Come fare la Scaccia

(Bari)ore 15:01:00 del 31/08/2018 - Tipologia: , Cucina

Come fare la Scaccia

Per realizzare la scaccia per prima cosa preparate l’impasto: in una ciotola ponete il lievito sbriciolato (1), versate l’acqua e mescolate per sciogliere il lievito, aggiungete poi l’olio (2) e infine la farina, incorporandola poco alla volta mescolando .

Al rientro da un viaggio nella Sicilia orientale, tra i ricordi di spiagge suggestive, meravigliosi capolavori architettonici e un mare mozzafiato non mancheranno quelli legati alle delizie assaggiate durante il tour: tra una pasta alla Norma e un arancino, sicuramente vi sarà capitato di assaggiare la scaccia.

Questa focaccia "anturciniata", ovvero arrotolata, farcita con stuzzicanti ingredienti, si può annoverare tra le prelibatezze dello street food siculo. Una pasta sottile e leggermente croccante custodisce un ripieno ricco e ghiotto che varia di zona in zona. Qui vi proponiamo una delle innumerevoli varianti con caciocavallo locale, passata di pomodoro, cipolle e una manciata di prezzemolo che conferirà un tocco aromatico e profumato. Lasciatevi tentare da questi sapori mediterranei e preparatevi a mettere le mani in pasta!
Ingredienti per l'impasto
Semola 500 g Acqua 220 g Olio extravergine d'oliva 50 g Lievito di birra fresco 7 g Sale fino 6 g
PER LA FARCITURA
Caciocavallo 200 g Passata di pomodoro 250 g Cipolle bianche 60 g Prezzemolo 1 mazzetto Sale fino q.b. Pepe nero q.b. Olio extravergine d'oliva q.b.
Come preparare la Scaccia
Per realizzare la scaccia per prima cosa preparate l’impasto: in una ciotola ponete il lievito sbriciolato (1), versate l’acqua e mescolate per sciogliere il lievito, aggiungete poi l’olio (2) e infine la farina, incorporandola poco alla volta mescolando con le mani (3).
Una volta che la farina avrà assorbito il liquido, aggiungete il sale (4). Impastate di nuovo per amalgamare (5) e poi trasferitevi su una spianatoia per formare un panetto omogeneo (6) Ponetelo in una ciotola e coprite con pellicola (7). Lasciatelo riposare per un’ora a temperatura ambiente (nel periodo estivo saranno sufficienti anche 40 minuti di riposo). Intanto occupatevi del ripieno: tagliate a cubetti il caciocavallo (8), mondate e affettate sottilmente la cipolla (9), e infine tritate il prezzemolo (10). In una ciotola versate la passata di pomodoro (11) e conditela con olio, sale (11) e pepe. Riprendete il vostro panetto (12) e dividetelo in due parti uguali con un tarocco (13). Prendete una metà e stendetela con il mattarello su una spianatoia leggermente infarinata (14): dovrete ottenere una sfoglia sottile, spessa 1 mm e che misuri circa 40x37 cm. Farcite la sfoglia con metà della passata di pomodoro (15), avendo cura di lasciare un bordo intorno al perimetro; proseguite aggiungendo metà dose della cipolla affettata (16) e metà del prezzemolo tritato (17). A questo punto ripiegate la sfoglia sollevando i lembi dalla parte più corta (18), ripiegate ancora una volta nello stesso senso (19) e poi richiudete il lembo superiore sopra il panetto (20). Sigillate i bordi esterni ripiegandoli verso l’interno (21) e poi fate una leggera pressione con le dita per far aderire bene la pasta (22). Ora procedete nello stesso modo con l'altra metà di impasto per realizzare la seconda scaccia. Versate l’olio su una teglia da forno (23), adagiate le scacce (24) e irroratele con l’olio (25). Cuocetele in forno statico preriscaldato a 220° per 25 minuti. A cottura ultimata, sfornate (26) e lasciate leggermente intiepidire prima di gustare la vostra scaccia (27)!
Conservazione
La scaccia si conserva in frigorifero per 3 giorni al massimo. Sconsigliamo la congelazione.
Consiglio
La farcitura della scaccia non conosce regole: a Ragusa è molto diffuso il ripieno a base di salsa di pomodoro, basilico, caciocavallo e pecorino. A Siracusa invece si prepara una farcia con patate tagliate a fettine sottili, prezzemolo abbondante e caciocavallo. Questa prelibata pasta si può arricchire anche con ricotta, salsiccia oppure con gli ortaggi di stagione e può prevedere cipolle, bietole, cime di rapa o melanzane.

Giallozafferano

Articolo di Carla

ALTRE NOTIZIE
Pizza di carne: guida
Pizza di carne: guida
(Bari)
-

Innanzitutto potete arricchire l’impasto della vostra pizza di carne con delle erbe aromatiche o spezie a piacere: prezzemolo, aglio e paprika affumicata.
  Qualcuno potrebbe infastidirsi nel sentirla chiamare pizza, ma la pizza di...

Uova alla monachina: guida
Uova alla monachina: guida
(Bari)
-

E' importante che la besciamella sia più densa del normale perché fungerà da collante quando dovrete ricomporre le uova.
  Le uova ripiene sono un classico fra gli antipasti di Pasqua, ma quelle che...

Simnel cake: guida
Simnel cake: guida
(Bari)
-

Se desiderate portarvi avanti con le preparazioni potete realizzare la base della torta il giorno prima oppure potete congelarla.
  SIMNEL CAKE RICETTA - Dalla colomba alla pastiera, passando per tutte le...

Sardenaira: guida passo passo
Sardenaira: guida passo passo
(Bari)
-

L’impasto si può realizzare anche con la planetaria munita di gancio per impasti. Se preferite potete utilizzare i pomodori freschi al posto della polpa di pomodoro.
  Intorno al 1450 nasce a Nizza la pissaladière, una gustosa focaccia condita...

Come fare i Conchiglioni ripieni
Come fare i Conchiglioni ripieni
(Bari)
-

Un'altra variante gustosa è la versione in bianco senza sugo di pomodoro: basterà insaporire con della cremosa besciamella!
  I conchiglioni sono un formato di pasta che accende la fantasia: si prestano...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati