Coca Cola prepara bevanda alla CANNABIS

(Bologna)ore 10:30:00 del 22/09/2018 - Tipologia: , Curiosità, Salute, Scienze

Coca Cola prepara bevanda alla CANNABIS

Coca Cola prepara la bibita alla cannabis – Il colosso pensa alla marijuana per far fronte al calo di vendite.

Coca Cola prepara la bibita alla cannabis – Il colosso pensa alla marijuana per far fronte al calo di vendite

Per far fronte al calo di vendite la Coca Cola starebbe pensando di differenziare la sua offerta, rivolgendosi al fiorente mercato della marijuana.

L’idea sarebbe quella di produrre un soft drink a base di componenti della cannabis, in particolare il Cbd, principio attivo miorilassante tipico della marijuana light (che ha un basso tasso del suo “cugino” psicotropo Thc).

A darne notizia è lo stesso colosso mondiale delle bevande, che avrebbe stipulato già un accordo con la canadese Aurora Cannabis.

L’obiettivo dell’iconico gruppo di Atlanta è quello di lavorare a prodotti innovativi che aggancino il trend delle bevande legate al benessere.

Di qui il progetto di una bevanda a base di Cbd, che ha proprietà rilassanti, antiossidanti e antinfiammatorie.

Il terreno sperimentale sarebbe dunque il Canada, dopo che una legge pochi mesi fa ha legalizzato l’uso della marijuana anche per scopi ricreativi.

Questo in attesa che cambino le leggi federali anche negli Stati Uniti, dove sempre più stati hanno legalizzato negli ultimi anni l’uso della cannabis non solo per scopi medici.

Ancora comunque manca un annuncio ufficiale. Ma sia Coca Cola che Aurora Cannabis in due note separate hanno confermato il loro interesse nell’uso del cannabidiolo in infusi e bevande.

La mossa – sottolineano i media Usa – farebbe di Coca Cola il primo grande produttore di bevande non alcoliche a sbarcare nel mercato dei prodotti della cannabis.

La vendita di questi ultimi nel mercato statunitense – secondo gli ultimi dati delle società specializzate, è prevista triplicare entro il 2020, per un valore di 16 miliardi di dollari, contro i 5,4 miliardi di dollari del 2015.

A livello mondiale si stima che tale mercato possa raggiungere un valore di oltre 200 miliardi di dollari nel giro di 15 anni.

Da: QUI

 

Articolo di Gerardo

ALTRE NOTIZIE
Inquietante fenomeno NEVE NERA in Siberia: cosa sta succedendo? VIDEO
Inquietante fenomeno NEVE NERA in Siberia: cosa sta succedendo? VIDEO
(Bologna)
-

Neve nera in Siberia, l’inquietante fenomeno preoccupa gli scienziati: cosa sta succedendo
Da alcuni giorni diverse città della Siberia sudoccidentale vengono investite da...

Genitori insopportabili sui Social: smettetela!
Genitori insopportabili sui Social: smettetela!
(Bologna)
-

I genitori su Facebook possono essere tanto amabili quanto insopportabili: foto pubblicate a raffica, pareri non richiesti, commenti fuori luogo e condivisione di bufale.
Genitori e Facebook: quando queste due grandi forze si incontrano, i risultati a...

Fare sesso penalizza o no la prestazione sportiva? Ecco lo studio
Fare sesso penalizza o no la prestazione sportiva? Ecco lo studio
(Bologna)
-

Una ricerca prova a stabilire l'esistenza (o meno) di un nesso causale tra l'attività sessuale e il livello di intensità di una performace di un atleta. Ci sono le prime indicazioni
L’idea che l’attività sessuale può influenzare le prestazioni atletiche è stata...


(Bologna)
-


Mozzarella sbiancata con la soda, pesce vecchio rinfrescato con un "lifting"...

Ecco la canzone che sconfigge l'agitazione! VIDEO
Ecco la canzone che sconfigge l'agitazione! VIDEO
(Bologna)
-

Secondo una ricerca condotta negli Usa esiste un brano in grado di ridurre la tensione del 65%. È poco noto ma, forse, anche troppo efficace
Male di vivere, angoscia esistenziale, dolore diffuso. C’è chi si abbandona allo...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati