Come diventare o mantenersi magri?

(Genova)ore 07:38:00 del 22/09/2017 - Tipologia: , Salute

Come diventare o mantenersi magri?

Gli atleti professionisti, siano essi bodybuilders, fitness, ciclisti, nuotatori, runners ecc. non possono fare a meno di un'alimentazione pesata e valutata nelle sue proporzioni proteiche, carboidratiche, lipidiche, micronutrizionali..

Gli atleti professionisti, siano essi bodybuilders, fitnessciclisti, nuotatori, runners ecc. non possono fare a meno di un'alimentazione pesata e valutata nelle sue proporzioni proteiche, carboidratiche, lipidiche, micronutrizionali.
Ma essi hanno tempo per tutto questo, perché è il loro lavoro. La loro giornata è interamente dedita al perfezionamento del gesto atletico e dell'apporto alimentare.
Essi studiano con i loro preparatori, con continui aggiustamenti nel tempo, l'apporto calorico e la sua suddivisione in macro e micronutrienti. Apporto calorico che, appunto, viene pesato al grammo senza sgarri, almeno se si vuole ottenere l'eccellenza.
Questo discorso lo possiamo estendere anche a modelli/e, fotomodelli/e e donne dello spettacolo: il loro lavoro è essere belli e a questo dedicano ogni energia.
Ma il dilettante che vuole semplicemente rimanere (o diventare) asciutto e tonico, deve necessariamente avere un approccio così macchinoso verso il cibo?
Rispondo di no. 
Il dilettante menzionato costituisce il 90/95% dei fruitori di palestre, diete, integratori. Egli può benissimo condurre la sua vita di operaio, impiegato, commesso, insegnante, rappresentante e via dicendo, alimentandosi senza particolari calcoli, bilancini e conteggi, e rimanendo (o diventando) asciutto, magro, snello, tonico. Sappiamo tutti che una persona non più studente, ha ben poco tempo libero che tra l'altro, magari, deve spendere anche verso il coniuge e i figli. Eppure tutti, finanche gli over 60, vogliono poter continuare a piacersi e sentirsi leggeri.
Naturalmente ci sono delle regole da seguire, ma senza la necessità di perder tempo in calcoli e pesature.
Vi darò qui io le regole, senza essere generalista e minimalista; anzi, sarò molto pratico in modo che possiate agire subito e correttamente. I punti che seguono, da me stilati in maniera chiara e approfondita (quindi non vi è la scusante dell'incomprensione), se applicati appieno, Vi permetteranno di condurre una vita sana con un fisico asciutto, magro, piacente (naturalmente nei limiti del proprio fenotipo).
Devo, per obblighi di Legge, fare un'ultima premessa: questi miei consigli non possono sostituire il parere del medico o del biologo nutrizionista. Essi hanno carattere generale per ovvia necessità; è chiaro che il singolo, prima di modificare radicalmente le proprie abitudini alimentari, deve sentire il parere del medico o del nutrizionista. Stampate pure il testo seguente e parlatene con il vostro professionista di fiducia.

1) Immagina come saresti se fossi più magro
Se volete davvero diventare magri, il primo passo fondamentale consiste nel cominciare a immaginarsi magri. Che cosa significa? Visualizzate come potreste essere fra sei mesi o un anno e come potreste sentirvi senza i chili di troppo. Aiutatevi appendendo in casa fotografie di “qualche chilo fa” e provate a pensare a quali potrebbero essere le vostre attività se foste più… leggeri. 

2) Abbi aspettative realistiche per la tua dieta 
Sbagliato strafare: dimagrire in modo esagerato fa male sotto diversi punti di vista. La giusta perdita di peso va da 500 g a 1 kg al mese, non di più. A conti fatti, vuol dire perdere in un anno da 5 a 10 kg. Non sarebbe già un ottimo risultato?  

3) Punta a risultati possibili
Stabilite obiettivi di medio termine che vi aiutino a raggiungere il risultato finale. Ecco qualche piccolo suggerimento che certo non sconvolgerà le vostre abitudini:

preferite cibi poco calorici e mangiate spesso durante la giornata;

non dimenticate frutta e verdura ogni giorno;

fate attività fisica per 30 minuti ogni giorno;

se proprio dovete, consumate alcol solo nel weekend;

al ristorante preferite un’insalata alle patatine fritte;

abituatevi a salire qualche rampa di scale senza farvi venire il fiatone.

4) Fatti aiutare per non sgarrare
Mentre seguite una dieta, potrebbero esserci momenti di sconforto. Cercate l’aiuto di un amico o di un familiare: sarà più facile non sgarrare. 

5) Metti a punto un piano di battaglia
Pianificate l’attività fisica come se fosse un appuntamento improrogabile; e per il pranzo fuori casa, portate con voi verdura o altri cibi light, in modo da non essere tentati a sgarrare. 

6) Concediti qualche gratificazione
Premiatevi con una serata fuori (al cinema, al teatro), una seduta dalla manicure o di massaggi rilassanti, o qualunque cosa vi aiuti a mantenere l’impegno che avete preso con voi stessi. 

Articolo di Luca

ALTRE NOTIZIE
Estate: migliorare il sesso? Puntate sulla VITAMINA D!
Estate: migliorare il sesso? Puntate sulla VITAMINA D!
(Genova)
-

Non servono pasticche blu o un bicchierino in più. Per migliorare il sesso, secondo la scienza, c’è una soluzione molto più semplice.
ESTATE, MOLLATE IL VIAGRA - PER MIGLIORARE IL SESSO PUNTATE SULLA VITAMINA D -...

CANCRO: quanti morti dal 1950 ad oggi?
CANCRO: quanti morti dal 1950 ad oggi?
(Genova)
-

Quando nel 1971 il Presidente degli Stati Uniti Richard Nixon firmò il «National Cancer Act», si diede ufficialmente inizio alla «guerra al cancro».
Quando nel 1971 il Presidente degli Stati Uniti Richard Nixon firmò il «National...

Analisi dei vaccini? PEGGIO DEL PREVISTO
Analisi dei vaccini? PEGGIO DEL PREVISTO
(Genova)
-

I vaccini si sa contengono sostanze note e altre meno note perché coperte dall’inviolabile segreto industriale, quasi a livello militare. Ma dietro a sigle e acronimi si celano materiali che potrebbero giocare un ruolo prioritario nell’eziologia di gravis
I vaccini si sa contengono sostanze note e altre meno note perché coperte...

Dimagrire senza seguire una dieta? Ecco le 10 regole fondamentali!
Dimagrire senza seguire una dieta? Ecco le 10 regole fondamentali!
(Genova)
-

Quante volte ci siamo promessi “da lunedì starò a dieta!” e quanti articoli abbiamo letto per scegliere la dieta migliore per noi, quella meno drastica e restrittiva?
Quante volte ci siamo promessi “da lunedì starò a dieta!” e quanti articoli...

Miele contaminato da pesticidi: quali sono i rischi
Miele contaminato da pesticidi: quali sono i rischi
(Genova)
-

I 3/4 del miele prodotto in tutto il mondo contiene pesticidi neonicotinoidi. Le concentrazioni rilevate dall’indagine non risultano pericolose per l’uomo, ma rappresentano una seria minaccia per le api.
Il 75 percento del miele venduto in tutto il mondo è contaminato da pesticidi;...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati