Code Vein: guida

(Roma)ore 22:44:00 del 04/10/2019 - Tipologia: , Videogames

Code Vein: guida

RECENSIONE CODE VEIN - Dal momento che gli esseri umani sono ormai prossimi ad estinguersi, i Redivivi hanno dovuto trovare nel Vischio la loro principale fonte di sostentamento: non solo questa bizzarra pianta (che funziona al pari dei falò di Dark Souls.

 

RECENSIONE CODE VEIN - Sviluppato da Shift, studio che si è già occupato di God Eater, Code Vein è uno dei primi soulslike a proporre graficamente una forte vicinanza allo stile degli anime, sia per il design dei personaggi, sia per il modo in cui viene narrata la storia e per il tenore che mantiene dall’inizio alla fine. Come vedremo, Code Vein prende in prestito solo alcuni degli elementi tipici dei cosiddetti soulslike, poiché si rivela in realtà un’opera assai più vicina agli action-RPG di stampo nipponico basati pesantemente sulla presenza di dungeon sempre più elaborati e labirintici.

La storia di Code Vein è ambientata in un futuro non troppo lontano da quello in cui viviamo, dove un misterioso disastro ha ridotto il mondo al collasso, trasformando terre rigogliose e prospere in lande brulle e quasi desolate, presidiate solo dai cosiddetti Perduti, creature che hanno ceduto alla sete di sangue perdendo così ogni parvenza di umanità.

RECENSIONE CODE VEIN - L’unica speranza è rappresentata da un piccolo manipolo di esseri che hanno perso la loro memoria e che possono ancora scoprire la verità sul passato, attraverso una serie di eventi che si susseguiranno per circa una quarantina d’ore. La narrazione non è mai sibillina come accade spesso nel genere di appartenenza e i dialoghi sono sempre chiari e con un buon ritmo, seguendo gli stilemi di manga e anime giapponesi. Troverete pertanto momenti di tribolazione, drammi familiari e disperazione adolescenziale, coi toni tipici del dark fantasy giapponese.

RECENSIONE CODE VEIN - Dal momento che gli esseri umani sono ormai prossimi ad estinguersi, i Redivivi hanno dovuto trovare nel Vischio la loro principale fonte di sostentamento: non solo questa bizzarra pianta (che funziona al pari dei falò di Dark Souls) permette loro di risorgere un infinito numero di volte, ma addirittura genera gocce di sangue con cui nutrirsi e conservare la sanità mentale.
Il loro mancato consumo, infatti, induce uno stato di follia irreversibile che trasforma i Redivivi in Corrotti, ossia raccapriccianti esseri incapaci di ragionare e mossi unicamente dalla smodata sete di sangue. Tuttavia, poiché il miasma sta lentamente prosciugando le varie sorgenti, la totale estinzione sembra ormai inevitabile, e pertanto le lotte fra i Redivivi erranti e quelli che hanno scelto di sottostare al sistema tributario instaurato da Silva sono sempre più frequenti.

[foto3]
Al termine di un lungo tutorial incaricato di fornirci non solo le basi del sistema di combattimento dell'action RPG, ma anche delle nozioni fondamentali sui Redivivi e sul mondo post-apocalittico in cui sono stati rianimati, ci siamo ritrovati nei panni di un avatar ormai privo di memoria e in possesso di un potere straordinario.

Per qualche bizzarra ragione, questi è infatti in grado di purificare il miasma e riportare in vita i Vischi appassiti. Sarà proprio questa sua singolare capacità ad attirare l'attenzione di Louis, il premuroso leader di un'unità di Redivivi erranti che vorrebbero abolire gli insulsi favoritismi di Silva e migliorare in via definitiva le condizioni dei propri simili. Lo studio delle sorgenti sanguigne ha infatti portato alla scoperta di faglie sotterranee che potrebbero essere collegare ad un'unica e inesauribile sorgente di sangue, alla quale non hanno mai osato avvicinarsi a causa del miasma dilagante.
Se nelle prime ore di gioco avevamo avuto l'impressione che la storia fosse un crogiolo di banalità sul vampirismo, la vicenda ha assunto un significato molto diverso e profondo col passare delle ore.

Palesemente ispirato al mondo degli anime, il cruento piglio narrativo di Code Vein ha dunque saputo tenerci incollati allo schermo per le oltre quaranta ore necessarie per giungere ai titoli di coda e far luce sui tanti misteri che caratterizzano il suo mondo in rovina. Una volta diradata la nebbia che aleggia sul Progetto QUEEN, sull'ambiente circostante e sullo scopo originario degli stessi Redivivi, la trama del prodotto si fa travolgente e inebriante, capace suscitare nel giocatore un'intensa e implacabile sete di conoscenza. Al netto di qualche colpo di scena telefonato, lo studio Shift ha quindi saputo imbastire ancora una volta un racconto intrigante e sfizioso, in cui si mescolano le sidestory dei tanti comprimari: ben caratterizzati e visivamente ammalianti, Mia Karnstein, Io, Yakumo e gli altri personaggi potranno essere approfonditi attraverso una meccanica che (come vedremo) rievoca i ricordi perduti dei Redivivi, permettendo al giocatore di scoprire verità agghiaccianti e impensabili.

 

Articolo di Alberto

ALTRE NOTIZIE
Disco Elysium: provato
Disco Elysium: provato
(Roma)
-

In Disco Elysium si vestono i panni di un improbabile detective alle prese con un colossale post-sbronza talmente forte da cancellargli la memoria: non sa chi sia, dove si trovi e soprattutto che cosa ci faccia un cadavere penzolante dietro la sua stanza
DISCO ELYSIUM RECENSIONE - Impersonerete un detective con un sistema di abilità...

Luigis Mansion 3: guida passo passo
Luigis Mansion 3: guida passo passo
(Roma)
-

I potenziamenti del versatile aspirapolvere, ora ribattezzato Poltergust G-0M, consentono a Luigi di compiere nuove azioni, come generare uno sbuffo d’aria (utile contro i nemici in nemici, ma anche per saltare sul posto), lanciare uno sturalavandini o cr
LUIGIS MANSION 3 ANTEPRIMA - Fin dal filmato introduttivo, di cui non possiamo...

Apex Legends Season 3: provata
Apex Legends Season 3: provata
(Roma)
-

Merito anche di una parziale ricalibrazione del loot ottenibile, ovviamente verso l’alto, un Pass Battaglia che presta maggior attenzione a sfide e progressione, e una nuova arma ad energia denominata Radius.
RECENSIONE APEX LEGENDS SEASON 3 - Non può esistere una nuova stagione di Apex...

The Alliance Alive HD Remastered: cosa conoscere
The Alliance Alive HD Remastered: cosa conoscere
(Roma)
-

Aldilà di queste considerazioni, comunque, a tagliare le gambe al progetto è il prezzo richiesto, decisamente troppo alto se rapportato al volume di novità e alla longevità complessiva del prodotto: cinquanta euro sono una richiesta esosa, a nostro parere
THE ALLIANCE ALIVE HD REMASTERED RECENSIONE - The Alliance Alive HD Remastered è...

LA Noire VR Case Files: la prova
LA Noire VR Case Files: la prova
(Roma)
-

Se questo ha giocoforza effetti negativi sul comparto narrativo, per fortuna il gameplay è rimasto qualitativamente inalterato nella transizione a Playstation VR.
LA NOIRE VR CASE FILES RECENSIONE - L.A. Noire arrivò sul mercato la prima volta...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati