Bordeaux, guida turistica

(Catanzaro)ore 14:32:00 del 21/04/2017 - Tipologia: , Luoghi da visitare

Bordeaux, guida turistica

Qui tutto è cultura: creativi che reinventano le funzioni di fabbriche e magazzini abbandonati e commercianti che s’improvvisano galleristi e mecenati per ospitare opere d’arte, come alla bottega di fiori Madragore o nell’officina meccanica Garage Moderne.

COSA VEDERE BORDEAUX - Bordeaux è una città sorprendente e ricca di luoghi da non perdere: approfittate di un giro in barca sulla Garonna, ammirate il Mirroir d’Eau che farà la gioia di piccoli e grandi, passeggiate nel Giardino pubblico,  visitate la maestosa torre Pey Berland ed approfittate della piacevole atmosfera della città vecchia. Create il vostro programma personalizzato, organizzate il vostro soggiorno, prenotate online le visite guidate e scoprite la città! Cosa fare in 1, 2, 3 giorni a Bordeaux? Cosa visitare? Dove andare? Ecco alcuni suggerimenti dei luoghi imperdibili!

COSA VEDERE A BORDEAUX
Car crash
 In place Gambetta, a un niente dall’Hôtel de Ville e dalla cattedrale, in rue Victor Hugo, una Jaguar MK 2 anni Sessanta è sospesa nel vuoto, ai piani alti di un grosso parcheggio: è un’installazione artistica del 1994, Car Crash.

COSA VEDERE BORDEAUX --Place de La Bourse e La Libreria Mollat
Si prosegue per inerzia verso Saint-Pierre, centro di gravità della nuova Bordeaux, e si percorre l’interminabile rue Sainte-Catherine, che scende verso la zona Saint-Michel, popolare e meticcia, prima di risalire il lungofiume verso la monumentale place de la Bourse e da lì puntare al triangolo d’oro delle botteghe chic, tra allées de Tournycours Clemenceau e cours de l’Intendance. C’è un omaggio da fare: ai 120 anni di Mollat, la più grande libreria indipendente di Francia, 18 chilometri di scaffalature, 450 mila volumi. Qui tutto è cultura: creativi che reinventano le funzioni di fabbriche e magazzini abbandonati e commercianti che s’improvvisano galleristi e mecenati per ospitare opere d’arte, come alla bottega di fiori Madragore o nell’officina meccanica Garage Moderne.

COSA VEDERE BORDEAUX --Il quartiere Chartrons
Dopo una tappa al Museo di Arte Contemporanea, è rue Notre-Dame a fare le presentazioni del quartiere Chartrons, con antiquari, librai e designer a occupare il piano strada di residenze e magazzini. Qui era nato e cresciuto il commercio del vino gestito da danesi, tedeschi e inglesi che, nel XVIII secolo, avevano fatto fortuna e lasciato poi in eredità valori importati dall’Europa protestante: il rigore, la discrezione, la cultura del saper fare, più che quella del far sapere.

COSA VEDERE BORDEAUX -Sulla Garonna
Pochi passi, e nel weekend si finisce dove vanno tutti, sul lungofiume che dopo l’Hangar 14 diventa una rambla balneare, tra outlet, griffe, ristorantini e un roller skate park. Il centro storico è ormai lontano, ma è meglio non rinunciare ad allungare il passo verso Bacalan, tra vecchie gru, case galleggianti e canali di raccordo che tengono insieme bacini artificiali.

La sorpresa diventa sconcerto davanti alla lugubre sagoma di una base sottomarina utilizzata durante la guerra dai tedeschi per i loro U-boot. Oggi, all’interno, gallerie e cunicoli ospitano eventi artistici ed esposizioni temporanee. E al molo Lalande, l’I.Boat ha gettato definitivamente l’ancora e si prende la scena, “imbarcazione intelligente” e per la verità anche onirica: musica house, dj set, band emergenti e un ristorante pieno di iodio. Sono 2.500 lamelle di alluminio e 650 scaglie di vetro a catturare le luci dell’alba per rifrangerle sui vecchi moli del Bassin à Flots. E attorno alla Cité du Vin, che a giugno aprirà al pubblico, è tutto un distillare di simbologie e allegorie. Grandiosa, come una cattedrale incurvata e arrotondata, che a qualcuno rammenta i movimenti fluttuanti della Garonna, ad altri, la sinuosità della vite matura. Vedrà esposizioni temporanee e atelier per degustazioni planetarie, vigne arrampicanti, immagini in 3D e ologrammi, spazi tematici, una nave da 50 posti per rimontare il tempo, un ristorante panoramico, un belvedere mozzafiato.  Sulla sponda destra del fiume, nella vecchia caserma Neil, nel 2012 ha aperto Darwin, una Arcadia per giovani e famiglie, per alternativi e hipster: un ristorante e un market bio, uno skate park coperto, alloggi temporanei per artisti, giganteschi graffiti dalle atmosfere berlinesi e un spazio di coworking per piccole imprese che si occupano di grafica digitale, sharing-economy e commercio etico. All’esterno, il moderno e scenografico ponte Chaban-Delmas si alza per lasciare transitare le navi da crociera.

Articolo di Luca

ALTRE NOTIZIE
Saint Moritz, posti belli
Saint Moritz, posti belli
(Catanzaro)
-

Saint Moritz, si dimostra accogliente e versatile anche durante il caldo periodo estivo, con i suoi innumerevoli percorsi per gli amanti di mountain-bike o di arrampicamento o semplicemente godendo di indimenticabili escursioni, lungo gli spettacolari sen
COSA VEDERE SAINT MORITZ - St. Moritz è una delle mete turistiche svizzere...

Luoghi da visitare Vienna
Luoghi da visitare Vienna
(Catanzaro)
-

Qui potrete già comprare un souvenir autentico viennese, perché nel logo è rappresentato proprio lo Stephansdom che si trova a due passi.
COSA VEDERE VIENNA - Ogni tanto si sente la necessità di staccare la spina e...

Turismo a Bienne
Turismo a Bienne
(Catanzaro)
-

Grazie alla sua posizione, Bienne è un punto di partenza ideale per escursioni nella regione dei Tre Laghi, cioè i laghi di Bienne, di Neuchâtel e di Murten, con i vigneti che si sviluppano sui fianchi delle colline, nelle città medievali di Nidau, Douane
COSA VEDERE BIENNE - Bienne (ufficialmente Biel/Bienne, in cui '"Biel" è la...

Luoghi da vedere San Gallo
Luoghi da vedere San Gallo
(Catanzaro)
-

Il cuore della città è sicuramente il complesso abbaziale con la cattedrale barocca e la biblioteca. Splendida la cattedrale ma la biblioteca è un luogo di rara meraviglia, uno di quelli che potrei tranquillamente includere se dovessi fare una classifiche
COSA VEDERE SAN GALLO - La metropoli della Svizzera orientale, ubicata tra il...

Turismo a Coira
Turismo a Coira
(Catanzaro)
-

Coira è la porta d’accesso ai monti dei Grigioni: da qui è possibile raggiungere in meno di un’ora ben 26 località di villeggiatura e centri termali.
COSA VEDERE COIRA - Celti, romani, ostrogoti, franchi: tutti questi popoli un...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati