Crescia al formaggio: guida passo passo

(Cagliari)ore 10:07:00 del 09/12/2018 - Tipologia: , Cucina

Crescia al formaggio: guida passo passo

Provate anche la versione sfogliata, simile a una piadina ma dal gusto molto più deciso!.

 

 

La crescia al formaggio è una ricetta tipica delle Marche e dell'Umbria che viene solitamente preparata in occasione della Pasqua... ricca di formaggi è ottima da gustare con i salumi più vari, o da servire per arricchire il cestino del pane. La crescia ha la stessa forma del panettone, ma anziché essere dolce è salata ed ha una consistenza molto più spugnosa... l'origine di questo termine pare provenga dal fatto che appena infornata questa inizia a crescere rapidamente. La preparazione della crescia viene tramandata di generazione in generazione e ogni famiglia ha il suo piccolo segreto in cucina che rende la ricetta della crescia unica; risulta dunque difficile stabilire e riportare una ricetta originale. La crescia rappresenta una valida e originale alternativa al pane classico da inserire nei vostri menu di Pasqua: i vostri commensali non portanno dire di no, bambini compresi! Chi può resistere infatti ad una fetta di crescia al formaggio accompagnata con del prosciutto o del salame? Provate anche la versione sfogliata, simile a una piadina ma dal gusto molto più deciso!

Ingredienti per uno stampo da 1,3 kg (18 cm di diametro e 10 cm di altezza)

Lievito di birra secco 7 g Farina 0 500 g Olio extravergine d'oliva 65 g Latte intero a temperatura ambiente 150 g Parmigiano reggiano grattugiato 150 g Uova medie 5 per un totale di 285 g Miele 12 g Sale fino 10 g Pepe nero q.b. Pecorino fresco 100 g

Come preparare la Crescia al formaggio

Per preparare la crescia al formaggio versate nella ciotola di una planetaria dotata di gancio la farina setacciata (1), il lievito di birra disidratato (2) e il miele (3).

Versate poi il parmigiano grattugiato (4) e azionate la macchina a velocità moderata, poi aggiungete il latte a filo (a temperatura ambiente). Lasciate assorbire il latte e unite anche le uova precedentemente sbattute (6), sempre lentamente.

Una votla assorbite anche queste, versate l'olio a filo (7) e lavorate l'impasto per una decina di minuti fino a che risulterà ben incordato. Aggiungete poi anche il sale (8) e un pizzico di pepe (9).

Tagliate il pecorino a cubetti (10) e aggiungetelo nella planetaria ancora in funzione (11), lavorate ancora 2 o 3 minuti quindi spegnete la macchina (12).

Trasferite l'impasto su un piano di lavoro leggermente unto (13) e appiattitelo con le mani (14). Poi date delle pieghe portando il lembo esterno più corto dell'impasto verso il centro (15) e ripetete la stessa operazione anche dall'altro lato (16). Date una forma sferica all'impasto e trasferitelo in uno stampo da 1,3 kg (18 cm di diametro e 10 cm di altezza) precedentemente imburrato e foderato con carta forno (17) (in alternativa usate uno stampo specifico da panettone della dimensione indicata). Lasciate lievitare per circa 3 ore la vostra crescia al formaggio (18) in forno spento con la luce accesa.

Trascorso questo tempo la crescia avrà lievitato e l'impasto avrà raggiunto quasi il bordo dello stampo (19). Accendete il forno in modalità statica con una temperatura di 180°, unite una ciotola di acqua e solo quando il forno sarà arrivato a temperatura cuocete la crescia al formaggio per 70 minuti. Trascorsi i primi 25 minuti estraete la ciotolina d'acqua e proseguite la cottura senza. Se la crescia dovesse scurirsi troppo in superficie potete coprirla con un foglio di carta di alluminio passati i primi 25 minuti. Per verificare la cottura della crescia potete fare la classica prova dello stecchino. Una volta cotta, sfornate la crescia al formaggio (20) e lasciatela intiepidire prima di sformarla e servirla (21).

Conservazione

La crescia al formaggio si conserva sotto una campana di vetro per 1-2 giorni al massimo.

Consiglio

Per ottenere una crescia con una superficie lucida spennellate la superficie con della panna fresca!

Giallozafferano

 

 

 

Articolo di Carla

ALTRE NOTIZIE
Simnel cake: guida
Simnel cake: guida
(Cagliari)
-

Se desiderate portarvi avanti con le preparazioni potete realizzare la base della torta il giorno prima oppure potete congelarla.
  SIMNEL CAKE RICETTA - Dalla colomba alla pastiera, passando per tutte le...

Sardenaira: guida passo passo
Sardenaira: guida passo passo
(Cagliari)
-

L’impasto si può realizzare anche con la planetaria munita di gancio per impasti. Se preferite potete utilizzare i pomodori freschi al posto della polpa di pomodoro.
  Intorno al 1450 nasce a Nizza la pissaladière, una gustosa focaccia condita...

Come fare i Conchiglioni ripieni
Come fare i Conchiglioni ripieni
(Cagliari)
-

Un'altra variante gustosa è la versione in bianco senza sugo di pomodoro: basterà insaporire con della cremosa besciamella!
  I conchiglioni sono un formato di pasta che accende la fantasia: si prestano...

Colomba di Pasqua: guida
Colomba di Pasqua: guida
(Cagliari)
-

Se volete stupire i vostri invitati per il pranzo di Pasqua, preparate anche la versione salata!
  COLOMBA DI PASQUA RICETTA - I dolci che arricchiscono le tavole degli...

Vitello tonnato: guida
Vitello tonnato: guida
(Cagliari)
-

Il vitello tonnato si conserva per 1-2 giorni al massimo in frigorifero, coperto con pellicola. E' preferibile conservare la crema da parte.
  VITELLO TONNATO RICETTA - Molti non sanno che il vitello tonnato, o vitel...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati