Casalinghe in pensione a 57 anni: ecco i requisiti

(Napoli)ore 15:14:00 del 12/12/2018 - Tipologia: , Economia, Lavoro

Casalinghe in pensione a 57 anni: ecco i requisiti

Con soli 5 anni di contributi le casalinghe italiane potranno andare in pensione a 57 anni. Ecco una guida su come, quanto versare e quanto si prende. .

Svolgere lavori domestici e prendersi cura della famiglia è un lavoro a tutti gli effetti. Per questo presso l’Inps esiste un fondo per casalinghe nel quale si possono versare contributi che permettono di ottenere una pensione, nonostante si presti una attività domestica non retribuita.
Il fondo è aperto anche per gli uomini che svolgono lavori domestici prendendosi cura della propria famiglia.

In pratica il fondo in questione è aperto a tutti coloro, sia donne che uomini, che non hanno e non possono trovarsi un lavoro con copertura contributiva, in quanto devono dedicarsi alla cura della casa e della famiglia.

Coloro che vogliono usufruire di questa opportunità devono solo iscriversi presso la sede dell’ INPS più vicina al fondo pensione predisposto per le casalinghe e iniziare a versare i contributi.

La pensione per casalinghe si ottiene dai 57 anni di età e per sbloccarla bastano solo 5 anni di contributi.
Ma vediamo in dettaglio quali sono i requisiti per iscriversi e quanto bisogna versare sul fondo pensione in questione.

Pensione per casalinghe: i requisiti

L’iscrizione al fondo pensione per casalinghe è ammessa se si hanno i seguenti requisiti:

  • avere tra 16 e 65 anni di età
  • non aver mai avuto copertura contributiva, e quindi non aver mai lavorato oppure, aver svolto solo lavori saltuari e part-time con retribuzioni basse e quindi con copertura contributiva al di sotto del minimo stabilito
  • non avere qualsiasi altro tipo di sussidio o pensione erogata a proprio nome

Pensione per casalinghe: quanto bisogna versare

Il vantaggio di questo fondo pensionistico è che il soggetto interessato può scegliere l’importo da versare mensilmente, partendo da un minimo di 25,82€ al mese. E’ ovvio che più si versa più si prenderà di pensione visto che, come tutte le altre, viene calcolata con il sistema contributivo.

La scelta sull’ importo del versamento però va ad incidere anche sull’ età in cui si può percepire la pensione.
Per percepirla a 57 anni, come sopra citato, sarà necessario che la pensione calcolata sia pari ad almeno 1,2 volte l’assegno sociale che nel 2018 è pari a 448,52 euro.
Solo a 65 anni la pensione dal fondo casalinghe viene erogata a prescindere dal suo importo.
In pratica occorre versare di più del minimo mensile consentito per poter accedere alla pensione a 57 anni di età.

Inoltre sul sito dell’ INPS, tramite un simulatore è possibile calcolare l’importo della propria pensione futura in base al fondo previdenziale su cui si versano i contributi, compreso quello per casalinghe.

Da: Jeda

Articolo di Gregorio

ALTRE NOTIZIE
Canarie, il PARADISO europeo: benzina 1 Euro, sigarette 2 e IVA al 7%
Canarie, il PARADISO europeo: benzina 1 Euro, sigarette 2 e IVA al 7%
(Napoli)
-

Canarie: ecco il paese dove la benzina costa 1 euro, le sigarette 2 e l’IVA è al 7%
Benvenuti nel paradiso dei pensionati dove con 1000 euro si può fare una vita da...

32 anni dalla fine del nucleare e ancora non sappiamo dove mettere i RIFIUTI RADIOATTIVI
32 anni dalla fine del nucleare e ancora non sappiamo dove mettere i RIFIUTI RADIOATTIVI
(Napoli)
-

Si chiama Sogin e pochi la conoscono: è la società creata ad hoc per gestire la denuclearizzazione in Italia, dopo il referendum del 1987 e lo spegnimento delle centrali
Se pensavate di aver chiuso con il nucleare più di 30 anni fa, vi siete...

FALLIMENTO MOSE: costato 5,5 miliardi di euro
FALLIMENTO MOSE: costato 5,5 miliardi di euro
(Napoli)
-

State sereni, il suo obiettivo lo ha raggiunto: far mangiare tutti gli sciacalli che ci giravano intorno!
Mose, con le tangenti di Galan appartamenti di lusso a Dubai. Sequestrati 12,3...

I 12 miliardi di Debito di Roma? LI PAGHERANNO GLI ITALIANI.
I 12 miliardi di Debito di Roma? LI PAGHERANNO GLI ITALIANI.
(Napoli)
-

L’annuncite acuta del M5S non è una novità nel panorama politico, basti pensare al contratto con gli italiani di Berlusconi, alle promesse di Renzi o al retaggio della Prima Repubblica
L’annuncite acuta del M5S non è una novità nel panorama politico, basti pensare...

I bilanci della ONG DEI CENTRI SOCIALI
I bilanci della ONG DEI CENTRI SOCIALI
(Napoli)
-

La ong aperta da Luca Casarini e altri esponenti dei centri sociali e dell'associazionismo rosso per mettere in mare la nave Mare Jonio, svelano sì i soldi che fino a oggi gli sono arrivati nel portafogli, ma non pubblicano alcun nome se non quelli che gi
Non è tanto quello che dice, quanto piuttosto quello che no dice. Perché i...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati