Come fare la Focaccia di farro

(Torino)ore 22:39:00 del 28/07/2018 - Tipologia: , Cucina

Come fare la Focaccia di farro

Perché fare una focaccia a volte può essere semplice, ma noi non siamo di quelli che si accontentano... la volevamo perfetta!.

Ci sono volute tante prove, ma alla fine ce l'abbiamo fatta. Non è stato così facile realizzarla, abbiamo dovuto studiare la giusta miscela di farine, l'esatta quantità d'acqua e un equilibrio perfetto tra lievito e ore di maturazione. Perché fare una focaccia a volte può essere semplice, ma noi non siamo di quelli che si accontentano... la volevamo perfetta! Ed è così che finalmente è nata la nostra focaccia di farro, soffice, fragrante e guarnita con un ingrediente speciale! Non abbiamo dimenticato la classica accoppiata di sale e rosmarino, ma abbiamo aggiunto il nostro tocco aggiungendo anche i fiocchi d'avena. Scegliete una buona farina di farro con cui potrete realizzare anche altre deliziose ricette, come i biscotti al farro e arancia per esempio, allacciate il grembiule e... pronti... partenza... focaccia!
Conservazione
Si consiglia di consumare la focaccia di farro appena fatta. In alternativa si può conservare per al massimo 2 giorni in un sacchetto di carta. Potete congelare la focaccia una volta cotta.
Consiglio
Se desiderate potete aggiungere olive e capperi nella fase finale, prima della cottura, oppure inserire semi vari all’interno dell’impasto, durante gli ultimi 3 giri di pieghe.

Ingredienti per uno stampo del diametro di 33 cm
Farina di farro integrale 400 g Farina Manitoba 100 g Acqua a temperatura ambiente 400 g Sale fino 12 g Lievito di birra fresco 8 g
PER LA SUPERFICIE
Olio extravergine d'oliva 4 cucchiai Sale grosso q.b. Rosmarino 2 rametti Fiocchi di avena 2 cucchiai
PER LA SALAMOIA
Olio extravergine d'oliva 50 g Acqua 50 g
Come preparare la Focaccia di farro
Per preparare la focaccia di farro per prima cosa versate le 2 farine in una ciotola (1); aggiungete il lievito sbriciolato (2) e circa metà dell'acqua (3).
Mescolate con le mani o con un mestolo di legno (4), quindi aggiungete ancora un po' d'acqua (5). Versate il sale nell'acqua rimasta (6)
e mescolate con un cucchiaino per discioglierlo (7). Versate poi il liquido all'interno dell'impasto (8) e lavorate con le mani fino a farlo assorbire completamente (9).
Coprite con un canovaccio umido (10) e lasciate riposare per circa 10 minuti (10). A questo punto iniziate a dare le prime pieghe tirando delicatamente i lembi esterni della pasta e portandoli verso il centro (11-12).
Coprite nuovamente (13) e aspettate altri 10 minuti prima di dare di nuovo altre pieghe (14). Coprite ancora con il canovaccio (15) e ripetete quest'operazione per altre 4 volte. All'inizio l'impasto risulterà colloso, ma ad ogni piega sarà sempre più tenace.
Trascorsi gli ultimi 10 minuti versate l'impasto in una ciotola leggermente unta (16) e coprite con della pellicola per alimenti (17). Riponete in frigorifero e lasciate maturare per tutta la notte. Il giorno successivo rimuovete l'impasto dal frigo e lasciatelo a temperatura ambiente per almeno un'ora. Eliminate poi la pellicola (18) e trasferite su un piano leggermente infarinato (19). Date all'impasto una forma sferica (20) e copritelo con una ciotola (21). Attendete circa altri 20 minuti.
Ungete uno stampo di alluminio di 33 cm di diametro (22) e trasferite l'impasto all'interno (23). Allargando l'impasto con le mani fate in modo che ricopra l'intera superficie dello stampo (24). Se dovesse ritirarsi, lasciatelo riposare altri 10 minuti.
Utilizzando i polpastrelli bucherellate la superficie della focaccia (25). Conditela con il sale grosso (26) e con gli aghi di rosmarino (27).
Aggiungete anche i fiocchi d'avena (28) e l'olio rimasto (29). Preriscaldate il forno a 210° in modalità statica e non appena sarà caldo posizionate la focaccia a diretto contatto della base. Aspettate circa 15 minuti poi spostate la focaccia nel ripiano centrale e ultimate la cottura per altri 20 minuti, prima di sfornarla (30).
Preparate rapidamente un'emulsione di acqua e olio, versandoli in una ciotolina e mescolandoli (31). Trasferite la focaccia su una gratella e spennellatela con l'emulsione quando sarà ancora rovente (32). Lasciate intiepidire prima di servire la vostra fragrante focaccia di farro (33)!

Articolo di Carla

ALTRE NOTIZIE
Crostata con ricotta e marmellata: guida passo passo
Crostata con ricotta e marmellata: guida passo passo
(Torino)
-

Se preferite è possibile conservare la frolla in frigorifero per 2-3 giorni, oppure congelarla per circa 1 mese.
  Di crostate ne abbiamo preparate tante. Dalla più semplice con la confettura...

Pizza di carne: guida
Pizza di carne: guida
(Torino)
-

Innanzitutto potete arricchire l’impasto della vostra pizza di carne con delle erbe aromatiche o spezie a piacere: prezzemolo, aglio e paprika affumicata.
  Qualcuno potrebbe infastidirsi nel sentirla chiamare pizza, ma la pizza di...

Uova alla monachina: guida
Uova alla monachina: guida
(Torino)
-

E' importante che la besciamella sia più densa del normale perché fungerà da collante quando dovrete ricomporre le uova.
  Le uova ripiene sono un classico fra gli antipasti di Pasqua, ma quelle che...

Simnel cake: guida
Simnel cake: guida
(Torino)
-

Se desiderate portarvi avanti con le preparazioni potete realizzare la base della torta il giorno prima oppure potete congelarla.
  SIMNEL CAKE RICETTA - Dalla colomba alla pastiera, passando per tutte le...

Sardenaira: guida passo passo
Sardenaira: guida passo passo
(Torino)
-

L’impasto si può realizzare anche con la planetaria munita di gancio per impasti. Se preferite potete utilizzare i pomodori freschi al posto della polpa di pomodoro.
  Intorno al 1450 nasce a Nizza la pissaladière, una gustosa focaccia condita...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati