno dei frutti di stagione più...

Italiani popolo di fumatori: quanto ci guadagna lo Stato?
Italiani popolo di fumatori: quanto ci guadagna lo Stato?
(Genova)
-

QUANTO LO STATO GUADAGNA DAI TABACCHI - L'organizzazione mondiale della salute stima che ogni anno 6 milioni di persone muoiano per causa del tabacco, e di questi uno su dieci non è neppure un fumatore ma è solo esposto al fumo passivo.
QUANTO LO STATO GUADAGNA DAI TABACCHI - L'organizzazione mondiale della salute...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati