Bevande a zero calorie aumentano RISCHIO ICTUS

(Perugia)ore 14:36:00 del 24/02/2019 - Tipologia: , Denunce, Salute

Bevande a zero calorie aumentano RISCHIO ICTUS

Bevande a zero calorie: ne bastano due al giorno per aumentare il rischio di ictus. Il nuovo studio.

BEVANDE A ZERO CALORIE RISCHIO ICTUS - Alcune bevande a zero calorie potrebbero essere molto pericolose, tanto da aumentare addirittura il rischio di andare incontro a un ictus. Il tutto emerge da uno studio dell’Albert Einstein College of Medicine nel Bronx a New York, coordinato dal Dottor Yasmin Mossavar-Rahmani. Pare ne bastino due al giorno per aumentare il rischio di malattie cardiovascolari e anche quello di avere un ictus. La ricerca è stata condotta su un campione di donne che avevano superato i cinquanta anni e dimostra come un’alimentazione errata possa andare ad incidere sulla salute in vari modi. Molti pensano di consumare bevande a zero calorie per dimagrire, in realtà stanno esponendo il loro organismo a dei pericoli davvero molto difficili da quantificare. Le donne al centro dello studio sono oltre ottantamila e l’età media era tra i 50 e i 79 anni.

BEVANDE A ZERO CALORIE RISCHIO ICTUS - Il monitoraggio è durato una media di dodici anni, lungo uno spettro di diversi importanti e interessanti parametri.

Rischio ictus per bevande a zero calorie: ecco quando c’è da preoccuparsi

BEVANDE A ZERO CALORIE RISCHIO ICTUS - Quando c’è davvero da preoccuparsi per l’assunzione di bevande a zero calorie? Un recente studio avrebbe dimostrato come il consumo di due al giorno aumenterebbe i rischi di ictus e di malattie cardiovascolari. Non è la prima ricerca, quella dell’Albert Einstein College, che mostra una correlazione tra bevande dietetiche e malattie come demenza, ictus, diabete di tipo 2, sindrome metabolica, obesità e altre ancora. Nonostante questo anche l’ultimo studio non fornisce delle prove da considerarsi soddisfacenti con la necessità di andare ancora una volta ad approfondire l’argomento per cercare di capire come muoversi. Quello che è certo che un maggior consumo di acqua possa essere assolutamente la scelta migliore per salvaguardare il nostro corpo che negli altri casi si espone sempre e comunque a dei rischi non proprio del tutto ignorabili.

BEVANDE A ZERO CALORIE RISCHIO ICTUS - Lo studio, pubblicato sulla rivista Stroke, era di tipo osservativo, il che significa che i ricercatori non potevano provare direttamente che le bevande zuccherate causano problemi di ictus e di cuore attraverso un nesso causale. Inoltre, non sappiamo ancora nello specifico quali dolcificanti artificiali possano essere dannosi e quali invece innocui.

In precedenza, altri studi hanno stabilito un legame tra bevande dietetiche e ictus, demenza, diabete di tipo 2, obesità e sindrome metabolica, suggerendo che le bevande a zero calorie possono essere altrettanto nocive di quelle zuccherate.

La ricerca non fornisce prove sufficienti, dunque, e altri studi dovranno approfondire meglio gli effetti delle bevande zuccherate ipocaloriche sulla nostra salute. Le prove ottenute finora suggeriscono comunque che, la cosa più prudente da fare, è evitarle.

Scegliamo allora di bere più acqua, la bevanda ipocalorica e salutare per eccellenza!

Articolo di Luca

ALTRE NOTIZIE

(Perugia)
-


  Di Notre-Dame è salva la struttura muraria, insieme a un terzo del tetto. Il...

Business del dimagrimento: come non abboccare ai trucchi che ti propongono!
Business del dimagrimento: come non abboccare ai trucchi che ti propongono!
(Perugia)
-

Conosci la differenza tra perdere peso e dimagrire?
Conosci la differenza tra perdere peso e dimagrire?  Oggi voglio farti...

32 anni dalla fine del nucleare e ancora non sappiamo dove mettere i RIFIUTI RADIOATTIVI
32 anni dalla fine del nucleare e ancora non sappiamo dove mettere i RIFIUTI RADIOATTIVI
(Perugia)
-

Si chiama Sogin e pochi la conoscono: è la società creata ad hoc per gestire la denuclearizzazione in Italia, dopo il referendum del 1987 e lo spegnimento delle centrali
Se pensavate di aver chiuso con il nucleare più di 30 anni fa, vi siete...

FALLIMENTO MOSE: costato 5,5 miliardi di euro
FALLIMENTO MOSE: costato 5,5 miliardi di euro
(Perugia)
-

State sereni, il suo obiettivo lo ha raggiunto: far mangiare tutti gli sciacalli che ci giravano intorno!
Mose, con le tangenti di Galan appartamenti di lusso a Dubai. Sequestrati 12,3...

Sud Italia, dove INTERNET non esiste per 1 persona su 3
Sud Italia, dove INTERNET non esiste per 1 persona su 3
(Perugia)
-

Secondo gli ultimi dati sull'utilizzo di internet e dei social network, anche per gli italiani l'utilizzo dei social è in crescita, dove Facebook è in testa con 31 milioni di utenti, seguito da Instagram e Pinterest. Ma quanto a penetrazione di internet r
Gli italiani sono sempre più online, sebbene al di sotto della media...



Leggendo | Richiesta informazioni | Sitemap articoli

2013 Leggendo - Tutti i diritti riservati