Carta da cucina: alternative ecologiche e sostenibili

(Roma)ore 09:42:00 del 19/08/2019 - Tipologia: , Cucina

Carta da cucina: alternative ecologiche e sostenibili

ALTERNATIVE ECOLOGICHE CARTA DA CUCINA - Si calcola che per produrre tutta questa carta da cucina sia necessario abbattere circa 110 milioni di alberi per anno, consumando in fase di produzione quasi 50 miliardi di litri di acqua..

ALTERNATIVE ECOLOGICHE CARTA DA CUCINA - Si calcola che per produrre tutta questa carta da cucina sia necessario abbattere circa 110 milioni di alberi per anno, consumando in fase di produzione quasi 50 miliardi di litri di acqua. Cifre impressionanti, che evidenziano come sia importante trovare delle soluzioni alternative, che abbiano come priorità la natura che ci circonda, magari a prezzo di un po’ di praticità in meno.

ALTERNATIVE ECOLOGICHE CARTA DA CUCINA - Cosa usare al posto della carta da cucina

La fortuna è che esistono diverse soluzioni alternative ecologiche e sostenibili alla carta da cucina, ma per trovare quella perfetta per ciascuna esigenza bisogna prendere in considerazione qualche fattore. Il primo sostituto, anche tra i più gettonati, è sicuramente prendere un prodotto in tessuto, un classico strofinaccio – possibilmente fatto con cotone biologico – da utilizzare in cucina. Questo tipo di soluzione richiede ovviamente un po’ più di attenzione da parte di chi lo utilizza: è bene tenere l’asciugamano pulito e lavarlo quando necessario per evitare contaminazioni spiacevoli.

ALTERNATIVE ECOLOGICHE CARTA DA CUCINA - Spunti per ridurre il consumo di carta usa e getta

Carta assorbente

Personalmente non lo faccio ma ho visto molte persone utilizzarla per pulire superfici, raccogliere gocce di liquidi cadute qua e là etc…per questi scopi io preferisco la classica spugna o un panno in microfibra…è vero che prima o poi saranno anche loro destinati ad essere gettati ma almeno sono ben lontani dall’essere usa e getta!

Carta da forno

Lo svantaggio fondamentale della carta da forno è che dopo l’uso, non essendo riciclabile e nella maggior parte dei casi nemmeno biodegradabile, deve essere gettata nell’indifferenziato ecco quindi alcuni spunti per ridurne o eliminarne l’uso nelle nostre cucine:

  • Ungere le teglie;

  • Cospargere le teglie con farina o con semola (quest’ultima soluzione, che non ho ancora verificato, sembra essere la preferita dagli amanti della pizza in quanto pare essere il metodo migliore per avere una pizza leggera con il fondo croccante);

  • Utilizzare fogli di carta da forno riutilizzabile (solitamente in silicone);

  • Utilizzare teglie in pietra refrattaria.

Per quanto riguarda i fogli in silicone devo essere onesta, sono ancora diffidente sull’uso del silicone a contatto con gli alimenti che vanno in forno quindi è una soluzione che ho elencato come tecnicamente praticabile ma che io non applico; per quanto riguarda invece l’uso di teglie in pietra refrattaria posso testimoniare che sia mamma che mia sorella che ne hanno una, la usano per cuocere di tutto, dalle verdure alla pizza, e ne sono estremamente soddisfatte, l’unico svantaggio è l’investimento iniziale ma d’altra parte è un prodotto che dura veramente parecchio.

Carta stagnola

Anche la carta stagnola è un altro prodotto usa e getta di cui a volte, senza riflettere troppo tendiamo ad abusare; è vero che l’alluminio è riciclabile (e quindi potendo scegliere è meglio privilegiare l’uso di quest’ultimo) ma questa non è una buona giustificazione per riempire il cestino con le sue pallottole!

  • Siete abituati a usarla per chiudere le lattine non consumate completamente? Beh allora potreste facilmente sostituirla con un piattino da caffè, un pezzo di carta o un fazzoletto di stoffa fermato da un elastico oppure ancora con le apposite cuffiette in silicone che si adattano ai contenitori più diversi e si riutilizzano un bel numero di volte prima di usurarsi!

  • Sieti abituati a usarla per avvolgere gli avanzi di cibo? Perché non optare allora per i vasi di vetro (magari di riciclo) o i contenitori con coperchio per conservare il cibo in frigo?

    Se la carta stagnola utilizzata non è troppo danneggiata o sporca, invece di appallottolarla e gettarla, è poi possibile appiattirla, piegarla e archiviarla in un cassetto della cucina per riutilizzarla alla prima occasione.
    L’unico uso della carta stagnola per cui si fa davvero fatica ad individuare un’alternativa è la cottura al cartoccio…se avete idee fatevi vivi!

Articolo di Carla

ALTRE NOTIZIE
Altro che chef stellati...gli italiani rivogliono la cucina della nonna
Altro che chef stellati...gli italiani rivogliono la cucina della nonna
(Roma)
-

GLI ITALIANI PREFERISCONO LA CUCINA DELLA NONNA - Raffinata, ricercata, gourmet.
GLI ITALIANI PREFERISCONO LA CUCINA DELLA NONNA - Raffinata, ricercata, gourmet....

Merenda per bambini sana: come dovrebbe essere?
Merenda per bambini sana: come dovrebbe essere?
(Roma)
-

Che è un pasto fondamentale da non saltare mai, lo abbiamo detto più volte, ma vediamo quali caratteristiche deve avere uno spuntino per considerarsi davvero bilanciato.
MERENDA PER BAMBINI SANA - Fare in modo che i più piccoli imparino da subito ad...

Autunno 2019, come cucinare le castagne
Autunno 2019, come cucinare le castagne
(Roma)
-

COME CUCINARE LE CASTAGNE - Le castagne sono un prelibato frutto autunnale che può essere cotto e gustato in molti modi. Il procedimento per cucinare le castagne al forno è molto semplice, vale la pena provare almeno una volta.
COME CUCINARE LE CASTAGNE - Le castagne sono un prelibato frutto autunnale che...

Piatti tipici fiorentini: i migliori
Piatti tipici fiorentini: i migliori
(Roma)
-

MIGLIORI PIATTI TIPICI FIORENTINI - Firenze: città d’arte, culla della lingua nazionale e sogno americano fatto di vicoli troppo stretti per il Suv, salumi appesi e fiaschi di Chianti.
MIGLIORI PIATTI TIPICI FIORENTINI - Firenze: città d’arte, culla della lingua...

Spreco in cucina: come combatterlo facilmente
Spreco in cucina: come combatterlo facilmente
(Roma)
-

RIDURRE SPRECHI IN CUCINA - Mettersi nelle migliori condizioni per seguire il percorso “zero spazzatura”, per evitare di incappare in una lista di errori o strappi alla regola che, alla lunga, ci porterebbero a sentirci frustrati e abbandonare l’impresa a
RIDURRE SPRECHI IN CUCINA - Mettersi nelle migliori condizioni per seguire il...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati