Call of Duty Black Ops 4: cosa sapere

(Genova)ore 07:17:00 del 19/08/2018 - Tipologia: , Videogames

Call of Duty Black Ops 4: cosa sapere

Nel frattempo, possiamo cominciare a fare il punto della situazione raccontando le nostre prime impressioni..

E’ confermata la modalità zombie, la cui narrativa sarà leggermente più elaborata, ma paragonabile alle zombie chronicles di Black Ops 3 (esperimento già tentato da Activision, che ha commercializzato tutto il segmento zombie in un’unica soluzione, mettendo insieme una specie di Left4Dead).
Il nucleo però resterà legato alla cooperativa a quattro giocatori, i quali controlleranno altrettanti avventurieri in scenari come l’antica Roma o una nave da crociera nella Belle Epoque e con i tipici toni horror lovecraftiani.
Bisognerà vedere se la struttura coop centrica verrà resa più flessibile anche per essere affrontata in singolo, per cercare di supplire almeno in parte ad una modalità single player.
E’ interessante notare che una mappa sarà ambientata ai tempi dei gladiatori, stuzzicando la fantasia dei fan con l’idea di usare armi bianche anziché da fuoco e proporre qualcosa di diverso in termini di giocabilità pura. Contenutisticamente però sarà bene valutare quanto e come Zombie sarà ingrandita, in termini di longevità, ampiezza delle zone e attività da svolgere al loro interno. Solitamente è composta da una mappa nel gioco base e altre quattro nei pacchetti del pass stagionale, stavolta invece ne sono state annunciate tre, di cui una parrebbe essere una riproposizione flashback di Mob of the Dead da Black Ops 2. La nuova Zombie quindi vanterà dimensioni e durata maggiori rispetto al passato o si limiterà ad aggiungere due mappe, come offerta base, per ampliare il resto tramite i consueti aggiornamenti a pagamento?

La modalità competitiva invece ritorna ai giorni nostri, mantenendo però un accento marcato sugli accessori tecnologici, i quali sono apparsi numerosi nel trailer e che saranno presenti non solo come perk, ma anche come abilità tipiche degli specialisti. Questa suddivisione infatti è già stata proposta negli ultimi due anni, creando un sistema di classi che si affianca al metodo Pick10 con cui equilibrare l’equipaggiamento per evitare combinazioni troppo forti. Importante la notizia che il medico di campo contribuirà al recupero dei compagni, in quanto delinea bene le proporzioni che Treyarch vuole dare al gioco di squadra, per incentivare un approccio più maturo alla giocabilità, rispetto al caos disordinato di partite dove molti si muovono a casaccio.

Niente corsa sui muri e supersalti quindi, però la velocità pare comunque tarata verso il frenetico; a ciò si aggiungono visori ad infrarossi, scudi balistici, UAV, filo spinato, cani feroci, supporto aereo, per creare un ecosistema ibrido, dove il realismo dell’ambientazione mantiene però il ritmo dei capitoli più rapidi e skill based.
L’impressione non è necessariamente negativa, anzi. Questa scelta permetterebbe di creare due esperienze diverse per differenziare CoD sui due filoni consolidati che il pubblico vuole.

Gli operatori selezionabili (le cui funzionalità vi descriveremo a breve) durante questa beta erano 10: Ajax, Battery, Crash, Firebreak, Nomad, Prophet, Recon, Ruin, Seraph e Torque.  Ajax possiede la 9-Bang (granata accecante e stordente per incapacitare gli avversari, che potranno comunque tentare di sparare alla cieca) e lo Scudo Balistico con Pistola Mitragliatrice integrata (ideale per ripulire aree affollate); Battery è l'unico personaggio in grado di utilizzare le granate: può utilizzare una granata a grappolo che rilascia ulteriori ordigni esplosivi e la devastante Macchina da Guerra (un potente lanciagranate); Crash è il "medico" che può fornire munizioni d'oro agli alleati (garantiscono punti bonus) e sfruttare il Tak-5 per curare ed aumentare la saluta degli alleati (ed anche sua) senza limite di gittata; Firebreak si occupa del "crowd control" con il suo nucleo reattore (danneggia i nemici riducendone anche la saluta massima con le radiazioni) ed il Purifier, un lanciafiamme in grado di ripulire in poco tempo un'intera stanza; Nomad (uno dei due nuovi personaggi rivelati in questa beta) è esperto nel posizionare trappole, grazie alle Mine Mesh (una volta collegate esploderanno addosso a chiunque provi ad attraversare il loro raggio d'azione) ed all'unità K9 (un fedele e devastante cane da combattimento); Prophet (altra novità della beta) riesce a paralizzare i nemici con la Mina Shock Seeker (una mina paralizzante a ricerca, da cui i nemici possono tentare un recupero rapido ma che li lascerà comunque esposti) ed il Tempest (fucile tattico con proiettili elettrici che incapacita i nemici, potenzialmente coinvolgerne altri e fare danni continuati); Recon è la spia del gruppo, in grado di rivelare sempre la posizione dei nemici grazie al Dardo Sensore (ad area) e all'impulso visivo (su tutta la mappa); Ruin è l'esploratore imprevedibile, sempre pronto a cogliere di sorpresa i nemici grazie al rampino (utile per avvicinarsi improvvisamente e tendere imboscate) ed al suo schianto gravitazionale (una devastante esplosione letale per sgombrare zone particolarmente utili e/o affollate in pochissimo tempo); Seraph può supportare il team con il Segnale Tattico (per far respawnare gli alleati lì intorno) e l'Annihilator (devastante revolver che può uccidere anche più nemici con un solo colpo); infine Torque è colui che si occupa di controllare l'area, rallentando e danneggiando costantemente i nemici posizionando il Filo Spinato (difficilissimo da rimuovere) e la Barricata (copertura resistenza con campo a microonde integrato). 
 
Non riteniamo che il ritorno agli specialisti sia una scelta casuale; pensiamo che Treyarch stia cercando di attirare a sé una consistente fetta di utenza già attratta da titoli come Rainbow Six Siege o, perchè no, dagli Hero Shooter come Overwatch. La scelta dell'operatore giusto per la situazione (oltre all'abilità ed al gioco di squadra), come potrete facilmente intuire, può fare la differenza tra la vittoria e la sconfitta grazie ad abilità uniche in grado di cambiare il corso della partita; il loro impiego inoltre incoraggia l'utilizzo di armi (e potenziamenti) sempre diversi, per adattarsi meglio col personaggio scelto. Per questo capitolo Treyarch punta fortissimo su personalizzazione, azione adrenalinica e gioco di squadra strategico, ed il risultato ci sembra essere un multiplayer pronto a soddisfare tutti i palati, sia dei giocatori più esperti e competitivi che di quelli occasionali che puntano solo a poter fare tanti match velocemente. Gli appassionati del single player e della storia probabilmente storceranno il naso di fronte a questo titolo, ma gli utenti che puntano solo al multiplayer avranno certamente pane per i loro denti con Black Ops 4.
Articolo di Luca

ALTRE NOTIZIE
Anno 1800: cosa sapere
Anno 1800: cosa sapere
(Genova)
-

Il 1800 fu infatti un’era di progresso scientifico, uno spartiacque tra una società ancora ad impronta principalmente agricola e le città sempre più industrializzate, dove i fumi delle ciminiere facevano da sfondo a movimenti politici e sindacali, mentre
  L’esplorazione di mondi futuri non ha portato benissimo ad Anno e a Blue...

Weedcraft Inc: cosa sapere
Weedcraft Inc: cosa sapere
(Genova)
-

Si renderà necessaria una certa pazienza prima di veder decollare la propria attività, e con essa le interessanti occasioni che si creeranno dopo aver acquisito una certa dimestichezza con l'intero impianto di gioco.
  Sono passati oltre ottanta anni dall’emanazione del Marijuana Tax Act da...

The Princess Guide: cosa sapere
The Princess Guide: cosa sapere
(Genova)
-

Liliartie, ereditiera del reame di Alixon, sembra avere più muscoli che cervello, ed è attratta solo dal combattimento e dal cibo, lasciando ben poco spazio alla sua femminilità e alle arti della diplomazia e della conversazione.
  Son tutti bravi ad impugnare una spada o un’enorme ascia bipenne, trincerarsi...

Pumped BMX Pro: cosa sapere
Pumped BMX Pro: cosa sapere
(Genova)
-

Non esiste una storia di fondo e in men che non si dica sarete lanciati al centro dell’azione, dove tutto ciò che vi viene richiesto è soddisfare determinati requisiti per poter passare al livello successivo e, in seguito, accedere alle nuove aree.
  Pumped BMX Pro non è uno di quei giochi che vi terrà impegnati per ore e ore...

Recensione anteprima Super Dragon Ball Heroes World Mission
Recensione anteprima Super Dragon Ball Heroes World Mission
(Genova)
-

Come gioco di carte è pieno di informazioni fino all’estremo, parole chiave da imparare, terminologie, ed ogni singola carta è composta da una miriade di informazioni con cui si viene investiti fin da subito.
  Non serve che vi presentiamo Dragon Ball, l’immortale serie di Akira...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati