Come usare Google Lens

(Torino)ore 13:21:00 del 08/06/2018 - Tipologia: , Tecnologia

Come usare Google Lens

Lens è una app di Google che riconosce gli oggetti presenti in una foto scattata con lo smartphone e fornisce informazioni utili su di essi. .

Lens è una app di Google che riconosce gli oggetti presenti in una foto scattata con lo smartphone e fornisce informazioni utili su di essi.

È integrata nell’app Google Foto o nell’Assistant disponibile su alcuni smartphone, e si può usare ad esempio per connettersi ad una Wi-Fi scattando un’immagine del nome della rete e della password, oppure per riconoscere un fiore, scoprire l’autore di un dipinto famoso, leggere le recensioni di un libro inquadrandone la copertina, o ancora salvare nel calendario i dettagli di un evento fotografando un manifesto.  

Fra le numerose funzioni di Lens ce n’è una particolarmente utile per semplificare la gestione dei propri contatti. L’app è in grado di riconoscere i biglietti da visita inquadrati in una foto e isolare tutti le informazioni utili: nome, indirizzo, numero di telefono, email.  

Smartphone Android compatibili  

Sugli smartphone in cui Google Lens è già integrata nell’Assistant (v. “Dispositivi compatibili”, in calce), il procedimento per la scansione di un biglietto da visita è rapidissimo. Basta attivare l’assistente virtuale o richiamarlo con la formula “Ok Google!” e poi fare tap sull’icona di Lens in basso a destra (un quadrato dai bordi stondati e due cerchietti). Inquadrate nell’interfaccia in Realtà Aumentata il biglietto da visita che volete digitalizzare e fate tap sullo schermo.  

Nel giro di pochi secondi Google Lens isolerà le informazioni utili. L’assistente comunicherà che ha rilevato un biglietto da visita e vi offrirà la possibilità di salvare rapidamente il contatto nella vostra rubrica. L’unica operazione manuale sarà probabilmente l’inserimento del nome e del cognome nella scheda del contatto, unica tipologia di informazione che - dalla nostra esperienza - l’assistente riesce a riconoscere solo in alcuni casi.  

 La stessa operazione si può effettuare anche su dispositivi che integrano Google Lens nell’applicazione Google Foto, iPhone compresi . 

In questo caso non si può procedere direttamente al salvataggio del contatto dalla schermata dell’assistente, ma bisogna fare una foto al biglietto da visita per poi aprirla nell’app di gestione delle immagini di Google. Da qui, selezionando lo scatto, sarà possibile fare tap sull’icona di Google Lens e avviare il rilevamento delle informazioni. Il procedimento impiega qualche secondo in più rispetto all’assistente, ma è altrettanto efficace. A riconoscimento avvenuto, l’app offrire la possibilità di salvare i dati in un nuovo contatto. 

Dove vengono salvati i contatti?  

Sui dispositivi Android è possibile scegliere se salvare il contatto appena rilevato nella rubrica del telefono oppure sincronizzarlo subito sul proprio account Google. Su iPhone il contatto viene salvato direttamente nei Contatti. Se utilizzate un dispositivo Apple e Lens riesce a riconoscere nome e cognome dal biglietto da visita, fate attenzione in fase di salvataggio: potrebbero finire accorpati assieme sotto il campo nome, sfuggendo così all’ordinamento alfabetico dei cognomi nella rubrica.  

I vantaggi di utilizzare Lens rispetto ad altre soluzioni analoghe per la digitalizzazione dei biglietti da visita sono due: l’app è gratuita, al contrario di molte soluzioni analoghe disponibili su App Store o Play Store; la privacy dei vostri contatti (sempre che vi fidiate di Google). Durante il riconoscimento delle immagini le informazioni passano esclusivamente sui server di Big G e non finiscono processate da servizi terzi.  

Dispositivi compatibili  

Google Lens è integrato nell’Assistant di questi smartphone Android: Google Pixel e Pixel 2; OnePlus 3, 3T, 5, 5T e 6; Samsung Galaxy 8/8Plus, 9/9plus, Note 8; LG V30. Altri dispositivi di fascia alta di produttori come Huawei, Motorola, Nokia e Sony attiveranno Lens nell’Assistant con un aggiornamento futuro. Sulla maggior parte degli altri dispositivi Android di ultima generazione e sugli iPhone Google Lens si può attivare da Google Foto. L’app si può scaricare gratuitamente da Google Play Store oppure dall’App Store di Apple. 

Da: QUI

Articolo di Samuele

ALTRE NOTIZIE
SuperHuman: la mail piu' veloce al mondo (e senza pubblicita')
SuperHuman: la mail piu' veloce al mondo (e senza pubblicita')
(Torino)
-

Ogni giorno nel mondo vengono inviate circa 270 miliardi di mail.
Ogni giorno nel mondo vengono inviate circa 270 miliardi di mail. Bisogna poi...

Come gli smartphone riconosceranno le nostre BUGIE
Come gli smartphone riconosceranno le nostre BUGIE
(Torino)
-

Avete presente le macchine della verità che si vedono nei film e nei documentari crime americani?
Avete presente le macchine della verità che si vedono nei film e nei documentari...

Top App e Giochi Dicembre 2018 Android
Top App e Giochi Dicembre 2018 Android
(Torino)
-

La classifica delle migliori applicazioni e dei migliori giochi disponibili per dispositivi Android ad Dicembre 2018.
Avete un dispositivo Android ma non riuscite a navigare bene all'interno del...

Qwant: l'alternativa etica a Google!
Qwant: l'alternativa etica a Google!
(Torino)
-

L'inventore del motore di ricerca etico, Eric Léandri, sogna anche un internet europeo.
Qwant non è il Google francese. È un motore di ricerca ma, al contrario del suo...

8 caratteristiche della SCHIAVITU' DA SMARTPHONE GIOVANILE
8 caratteristiche della SCHIAVITU' DA SMARTPHONE GIOVANILE
(Torino)
-

Uno studio rivela le otto ''i'' della generazione di oggi: immaturità, iperconnessione, incorporeità, instabilità, isolamento, incertezza, indefinitezza, inclusività
Jean M. Twenge è una docente di psicologia dell'adolescenza presso l'Università...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati