Ciclisti pedalano in gruppo: giusto arrabbiarsi?

(Milano)ore 20:29:00 del 09/10/2018 - Tipologia: , Curiosità, Nuove Leggi, Sociale

Ciclisti pedalano in gruppo: giusto arrabbiarsi?

Con il presente articolo intendiamo fare chiarezza in merito ad una questione che sta a cuore a tanti automobilisti e ciclisti. .

Con il presente articolo intendiamo fare chiarezza in merito ad una questione che sta a cuore a tanti automobilisti e ciclisti.

Gli automobilisti in genere si lamentano del fatto che i ciclisti pedalano nel bel mezzo della strada, ostacolando il passaggio alle automobili. A tale riguardo sono note le classiche battute del tipo: “Dite ai ciclisti che possono salvare il mondo anche se pedalano un po’ più a destra” e l’eterna diatriba tra ciclisti e automobilisti appare non voler mai cessare di esistere. Vediamo allora chi ha ragione: cosa dice a riguardo il codice della strada?

Secondo il codice della strada hanno ragione gli automobilisti: i ciclisti infatti dovrebbero procedere in una fila unica in tutti i casi dove la situazione della circolazione lo richiede, e comunque non è mai possibile essere più di due su una stessa fila. Al di fuori dei centri abitati, la situazione cambia: in quel caso, i ciclisti sono obbligati a procedere per una fila unica, tranne nel caso in cui l’altro ciclista sia un minore di anni 10 affiancato da un ciclista adulto.

La legge parla quindi chiaro: le regole ci sono e vanno fatte rispettare. A ben vedere, i motivi per cui molti ciclisti viaggiano affiancati in gruppi di due o di tre può essere legato anche alla sicurezza, visto che in questo modo il gruppo dei ciclisti occupa in lunghezza meno spazio, consentendo alle auto di poterli superare più rapidamente. Ma questo ragionamento, pur essendo valido, come abbiamo visto non va d’accordo su quanto invece scritto nel codice della strada.

Dato che il presente articolo toglie finalmente ogni dubbio in merito all’argomento, si rivela essere particolarmente utile per tutti coloro avessero delle perplessità a riguardo. Per tale motivo, ne suggeriamo a tutti la condivisione, perché è giusto che cose importanti come questa si sappiano. Grazie per la collaborazione.

Da: QUi

Articolo di Gregorio

ALTRE NOTIZIE
Cracco: 3 pizze, bevande e caffe' 80 EURO. Una margherita? 20 EURO
Cracco: 3 pizze, bevande e caffe' 80 EURO. Una margherita? 20 EURO
(Milano)
-

Ancora una “vittima” dei prezzi del ristorante di Carlo Cracco nella Galleria Vittorio Emanuele II di Milano.
Della pizza margherita di Carlo Cracco e del suo ristorante nella Galleria...

Genova: 5mila posti di lavoro per ricostruire il ponte
Genova: 5mila posti di lavoro per ricostruire il ponte
(Milano)
-

Quasi 5000 lavoratori, tra occupati diretti e indotto, lavoreranno per realizzare il nuovo ponte dopo il crollo del Morandi.
Quasi 5000 lavoratori, tra occupati diretti e indotto, lavoreranno per...

Come TERMINI MUORE di uno SPAVENTOSO DEGRADO
Come TERMINI MUORE di uno SPAVENTOSO DEGRADO
(Milano)
-

Parliamo del progetto di canalizzazione del traffico in funzione anti-sosta selvaggia delle zone circostanti alla Stazione Termini.
Parliamo del progetto di canalizzazione del traffico in funzione anti-sosta...

Mense italiane dell'ORRORE: 1 su 3 irregolare
Mense italiane dell'ORRORE: 1 su 3 irregolare
(Milano)
-

Cucine da incubo. Non è solo il titolo del programma tv, accade davvero
Cucine da incubo. Non è solo il titolo del programma tv, accade davvero. Nelle...

MIUR: meno compiti per le vacanze per stare di piu' in famiglia
MIUR: meno compiti per le vacanze per stare di piu' in famiglia
(Milano)
-

Meno compiti per le vacanze e più tempo con le famiglie.
Meno compiti per le vacanze e più tempo con le famiglie. A dirlo è il ministro...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati