Briatore: Reddito di cittadinanza? Al Sud la gente non ha voglia di lavorare

(Milano)ore 21:08:00 del 11/06/2018 - Tipologia: , Denunce, Lavoro

Briatore: Reddito di cittadinanza? Al Sud la gente non ha voglia di lavorare

L’ex manager di Formula 1, Flavio Briatore, si scaglia contro il reddito di cittadinanza e i meridionali: “Se adesso danno pure un reddito di cittadinanza, questa mi sembra una follia vera. Per me è una follia perché paghi la gente che sta sul divano. Sul.

I giovani meridionali? Sono dei fannulloni. Si potrebbe sintetizzare così il "Briatore pensiero" espresso ieri sera ai microfoni de La Zanzara dall'ex manager di Formula 1, pensiero che spesso ha ribadito nel corso degli ultimi anni parlando delle difficoltà di fare impresa in Italia. "Se adesso danno pure un reddito di cittadinanza, questa mi sembra una follia vera. Per me è una follia perché paghi la gente che sta sul divano.

Sul divano ci sono già gratis, poi addirittura li paghi. Prenderanno il divano a due piazze. Investimenti in Meridione? Ci sono difficoltà enormi. E la gente non ha voglia. Chi aveva voglia è andato fuori dal Sud. Quando abbiamo avuto la possibilità di avviare un’attività a Otranto, nel nostro gruppo c’erano diversi pugliesi. Abbiamo dato la possibilità di tornare, ma nessuno ha voluto. Rimane chi non si sbatte molto per trovare un lavoro, se adesso danno anche il reddito di cittadinanza è finita", ha dichiarato Flavio Briatore parlando del reddito di cittadinanza presente nel contratto di governo M5S-Lega.

Nonostante Briatore sia assolutamente contrario a qualsiasi tipo di politica di stampo assistenzialista, rispetto al nuovo governo si dice fiducioso e spiega di essere d'accordo con il leader della Lega su moltissimi temi: "Nuovo governo? Mi sembra ci sia molto entusiasmo. Mi sono simpatici sia Salvini che il grillino, lasciamoli fare. Faccio il tifo per loro, certo. Come dovrebbero fare tutti. Su immigrazione e fisco sto con Salvini. Ha ragione quando dice che i clandestini bisogna bloccarli prima che arrivino. Bisogna bloccare i barconi, ormai sappiamo da dove partono. Investire e creare posti di lavoro lì. La flat tax è da fare subito, immediatamente, subitissimo. Se premia i ricchi va bene perché vuol dire che se uno risparmia con la flat tax, investe più nell’azienda, crea più posti di lavoro".

Da: QUI

Articolo di Samuele

ALTRE NOTIZIE
Come utilizzano i dati dei nostri social
Come utilizzano i dati dei nostri social
(Milano)
-

Quando nacque il web, era davvero un luogo diverso, statico. Fatto di pagine create o da chi aveva uno staff o da individui esperti di informatica, per quei tempi.
Quando nacque il web, era davvero un luogo diverso, statico. Fatto di...

Vietato chiamarli ZINGARI....
Vietato chiamarli ZINGARI....
(Milano)
-

Se volete capire che cos’è il politicamente corretto inalberato dalla sinistra e adottato da quasi tutti i media, e quali danni realmente produce nella vita quotidiana, i rom sono il campione perfetto.
Se volete capire che cos’è il politicamente corretto inalberato dalla sinistra e...

Vittime e cavie della Mafia sanitaria. Ricordando la storia
Vittime e cavie della Mafia sanitaria. Ricordando la storia
(Milano)
-

La storia di Tina Anselmi, l’allora Ministro della Sanità nel 1979, ci insegna che da anni siamo vittime di “mafia sanitaria”.
La storia di Tina Anselmi, l’allora Ministro della Sanità nel 1979, ci insegna...

La Costituzione Italiana? Anti Cattolica!
La Costituzione Italiana? Anti Cattolica!
(Milano)
-

Ricorrono quest'anno, 2018, i 70 anni dall'entrata in vigore della Costituzione repubblicana dell'Italia.
Ricorrono quest'anno, 2018, i 70 anni dall'entrata in vigore della Costituzione...

Morte cerebrale? Serve per togliere organi a persone vive
Morte cerebrale? Serve per togliere organi a persone vive
(Milano)
-

Da dove nasce l’approccio medico svelato al mondo in maniera palese dal piccolo Alfie Evans?
«Visitai Alfie: il problema è la “morte cerebrale”» – di Benedetta Frigiero Da...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati