Come usare la Pastinaca in cucina

(Bologna)ore 23:23:00 del 03/08/2019 - Tipologia: , Cucina

Come usare la Pastinaca in cucina

PASTINACA IN CUCINA - La pastinaca (Pastinaca sativa) è un tubero raro e sconosciuto ai più: è infatti poco diffusa in Italia, ma molto nota e utilizzata in Inghilterra, dove viene chiamata parsnip, oltre che negli Stati Uniti e in Francia..

PASTINACA IN CUCINA - La pastinaca (Pastinaca sativa) è un tubero raro e sconosciuto ai più: è infatti poco diffusa in Italia, ma molto nota e utilizzata in Inghilterra, dove viene chiamata parsnip, oltre che negli Stati Uniti e in Francia. Si tratta di un ortaggio selvatico, simile alla carota nella forma, ma più grande, di un colore bianco-avorio e dal sapore dolce e molto fresco e intenso. Si narra che fu l'imperatore Tiberio a portare a Roma questa carota selvatica dalla Germania. Fu poi nel medioveo che ebbe la sua massima diffusione, fino all'arrivo della patata, che fece perdere l'interesse verso la pastinaca, fino a farla scomparire dalle tavole degli italiani. Scopriamo allora di più su questa antica radice, e come utilizzarla in cucina.

PASTINACA IN CUCINA - Carota e pastinaca: quanto sono simili e quali sono le differenze
La pastinaca era quindi diffusa nell'antica Roma, la ritroviamo infatti nel "De re coquinaria", il manuale di cucina più importante dell'epoca. Il suo autore, Apicio, consigliava infatti tre preparazioni a base di pastinaca o carote, che venivano quindi trattate come un'unica radice: fritte da gustare con salsa di vino, condite con sale, olio e aceto, oppure tagliate a pezzi, lessate e insaporite con una salsa di olio e cumino. In effetti, quindi, carota e pastinaca sono considerate un po' come delle cugine diverse. Anche la lingua non ci aiuta a differenziarle: in alcune parti del sud Italia, si utilizza infatti il termine "pastenaca, o in declinazioni simili, per definire la carota. La più famosa è la pastenaca di Sant'Ippazio, in Salento, dal colore che va dal giallo al viola scuro
Insalata di pastinaca e mele

PASTINACA IN CUCINA - La pastinaca cruda risulta un po’ dura quindi in questo caso va aggiunta alla vostra insalata preferita avendo cura di grattugiarla grossolanamente. Le mele sono un ottimo accompagnamento a cui magari unire l’uvetta sultanina e altri semi a piacere (come sesamo o pistacchi). Condite il tutto con una salsa allo yogurt fatta mixando lo yogurt bianco, la senape o il succo di limone, sale e pepe.

Purè di carote e pastinaca

Sono cugine e spesso nella storia sono state confuse e sovrapposte, mainsieme carota e pastinaca formano una grande squadra del sapore. Fate bollire le pastinache con le carote, e una volta cotte lavoratele con il passaverdura come si fa per preparare il purè di patate. Aggiungete al composto un po’ di burro e prezzemolo tritato. Condite con sale, pepe e, se la gradite, della noce moscata.

Pastinaca al forno

Non abbiamo forse detto che somiglia alle patate per consistenza e sapore? Ebbene, allora un ottimo modo per gustare la pastinaca è prepararla al forno come le patate. Tagliatela a tocchetti e insaporite con sale, pepe e olio d’oliva. È molto apprezzato anche l’accostamento con lo zenzero: se vi piace spolveratelo sopra la pastinaca. Oppure per un tocco da gourmet arricchitele con qualche goccia di miele d’acacia.

Pasticcio di pastinaca

Il procedimento per fare un bel pasticcio di pastinaca è molto semplice. Basta bollire la radice e passarla nel passaverdura o nel frullatore. Aggiungete uova e panna fresca (o latte) e le spezie che preferite. Versate quindi il composto in una teglia e mettete in forno, non prima però di aver spolverato il tutto con del pangrattato. Un po’ di pezzetti di burro in superficie e dopo la cottura il pasticcio (si spera non culinario) è fatto.

Vellutata di pastinaca

Se nel purè la pastinaca ha incontrato la carota a cui somiglia per forma, in questa vellutata incontra la patata a cui somiglia per le sensazioni che regala all’assaggio. In questo caso patate e pastinaca vanno fatte bollire nel brodo vegetale e poi frullate. Il composto così ottenuto va fatto cuocere in padella con un soffritto di scalogno e curry (o zenzero se preferite). Salate e infine aggiungete un po’ di latte o panna per rendere il tutto un pochino più liquido.

Articolo di Carmine

ALTRE NOTIZIE
Mango: cosa sapere
Mango: cosa sapere
(Bologna)
-

Su ciascuna metà del frutto dovrete fare dei tagli obliqui (longitudinali e trasversali) nella polpa senza affondare fino alla buccia, ma tenendovi piuttosto in superficie.
  COME USARE IL MANGO IN CUCINA - Uno dei più tipici frutti esotici insieme...

Cosa mangiare a Ferragosto
Cosa mangiare a Ferragosto
(Bologna)
-

COSA MANGIARE A FERRAGOSTO - Per 8 donne napoletane su 10, il pranzo di Ferragosto, con amici e parenti, si potrebbe trasformare in una fonte di ansia e stress.
COSA MANGIARE A FERRAGOSTO - Per 8 donne napoletane su 10, il pranzo di...

Salse in cucina: guida alla preparazione
Salse in cucina: guida alla preparazione
(Bologna)
-

È quest’ultima che viene percepita maggiormente dalla lingua a livello tattile, mentre la fase dispersa è quella che aggiunge note aromatiche forti, come il sapore acido.
  COME PREPARARE SALSE IN CUCINA - Sensuali, aromatiche, sfiziose e capaci di...

Come cuocere al cartoccio: migliori tecniche
Come cuocere al cartoccio: migliori tecniche
(Bologna)
-

COME CUOCERE AL CARTOCCIO - Cuocere al cartoccio, una tecnica buona e semplice.
COME CUOCERE AL CARTOCCIO - Cuocere al cartoccio, una tecnica buona e semplice....

Gelato: tendenze estive 2019
Gelato: tendenze estive 2019
(Bologna)
-

TENDENZE ESTIVE GELATO 2019 - Arriva agosto e con il mese estivo per eccellenza il gelato diventa il vero protagonista dei consumi fuori casa.
TENDENZE ESTIVE GELATO 2019 - Arriva agosto e con il mese estivo per eccellenza...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati